Translate

mercoledì 21 agosto 2013

ARTICOLO STAMINA - LA CURA CON CELLULE STAMINALI MESENCHIMALI DEL PROF. DAVIDE VANNONI fautore della cura con il metodo Stamina.

Eccomi di nuovo a voi, oggi voglio sensibilizzare l’opinione pubblica su un problema che, forse, pochi di voi hanno approfondito.
Oggi vi Parlerò di CURE STAMINALI per le malattie neuro-degenerative. Ne parlerò non solo in questo articolo perché i Mass Media si rifiutano di farlo, per loro è un argomento “tabu’” troppo “caldo” o, forse, troppo “scomodo”. Allora se loro non hanno il coraggio di farlo lo farò io, ma io più che coraggio lo ritengo un ATTO DOVUTO verso tutte le persone che soffrono, soprattutto i bambini che senza questa cura sono destinati a una morte certa.
A maggio 2013 è stata varata la legge per le cure staminali, una legge che rientra nell’ambito delle CURE COMPASSIONEVOLI, previste dalla legge turco-fazio, che permettono a chi ha malattie di cui non si hanno cure già testate, di usare cure alternative alla medicina tradizionale, come quella del Prof. Vannoni. Tuttavia,  per accedere a queste cure i malati devono fare una trafila lunghissima burocratica e di attesa, poiché l’unica struttura Pubblica che consente questa cura è lo Opedale Civile di BRESCIA, ma di questo e di come accedere alla cura STAMINA del Prof.  Vannoni ne parlerò dopo, per ora voglio soffermarmi alla legge e alle sue applicazioni. Il giorno 10 settembre verrà presentato in Parlamento un nuovo interessante emendamento che potrebbe evitare lunghe attese a CHI DI TEMPO NON NE HA PIU’ A SUFFICIENZA. Questo importante emendamento sarà proposto in aula dalla Senatrice Bonfrisco, non specifico di quale orientamento politico sia, lascio a voi la libertà di farlo, perché purtroppo so che il popolo italiano NON GUARDA cosa viene proposto per IL SUO bene, MA SOLO da CHI… e se la cosa viene proposta da un partito che si odia allora la cosa viene bocciata in partenza, andando sempre contro I PROPRI interessi, ma sarebbe ora di cambiare cultura e modo di interpretare la Politica, nel senso che la politica deve essere al servizio del cittadino e se qualche senatore/trice o Ministro o Parlamentare propongono qualcosa che serve a salvare la vita di molte persone va solo che appoggiato, a prescindere dal colore politico che ha.
L’emendamento che sarà proposto prevede che tutte Le REGIONI possano avere libera scelta di permettere la cura Stamina del Prof. VANNONI nelle loro strutture ASL e non solo presso gli SPEDALI CIVINI DI BRESCIA cosa che darebbe la speranza a chi è condannato a morire di avere una opportunità di salvezza e di miglioramento della propria esistenza.
Ora passerò a cosa è la cura STAMINA e chi ne potrà beneficiare e come si arriva a farlo:
Stamina Foundation onlus’ è una Fondazione costituita nel 2009 per promuovere la ricerca e l’applicazione delle cellule staminali adulte. Il presidente della fondazione è il Prof. Davide Vannoni.  Il vicepresidente è il dott. Marino Andolina. Il Sito ufficiale della fondazione è www.staminafoundation.org. La Fondazione nel corso degli anni ha sviluppato importanti ricerche nell’ambito della selezione, dell’espansione e dell’indirizzamento di cellule staminali adulte del midollo osseo
 Stamina propone ai suoi pazienti un metodo basato sulla lavorazione delle cellule staminali mesenchimali. Il paziente stesso, o un donatore nei casi di patologie neurodegenerative, viene sottoposto a carotaggio, tecnica con la quale dallo stroma osseo del bacino vengono prelevate le cellule che saranno messe in coltura per circa un mese per essere lavorate.  Successivamente le cellule stesse vengono iniettate al paziente (infusioni endovenose o spinali). Ogni carotaggio permette di compiere 5 infusioni, che vengono generalmente fatte ogni due mesi nell’arco di un anno (in funzione delle condizioni del paziente). La preparazione delle cellule – effettuata dai biologi di Stamina Foundation - avviene presso il laboratorio del centro trapianti  (GLP). Tutte le operazioni  descritte sopra vengono svolte presso un ospedale pubblico, gli Spedali Civili di Brescia, sotto il rigoroso controllo della struttura sanitaria.

 Percorso per accedere alle cure
- il paziente una volta ricevuta la prescrizione dal Dr Andolina e la negazione da parte dell’ospedale di Brescia di trattare il proprio caso (causa blocco dell’AIFA) si trova necessariamente costretto a percorrere la via legale facendo ricorso al Tribunale del Lavoro secondo l’ex art.700. Ad oggi il solo ospedale che effettua la terapia secondo il metodo Stamina sono gli Spedali Civili di Brescia che si trovano a ricevere ogni giorno nuove ordinanze giuridiche d’urgenza di effettuare le cure compassionevoli secondo il metodo Stamina. Le informazioni dettagliate sull’accesso alle cure sono disponibili qui: http://www.movimentoprostamina.com/categorie/come-avviare-le-cure-con-il-metodo-stamani/
La situazione d’emergenza attuale, ad agosto 2013
La lista d’attesa dei pazienti che hanno vinto il ricorso e stanno attendendo di essere chiamati dagli Spedali Civili di Brescia per accedere alle cure è oramai inaccettabile, l’urgenza delle ordinanze non trova risposta e i pazienti dopo aver investito denaro per gli avvocati, speranze, tempo e fatica anche dal punto di vista legale ancora non possono veder riconosciuti i loro diritti alla cura. Ricordiamo che sono pazienti affetti da malattie gravi e a rapido peggioramento (SMA1, Sla Bulbare, morbo di krabbe, leucodistrofia metacromatica…)
Il giorno 1 Agosto Stamina ha depositato il protocollo standardizzato della metodica all’Iss per consentire l’inizio della sperimentazione in laboratori farmaceutici (GMP), nonostante il Ministero della Salute non abbia considerato le richieste del Prof. Vannoni che avrebbero garantito maggiore trasparenza  (es: istituzione di una C.R.O., organizzazione internazionale di controllo) e disinteresse nel compiere la sperimentazione stessa (ad oggi il comitato scientifico è composto da membri che hanno espresso in passato opinioni pregiudizievoli contro il metodo Stamina – documento disponibile qui: http://www.movimentoprostamina.com/24072013-elenco-di-articoli-che-riportano-opinioni-pregiudizievoli-verso-stamina-espresse-da-alcuni-membri-del-comitato-scientifico-per-la-sperimentazione/
Per maggiori informazioni aggiornate su Stamina consigliamo di visionare questo sito:  http://www.movimentoprostamina.com/
Nel sito, vi è la sezione VIDEO PAZIENTI che contiene diversi video sui miglioramenti di alcuni pazienti in cura che hanno pubblicamente mostrato i miglioramenti (come il caso della piccola Celeste C. affetta da SMA1 , che ora disegna e sta seduta sulla sedia, il caso di Gioele G, anche lui affetto da SMA1 che fino a pochi mesi fa era pericolosamente sottopeso e che ora pesa 8 kg, il caso di Sebastian – che ora muove le gambe e che è seguito da uno dei massimi esperti di Sma, il dott. Marcello Villanova, che ha rilasciato interviste in TV sui miglioramenti registrati) . Anche un medico, dott. Merlino , quando era Direttore Vicario della Sanità di Regione Lombardia, ha provato su di sì il metodo Stamina (in quanto affetto da una particolare forma di SMA) e ha riportato notevoli miglioramenti. Suggeriamo di vedere due tra i video disponibili:
e
Voglio ringraziare innanzi tutto Alice Amadi e Rosalinda la Barbera e tutte le altre persone che ancora non conosco che sono impegnate in questa dura battaglia contro il tempo, contro le sofferenze e contro la morte di persone innocenti che chiedono solo di avere una opportunità di curarsi e poter vivere una vita quasi normale. Ringrazio il Prof. Vannoni Davide (il suo nome mi ricorda Davide contro Golia e spero che riesca a sconfiggere il Golia che combatte da tempo) e il Dott. Marino Andolina per il loro impegno sociale. Ringrazio INFORMASICILIA per la sua disponibilità a pubblicare i miei articoli, di qualunque cosa parlino. Ringrazio altresì tutte le altre testate giornalistiche e i miei carissimi amici blogger che mi aiuteranno a diffondere questo articolo per il bene di chi soffre.
Emanuela Rocca
 

13 commenti:

  1. Il problema è che il tutto è stato portato avanti da quelli di Stamina in maniera a dir poco truffaldina (e infatti sono sotto indagine da parte di Guariniello).
    E finchè non sarà dimostrata SCIENTIFICAMENTE, per favore, non chiamatela cura, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @BOBOVIZ & JARI : Gentile boboviz , quella di Stamina Foundation si chiama CURA COMPASSIONEVOLE ed è pienamente legittimo chiamarla così.Anche il Ministero e l'ISS lo hanno riconosciuto (cfr. Decreto-Balduzzi). Il concetto di "dimostrare scientificamente" che lei cita è un concetto relativo, un costrutto sociale che varia nel tempo e pure per le discipline. Se parliamo di "raccolta sistematica dei dati", questo è un processo in fieri per Stamia, come dichiarato più volte da Vannoni. Ma vede, ci sono delle famiglie che non possono permettersi di dire: "va beh, curerò mio figlio/mia mamma quando vedrò un articolo sui risultati di Stamina Foundation pubblicato in una rivista peer-reviewed come EMBO o sull'American Journal of Medicine", tra circa 2 o 3 anni". C'è gente che non può aspettare 2 o 3 anni. Dietro questo bisogno c'è per versi la differenza tra "approccio umanistico" e "approccio matematico" alla scienza. Il metodo è stato dichiarato SICURO dagli Spedali Civili di Brescia e questo è già un dato certo. Quanto al "Truffaldino" , sul quale NON concordo assolutamente, ricordo che un conto è essere sotto indagine, un conto è ricevere una sentenza definitiva (che ad oggi NON c'è). E che le cure sono TOTALMENTE GRATUITE. QUanto a @JARI H , ricordo che il protocollo stamina è stato consegnato l'1 agosto 2013 all'ISTITUTO SUPERIORE della sanità. Quindi non è "invisibile". Forse lei vorrebbe vederlo, ma mi sembra più che legittimo cheidere un accordo di confidenzialità su quello che ad oggi è l'unica proprietà intellettuale di Stamina Foundation. Non le pare? Quanto alle competenze in biologia di Vannoni e Andolina, le è mai venuto in mente che forse in Stamina Foundation ci sono anche dei biologi che lavorano seriamente e con molta dedizione e professionalità? Comunque, sull'uso ripetitivo del termine "truffa" invito a cautela. non sono un avvocato ma penso che farlo su internet in pagine pubbliche possa comportare delle sanzioni (ma è una mia personale ipotesi). EManuela Rocca ha fatto un ottimo servizio, a mio parere, e anche coraggioso: complimenti per il lavoro svolto! . DA: Emanuela 2013 (Movimento Pro Stamina)

      Elimina
    2. A me risulta che una persona è colpevole nel momento in cui c'è una prova evidente. Una indagine non vuole dire essere colpevole di nulla, vuol dire solo che necessitano chiarimenti. Il laboratorio in cui vengono "lavorate" le cellule staminali mesenchimali secondo il metodo Stamina, per esempio, è lo stesso laboratorio dove si lavora il midollo osseo utilizzato per centinaia di migliaia di trapianti a bambini di tutta Europa, come potrebbe essere "non idoneo" o "sporco"? Ma per piacere, ma ci rendiamo conto che il potere in Italia è in mano alla Magistratura che ora pretende di metter voce persino sulla salute degli italiani, di quelle persone che tra l'altro non hanno alternative di vita, se non tentare con le cellule staminali, che non hanno mai avuto alcun effetto collaterale? Cosa rischierebbero secondo lei? Truffa di che, quando è tutto praticato con il SSN ed i fondi ricavati dalla Stamina Foundation Onlus tramite le donazioni dei privati, come me, con il 5x1000 o per chi ne ha la disponibilità, con versamenti, quindi "dimostrabili"?

      Elimina
  2. Ah, ah, ah, non siete nemmeno capaci di scrivere un articolo correttamente.
    "ecnica con la quale dallo stroma osseo del bacino vengono prelevate le cellule che saranno messe in coltura per circa un mese per essere lavorate"
    Un mese è quanto ci mette un "normale" laboratorio che utilizza le staminali (ce ne sono una decina in tutta Italia), mentre Vannoni si è sempre vantato di poterle coltivare in poche ore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettiamo tutti che ci insegni lei a parlare e a scrivere, e anche cosa dire, come e quando.

      Elimina
    2. forse Boboviz non sa la differenza tra "coltivare" e "differenziare"...va beh, forse non è così preparato in tema di staminali...

      Elimina
  3. Ci sono diverse inaccuratezze e grandi superficialita' in questo post che non fa nessun servizio al pubblico ma contribuisce alla devastante disinformazione prodotta da un programma televisivo. Superficialita' e inaccuratezze che sono solo alcune di quelle che hanno portato l'intera comunita' scientifica e medica a contestare il cosiddetto "metodo" Vannoni in quanto:
    1) bisogna essere seri quando si parla di cure e averne le prove
    2) le "cure" avviate a Brescia sono state bloccate dall'AIFA e definite illegali dal presidente del Comitato Nazionale Trapianti in quanto non vi erano requisiti tecnici e biologici per avviarle (leggasi Corriere Bergamo di questo mese ma anche molti altri quotidiani)
    3) in audizione presso la Commissione Affari Sociali del Parlamento, Vannoni e Andolina hanno dimostrato di non sapere e capire niente di cio' che stanno facendo (basta ascoltare le registrazioni)
    4) la "cura" del Prof Vannoni e' invisibile non e' pubblica non ha alcuna prova biologica ne' razionale circa la sua sussistenza - in altre parole e' come iniettare nei malati una manciata di sabbia. Forse per questo lo si vuole tenere segreto, fatto che nella medicina e tanto piu' se uno crede di avere una terapia salvavita non e' affatto eticamente tollerabile. Se fosse una cura la segretezza del metodo sta impedendo oggi a migliaia di persone al mondo di essere guarite.
    5) e' invece dimostrato da Nature che il "metodo" altro non e' che il frutto di copiatura e falsificazione di artefatti russi - e qui c'e' uno dovrebbe comprendere con chi ha a che fare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro sig. Jari, io invece le posso produrre la documentazione dei nulla osta di AIFA alle cure compassionevoli praticate agli Spedali Civili di Brescia, sia pre-inchiesta di Guariniello, che successivamente. L'audizione in Parlamento evidentemente è stata tanto controproduttiva da far stanziare allo Stato 3 milioni di Euro per la sperimentazione. La cura non è stata pubblicata, ma non per questo lei si può permettere di dire che viene iniettata sabbia, forse si dovrebbe informare su cosa sono le cellule staminali mesenchimali. Tra l'altro le vorrei ricordare che ci sono migliaia di cliniche private in tutto il mondo che "iniettano", come dice lei, cellule staminali, A PAGAMENTO, ma non mi risulta che nessuno si sia ancora lamentato per questo. Nature ha parlato di plagio, quando la dottoressa da cui il prof. Vannoni avrebbe copiato il metodo in realtà ha collaborato con i suoi biologi per anni, e questo lo ha sempre detto. Secondo lei l'ospedale di Brescia, che è una perla della Sanità italiana, metterebbe a repentaglio tutta la struttura, per una truffa? Lei vede truffe ovunque perchè ci è avvezzo, evidentemente. Lei parla di soldi pubblici. Quali? Quelli che devono venir sborsati ogni giorno per fornire ai malati i supporti meccanici, l'ossigeno, l'assistenza domiciliare, o quelli del tutto inesistenti per i ricoveri ospedalieri, di 2 giorni in genere, per avere l'infusione? Sorvoliamo sulla protesta delle famiglie SMA, che vorrebbero la sperimentazione su SMA1 ma contestano il metodo Stamina. Su chi dovrebbero fare la sperimentazione, allora, visto che i loro figli non li "presterebbero" come cavie? Su quelli degli altri? O forse vorrebbero la sperimentazione solo su SMA1, degli altri chi se ne frega? Vannoni non è un biologo, Andolina è un pediatra conosciuto a livello mondiale, ma non sono certo loro che lavorano nei laboratori, hanno i loro biologi... Credo che l'ultimo suo punto da solo sia sufficiente per far chiarire l'elevato livello della sua intelligenza

      Elimina
  4. 6) le cure compassionevoli non hanno niente a che fare con la compassione - somministrare una truffa non e' compassionevole ma e' un inganno
    7) la stessa definizione di cura compassionevole non e' affatto quella di cura alternativa data in questo post (perche' non cellule di squalo? o cordonali?) ma deve avere requisiti stabiliti dalla legge del 2003 e dal decreto ministeriale Turco (che non e' legge) e disattesi da Brescia e Stamina
    8) l'emendamento del parlamentare PDL se passasse sarebbe una ecatombe: significherebbe approvare l'inganno, la falsa terapia a suon di soldi pubblici e ovviamente senza essere di alcun beneficio ai malati
    9) quello che e' noto del metodo Stamina non e' quanto descritto nel post. manca infatti il passaggio fondamentale e egualmente inutile millantato dal Vannoni e Andolina che sta nel trasformare cellule che normalmente fanno osso in neuroni terapeutici - il tutto senza mostrare niente - un po' come pensare che aggiungendo un paio di ali si possano costruire le macchine volanti
    10) i video dei presunti miglioramenti proposti su YouTube non mostrano alcunche' anzi semmai mostrano in alcuni casi persino un deterioramento e non e' certo YouTube a definire la medicina ma sono le valutazioni di esperti indipendenti - che hanno gia' ripetutamente detto la loro
    11) il post non cita la curiosa esclusione della SMA dalla lista delle malattie che Vannoni vorrebbe testare con la sperimentazione perche', a detta sua, 18 mesi di sperimentazione non riuscirebbero a dimostrare alcuna efficacia e la variabilita' della malattia troppo elevata. Ma come? E i due minuti di video che mostrerebbero la SMA "curata" o "migliorata"? Non e' che quei poveri bambini trattati con la badilata di materiale ignoto avrebbero avuto quegli stessi movimenti, quelle stesse fluttuazioni comunque perche' la malattia e' variabile? E cosa si inietta in questi poveri soggetti umani?
    12) nel post non si citano le qualificazioni nulle in materia di Vannoni e Andolina che non hanno alcuna competenza per trattare dell'oggetto biologico di cui parlano.
    Per parlare bisogna conoscere e non schierarsi e quanto sopra e' solo la minima parte della sospetta "miracolosa" cura del Prof. Vannoni, plurindagato per truffa e somministrazione di farmaci pericolosi.

    RispondiElimina
  5. Bene, noi ci abbiamo messo faccia nome e cognome e questo significa trasparenza, voi che state criticando tutto avete dei sinonimi, ebbene quando si fanno certe affermazioni come minimo ci si presenta, sono tizio e caio e sono specializzato in.... allora dopo potremo discutere seriamente con voi, grazie
    Emanuela Rocca

    RispondiElimina
  6. Premesso che ogni paziente o genitore di figli con una diagnosi di malattia ad esito infausto dovrebbe essere libero di tentare, (attenzione ho scritto "tentare" e non "scegliere" dato che nè la medicina nè la scienza propongono alternative) la speranza che ritiene opportuna,l'efficacia del metodo stamina è visibile nei miglioramenti dei pazienti,attestati e valutati da esperti competenti e non millantati da genitori "disperati e farneticanti".Tralasciando come mai una delle strutture Italiane piu' rinomate e all'avanguardia si sia resa sede dell'avvio delle cure compassionevoli,( addirittura senza requisiti tecnici e biologici!!!)ora, con buona pace di tutti partira' la "pseudo-sperimentazione" nella quale i protagonisti hanno avuto zero voce in capitolo ma guarda caso, dove appena consegnato il protocollo in molti lo richiedevano pubblico...A vigilare sulla sperimentazione ci saranno tutti coloro che hanno "salvato il mondo" bloccando Brescia,come mai, non si fida piu' nessuno? L'argomento dell'esclusione della sma dalla sperimentazione è gia' stato ampiamente discusso,e anche qui diventa singolare il fatto che chi riteneva il metodo una truffa e pericoloso ora si ritrovi a sostenere una battaglia contro l'esclusione di una patologia dalla sperimentazione.Ultima riflessione sull' inchiesta che vede il prof. Vannoni plurindagato per truffa e somministrazione di farmaci pericolosi:come mai dopo anni non è stato ancora rinviato a giudizio? comprendo la lentezza della giustizia italiana,ma non stiamo parlando della salvaguardia della salute e dei diritti dei cittadini?...o forse in quei fascicoli c'è moolto,ma moolto meno di quello che vogliono farci credere?

    RispondiElimina
  7. http://www.movimentoprostamina.com/24072013-importante-il-dott-coppini-scrive-dei-miglioramenti-riscontrati-con-la-metodica-stamina-a-bruno-vespa/ a questi signori che parlano del metodo stamina e della sua inefficacia fatevi questa lettura.. Forse anche il direttore degli spedali civili di Brescia e' un visionario pazzo. Date una risposta a questo.

    RispondiElimina
  8. @BOBOVIZ & JARI : Gentile boboviz , quella di Stamina Foundation si chiama CURA COMPASSIONEVOLE ed è pienamente legittimo chiamarla così.Anche il Ministero e l'ISS lo hanno riconosciuto (cfr. Decreto-Balduzzi). Il concetto di "dimostrare scientificamente" che lei cita è un concetto relativo, un costrutto sociale che varia nel tempo e pure per le discipline. Se parliamo di "raccolta sistematica dei dati", questo è un processo in fieri per Stamia, come dichiarato più volte da Vannoni. Ma vede, ci sono delle famiglie che non possono permettersi di dire: "va beh, curerò mio figlio/mia mamma quando vedrò un articolo sui risultati di Stamina Foundation pubblicato in una rivista peer-reviewed come EMBO o sull'American Journal of Medicine", tra circa 2 o 3 anni". C'è gente che non può aspettare 2 o 3 anni. Dietro questo bisogno c'è per versi la differenza tra "approccio umanistico" e "approccio matematico" alla scienza. Il metodo è stato dichiarato SICURO dagli Spedali Civili di Brescia e questo è già un dato certo. Quanto al "Truffaldino" , sul quale NON concordo assolutamente, ricordo che un conto è essere sotto indagine, un conto è ricevere una sentenza definitiva (che ad oggi NON c'è). E che le cure sono TOTALMENTE GRATUITE. QUanto a @JARI H , ricordo che il protocollo stamina è stato consegnato l'1 agosto 2013 all'ISTITUTO SUPERIORE della sanità. Quindi non è "invisibile". Forse lei vorrebbe vederlo, ma mi sembra più che legittimo cheidere un accordo di confidenzialità su quello che ad oggi è l'unica proprietà intellettuale di Stamina Foundation. Non le pare? Quanto alle competenze in biologia di Vannoni e Andolina, le è mai venuto in mente che forse in Stamina Foundation ci sono anche dei biologi che lavorano seriamente e con molta dedizione e professionalità? Comunque, sull'uso ripetitivo del termine "truffa" invito a cautela. non sono un avvocato ma penso che farlo su internet in pagine pubbliche possa comportare delle sanzioni (ma è una mia personale ipotesi). EManuela Rocca ha fatto un ottimo servizio, a mio parere, e anche coraggioso: complimenti per il lavoro svolto! . DA: Emanuela 2013 (Movimento Pro Stamina)

    RispondiElimina