Translate

giovedì 30 maggio 2013

Caso Marò: Complotto e messinscena nei confronti dell'Italia,per nascondere cosa?


Una vera  messinscena costruita e organizzata contro due innocenti nell'assolvimento del proprio dovere. Mentre qualcuno si prestava con troppa facilità alle ragioni dell'India,sfidando tutte le regole interne ed esterne,e voglio ricordare che le ragioni dell'India,non si sa come e non si sa perchè,hanno riempito la stampa e la politica italiana,e sono state indicizzate ovunque.Una piccola minoranza le voci pro marò,parlo di stampa e di rete chiaramente,dove i gruppi e poteri forti si sono messi subito dall'inizio in piena attività.
Ma vediamo di ricostruire in breve quello che è accaduto,dal sito di Luigi di Stefano che voglio ricordare come Perito di parte civile Itavia nell'inchiesta sulla Strage di Ustica (1995/1999);
Perito giudiziario per la Procura di Ancona (avvistamento di un presunto missile da parte di passeggeri di un volo di linea Il Cairo – Bologna, sull'Adriatico (2005);
Perito di parte civile nella riapertura di un processo per un incidente aereo avvenuto nel golfo di Genova (2008).
Dal lavoro di ricostruzione è stato fatto un esposto denuncia  presentato alla Magistratura italiana e i documenti tradotti in inglese sono stati inviati per opportuna conoscenza anche alla National Investigation Agency (NIA) indiana che sta conducendo proprie indagini sul caso, come richiesto della Corte Speciale indiana che ha di fatto azzerato il lavoro condotto dagli inquirenti dello stato del Kerala.
Vediamo ora una breve ricostruzione di questa messinscena ricostruita dall’ing Di Stefano
Alfredo d'Ecclesia



"- appena sceso dal peschereccio alle 23:15L del 15/2/2012 il Comandan
te-proprietario Mr. Freddy Bosco dichiara, di fronte a microfoni e telecamere e un poliziotto, che gli hanno sparato alle 9:30PM, quindi alle 21:30L e non alle 16:00L come dichiarerà successivamente per far coincidere il fatto con quello denunciato dalla Enrica Lexie.

Dallo stato di avanzamento del rigor mortis che si vede nelle vittime, nello stesso filmato, non possono essere morti di due ore prima, e quindi sono le 21:30L del giorno prima, il 14/2/2012.
In sostanza stava nello Stretto di Palk a pescare in acque proibite, non davanti la costa del Kerala.

- Il fatto delle "quattro navi sospette" chiamate per radio alle 18:30L. dalla Guardia Costiera indiana, chiamata a cui risponde solo la Enrica Lexie, è una pura invenzione.

La Kamome Victoria e la Ocean Breeze erano transitate in zona la mattina verso le 8/9, e alle 18:30 erano già oltre l'india, quasi nelle acque dello Sri Lanka.

La MS Giovanni alle 18:30 era si davanti al porto di Kochi, ma a circa 420 miglia nautiche (circa 800km) di distanza.

Ora questa circostanza appare quindi tutta da verificare, perchè è chiaro che la Guardia Costiera indiana abbia agito per "incastrare" la Lexie sapendo bene che era l'unica nave in zona, e probabilmente sapendo bene che alle 16:00L. aveva avuto l'episodio con l'imbarcazione in avvicinamento, che a questo punto non era il St. Antony.

Ho qualche sospetto su chi sia, ma va verificato analizzando le fotografie.

NOTA BENE: la traduzione delle dichiarazioni di Bosco l'ho fatta fare già tre volte sempre da persone di lingua madre Malayalam.

Due volte dal Malayalam all'inglese e una volta dal Malayalam all'italiano, e la risposta è sempre stata la stessa.

- When it was around 9.30PM, I heard a huge noise. - Quando era intorno 21:30, ho sentito un rumore enorme.

Ora sto facendo fare la perizia giurata Malayalam-Italiano da depositare in Tribunale.

Nello stesso filmato all'inizio, mentre scorrono le immagini di repertorio, la voce dello speaker dice che l'incidente è avvenuto intorno alle 5.

Ma Freddy Bosco dice alle 9:30PM. E il filmato è stato montato il 16/2 quando già si sapeva che in porto a Kochi c'era la Lexie.

E' bene chiarirlo perchè qualcuno, visto che la cosa scagiona completamente i due Marò, vorrà montarci la solita campagna di disinformazione ad uso dei propri lettori.

Questo il filmato (che ovviamente è stato salvato, etc. etc)"
Questo il filmato (che ovviamente è stato salvato, etc. etc)
http://www.youtube.com/watch?v=Ya48kLyjyB4

per approfondimenti:
Enrica Lexie: Analisi Tecnica
http://www.seeninside.net/piracy
di Luigi Di Stefano


da Enrica Lexie: Analisi Tecnica (Note) Mercoledì 29 maggio 2013 alle ore 22.59

Tutto il lavoro svolto a sostegno delle ragioni della difesa dei nostri due fucilieri di Marina, dal giorno dell’incidente fino ad oggi, avrebbe ben poca utilità se tutte le evidenze, le ipotesi e le incongruenze emerse rimanessero in rete e non venissero messe a disposizione delle Autorità italiane e indiane che si stanno occupando della vicenda.

Per questo motivo lo scorso 13 marzo 2012 ho depositato presso la Procura della Repubblica del tribunale di Roma un ESPOSTO DENUNCIA a cui sono successivamente seguiti alcuni allegati integrativi su specifici argomenti.

Questi documenti tradotti in inglese sono stati inviati per opportuna conoscenza anche alla National Investigation Agency (NIA) indiana che sta conducendo proprie indagini sul caso, come richiesto della Corte Speciale indiana che ha di fatto azzerato il lavoro condotto dagli inquirenti dello stato del Kerala.
Luigi Di Stefano



--------------------------------------------------------

PER QUANTI DESIDERASSERO CONSULTARLI:


Caso enrica lexie - all.A – Analisi traiettoria proiettili


--------------------------------------------------------
E’ possibile scaricare tutti i documenti dell'esposto in un unico file compresso (.zip)
--------------------------------------------------------


per approfondimenti:
ENRICA LEXIE: Analisi Tecnica


Nessun commento:

Posta un commento