Translate

sabato 31 agosto 2013

Il premio nobel della pace Obama sta per dare l’ordine d’attacco.

Il premio nobel della pace Obama dovrebbe restituire il premio considerando che lui e la pace non centrano niente. Stanno facendo un gioco sporco  diciamolo chiaramente,la voglia di fare business,di entrare nel grande mercati delle ricostruzioni,degli appalti,dello sfruttamento di immensi  giacimenti vedi Leviatah,il più grande giacimento di gas del Mediterraneo ,e guarda un po’ si trova giusto davanti alla Siria.La Francia poi scatta sempre sull’attenti ,i francesi  come gli italiani stanno per trasformarsi in un entita geografica ,i presidenti vengono scelti ,e che sia conservatore o che sia socialista non conta niente ,deve obbedire e basta.
Ora le primavere arabe sono state il più grande crimine perpetrato dall’occidente ,invece di fare pressioni,e agevolare una transizione che portasse alla democrazia e ai diritti umani .creando i presupposti per un cambiamento democratico civile,laico,in armonia con il diritto internazionale e con i diritti umani. l’occidente ha pensato bene di destabilizzare intere aree ,di armare terroristi di far compiere a questi i peggiori crimini e dare la colpa ai regimi.
E questo sta accadendo in Siria ,basta andare su you tube e si possono vedere questi criminali assoldati da queste lobbies  che si fanno chiamare occidente,loro delle conseguenze delle loro azioni non se ne fregano niente,purchè distruggano ricostruiscano mettono le loro banche ,imprese,persone pronte a suonare la grancassa  della disinformazione.
Tutta la feccia di Al Qaeda,tutti la a dare il loro contributo di bestialità,cuori mangiati,teste tagliate,stragi fatte con brutalità…e questi sarebbero i liberatori.
Al premio nobel della pace non gli sta andando bene,l’Inghilterra ha vitato contro,la Germania e l’Italia non parteciperanno,è rimasta la Francia e la Turchia. Israele guarda osserva,da un lato avrebbe i benefici della disintegrazione degli stati confinanti dall’altro aumenterebbero i rischi con tutti quei fanatici mussulmani in giro .
Il grande assente è quello che evocano tutti l’Onu .
Ormai l’Onu,questo tipo di Onu non serve a niente,andrebbe cambiato,e cambiato completamente.
I politici italiani lo citano e lo evocano,per dire che senza Onu l’Italia non si muove (Letta).
Il duo comico poetico Bonino Mauro poi si contraddistinguono sempre per le loro capacità di analisi ma la chicca ,la vera chicca è del Ministro della difesa Mauro
“ L’ipotesi di un intervento di Usa o Francia in Siria deve essere considerato una sorta di segnale alla dittatura di Assad e non una guerra vera e propria. La verità è che rimangono sullo sfondo i rischi collegati ad uno scenario che può essere devastante.  E’ rilevante  la posizione del Governo Italiano che, insistendo per trovare una soluzione politica e rinviando all’autorità e all’autorevolezza delle Nazioni Unite, ricorda a tutti qual è il compito della comunità internazionale".Mario Mauro Ministro della difesa italiano.
Poesia pura ,un segnale alla dittatura,non una guerra ,abbiamo scoperto anche il disimpegno italiano sui marò,non hanno avuto l’ordine dall’Onu per attivarsi….Grande Mauro e pensare che molti vogliono sapere se ci è o ci fa…è un grande punto e basta e godiamoci le sue perle di saggezza,le rimpiangeremo.

 

Nessun commento:

Posta un commento