Translate

martedì 26 marzo 2013

Il ministro Terzi si dimette: «Non sono d'accordo sul rientro in India dei marò»

 
 
Il ministro degli Esteri, Giulio Terzi, si dimette. E' in disaccordo con il governo sulla decisione di far rientrare in India i due marò, che sono accusati dell'omicidio di due pescatori.

«Mi dimetto in disaccordo con la decisione di rimandare i marò in IndiaLe riserve da me espresse non hanno prodotto alcun effetto e la decisione è stata un'altra». Lo ha annunciato ilministro degli Esteri Giulio Terzi in Parlamento.

«Mi dimetto perché per 40 anni ho ritenuto e ritengo oggi in maniera ancora più forte che vadasalvaguardata l'onorabilità del Paese, delle forze armate e della diplomazia italiana. Mi dimetto perché solidale con i nostri due marò e con le loro famiglie» ha continuato Terzi.

Si legge un filo di polemica nelle parole del suo collega alla Difesa. «Sarebbe facile per me annunciare di dimettermi, sarebbe facile oggi lasciare la poltrona che comunque a breve lascerò al nuovo ministro che arriverà - dice il ministro Di Paola, anche lui proveniente dalla Marina - Sarebbe facile, no cost, ma non sarebbe giusto e non lo farò». «Non abbandonerò la nave in difficoltà».

In questi giorni c'era stata una forte polemica su chi avesse deciso di trattenere i marò in Italia. «In questi giorni ho letto ricostruzioni enormememente fantasiose in merito ad azioni che avrei assunto in modo autonomo, senza considerare gli effetti e i rischi di  questa azione. Da uomo delle istituzioni per quarant'anni - ha aggiunto Terzi - mai avrei agito in modo autoreferenziale». «Tutte le istituzioni erano informate e d'accordo sulla decisione di trattenere in Italia i marò - ha precisato il responsabile della Farnesina - La linea del governo è stata approvata da tutti l'8 marzo».

 fonte http://www.ilpunto.it/politica/item/5694-il-ministro-terzi-si-dimette-%C2%ABnon-sono-d-accordo-con-il-rientro-in-india-dei-mar%C3%B2%C2%BB.html

Nessun commento:

Posta un commento