Translate

venerdì 31 maggio 2013

VICENDA DEI DUE MARO’, TUTTO TACE E LE RISPOSTE UFFICIALI FINO AD ORA DATE APPAIONO DALL’EVIDENZA DEI FATTI ASSOLUTAMENTE DISATTESE !

di Fernando Termentini

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono tornati in India ormai da più di due mesi. LA NIA ancora non è arrivata a conclusioni nonostante a quanto assicurato in più di un’occasione dal Dott. De Mistura sulla durata delle indagini. 
Il nuovo Governo si è insediato il 28 aprile, il Ministro Bonino mi ha risposto il 15 maggio che “Sulla base del diritto internazionale consuetudinario e pattizio, continuiamo a ritenere che la giurisdizione sui due Fucilieri di Marina coinvolti nel tragico episodio spetti all’Italia e che essi debbano essere giudicati dalla magistratura italiana. I più recenti sviluppi confortano il Governo italiano nella scelta di un confronto costruttivo con l’India. In particolare, il dialogo avviato ha fatto emergere la consapevolezza, anche da parte indiana, di dover affrontare con maggiore decisione, linearità e speditezza la vicenda, per una sua soluzione equa e rapida”.
Il Dott. De Mistura non mi ha risposto sulla mia richiesta della lettera di assicurazione da parte indiana sulla non applicabilità della pena di morte.
Lo ha fatto però sempre il Signor Ministro informandomi “che non è possibile autorizzare l’accesso alla documentazione da Lei richiesta, ossia alla comunicazione inviata a questo Ministero dalle autorità indiane il 21 marzo scorso. Il documento, infatti, rientra in una delle categorie - quella dei carteggi scambiati dall’amministrazione con i rappresentanti degli Stati esteri in Italia ed esponenti dei Governi e delle amministrazioni degli Stati esteri - che il Decreto Ministeriale n. 604/1994 sottrae all’accesso, fra l’altro, “per motivi attinenti alla correttezza delle relazioni internazionali”.
A questo punto sorgono spontanei due interrogativi :

1. Perché ancora non è stato attivato l’arbitrato internazionale che ci avrebbe assicurato la garanzia dell’applicazione del diritto internazionale come espressamente riportato dal Ministro nella Sua Lettera?
2. Chi è del MAE che non ha osservato le prescrizioni del Decreto Ministeriale 604/1994 ed ha consegnato il documento che chiedevo io o parte di esso al settimanale Panorama.
Condividiamo 

Fernando Termentini

Nessun commento:

Posta un commento