Translate

domenica 23 giugno 2013

Blatter minaccia il Brasile e il mondo del calcio…invece di dimettersi.

Che il padre padrone della Fifa Joseph Blatter sia poco interessato ai problemi reali della gente,lo sanno anche le galline,con tutto il rispetto per questi graziosi animali,ma ora l’arrogante Fifa insieme al suo arrogante presidente arrivano a minacciare i cittadini brasiliani.
Secondo il sito brasiliano Uol Esporte un vero e proprio diktat avrebbe ricevuto la Presidente brasiliana Dilma Rousseff o viene garantita la sicurezza per le squadre e i dirigenti o il torneo della Confederazione verra' sospeso e insieme al torneo rischia il blocco pure il mondiale di calcio previsto il prossimo anno.
Parole destinate ad aumentare le proteste e la rabbia popolare ed è un invito al governo brasiliano a usare il pugno di ferro nei confronti della popolazione .Alla Fifa e al suo Presidente le corruzioni piacciono,indagato in molte occasioni.lui ama i corrotti e i corruttori,basta vedere come è stato eletto,e basta vedere quello che riportano i giornali su di lui,ma questa notizia è di per se clamorosa,è la prima volta in assoluto che un organismo come la Fifa invita al pugno di ferro nei confronti delle persone,complimenti Blatter.
Attraverso il portavoce Fifa Pekka Odriozola sia via twitter che nella conferenza stampa di Rio,ha cercato di limitare i danni delle stupidaggini di Blatter  affermando:” La Fifa supporta e riconosce il diritto alla libertà di parola e di manifestazione pacifica e condanna ogni forma di violenza. La Fifa è in contatto costante con le autorità locali, abbiamo piena fiducia nelle misure di sicurezza e continueremo a monitorare la situazione. In questa fase né la Fifa, né il Comitato organizzatore locale, nè il Governo federale hanno discusso o considerato la cancellazione della Confederations Cup. La Fifa è in contatto costante con tutte le parti in causa, comprese le squadre, e non ha ricevuto alcuna richiesta di lasciare il Brasile da nessuna nazionale”.

Nessun commento:

Posta un commento