Translate

venerdì 23 agosto 2013

La camera degli imputati








La corruzione politica sta
assomigliando sempre più al crimine organizzato.
Il politico corrotto è come un boss della mafia.
Quando uno della casta criminale cade in disgrazia,
se si comporta bene e non parla riceve assistenza
economica e sociale per la sua famiglia. Dovrebbe
essere lo Stato a tutelare chi denuncia dandogli
la possibilità di continuare a fare impresa, ma ciò
non avviene e si rischiano quindi pericolose deviazioni.
Per potersi ribellare a un potere che esercita
abuso, malaffare e violenza attraverso la corruzione
bisogna conoscere e riconoscere il fenomeno
criminale. La classe politica si è guardata bene dal
far comprendere ai cittadini l’enorme portata dei
crimini di corruzione. E quindi ha oggi di fronte
un’opinione pubblica disorientata e incapace di
capire.

Da "Il sistema corruzione"

Nessun commento:

Posta un commento