Translate

mercoledì 27 marzo 2013

Marò,Emiliano :pressioni sui marò per farli tornare in India.


Un fatto gravissimo e inaudito a rivelarlo è il sindaco di Bari Michele Emiliano:”La sera in cui aspettavo Salvatore Girone nella sua abitazione, quando si è saputo che ero lì e che probabilmente avrei interferito nella scelta di tornare, il presidente del Consiglio Mario Monti mi ha chiamato pregandomi di non interferire sulla volontà del sergente Girone”.
E viene fuori un azione molto pericolosa e illegale da parte del governo italiano quella di costringere i marò a tornare in India ed Emiliano continua dicendo “Non ho minimamente interferito perchè il presidente del Consiglio mi ha dato questo indirizzo e io l’ho rispettato. Ovviamente – ha aggiunto – ho detto al presidente del Consiglio che mi auguravo che come il sindaco e i familiari non avrebbero interferito sulla volontà di Girone in una direzione, nessuno avesse fatto la stessa operazione al contrario”. ”Perchè – ha concluso – laddove fosse stata fatta questa operazione, si trattava di una attività secondo me suscettibile di una valutazione penale”.
E subito dopo Emiliano vuole vederci chiaro,vuole capire che cosa è successo ,e chi e con quali mezzi ha convinto La Torre e Girone a tornare in India  e chiede che la Procura di Roma  e la procura militare indaghino: ”Ho informato il procuratore militare De Palma – ha detto – del fatto che Salvatore Girone è partito per Roma con la ferma volontà di non ripartire per l’India ed è tornato invece, chissà per quale ragione, convinto di dovere partire ad ogni costo.  Ci tengo che questa cosa sia accertata – ha aggiunto – e la mia e’ una vera e propria denuncia, perchè se Salvatore ha deciso di sua spontanea volontà va tutto bene, ma se qualcuno avesse anche semplicemente prefigurato un danno per lui e/o per la sua famiglia o per la sua carriera per indurlo a partire, ci troveremmo di fronte a una situazione suscettibile di valutazione penale”.

Alfredo d’Ecclesia

1 commento:

  1. A riguardo dei due ragazzi Marò La Torre e Girone, più di qualcuno che conosciamo molto bene.si deve mettere una mano sulla coscienza, e se ha un po di dignità si dia da fare perché questa pagliacciata finisca. E cosi che difendete i vostri dipendenti? cari signori politici,
    Lagunare Mario Q.

    RispondiElimina