Translate

domenica 2 giugno 2013

Caso marò: Processo equo e rapido per i marò,dice l'ambasciatore Mancini



Maro': Mancini, da India processo rapido Meno male,ogni tanto si sentono le stesse parole,stanno lavorando,quando finiranno di lavorare non si sa,del resto è passato soltanto un anno e quattro mesi,hanno affidato tutto all'India e dopo tutti i palleggiamenti,visto che non c'è più niente da palleggiare,si affidano alla clemenza del grande paese democratico e amico del cuore "Santa madre India",che sicuramente terrà conto di queste genuflessioni mistiche e di queste adorazioni diplomatiche,ma sentiamo le parole dell'ambasciatore:"L'Italia si aspetta che l'India mantenga l'impegno di realizzare un processo ''equo e rapido'' per i due maro' Massimiliano Latorre e Salvatore Girone implicati in un incidente che causo' la morte di due pescatori indiani al largo del Kerala. ''Stiamo lavorando con le istituzioni indiane - ha detto - per le indagini e il processo che deve concludersi presto e con reciproca soddisfazione''.

Nessun commento:

Posta un commento