Translate

domenica 25 agosto 2013

La fisica e attivista indiana Vandana Shiva denuncia l'Ogm

Considerato il nemico numero uno del settore OGM, la fisica e attivista indiana Vandana Shiva dice che c'è una dittatura del cibo, dove poche grandi società controllano l'intera catena di produzione. E dà pane al pane: Nestlé, Cargill, Monsanto, Pepsico e Walmart.
"Queste aziende vogliono appropriarsi del cibo e l'evoluzione dei semi, che sono un patrimonio dell'umanità e il risultato di milioni di anni di evoluzione della specie", dice.
Feroce critica biopirateria, Shiva fa notare che l'unico modo per combattere il controllo di potere su di attivismo individuale è tempo di consumare prodotti più sani e di migliore qualità.
Leggere le parti principali della esclusiva foglio durante il 3 ° Agroecologia internazionale a Botucatu.
È possibile alimentare il pianeta senza utilizzare GM?
L'unico modo per nutrire il mondo è sbarazzarsi di sementi transgeniche. Questi semi non producono alimenti, ma i prodotti trasformati. Come questo potrebbe essere la soluzione per la fame? Sono solo la creazione di un maggiore controllo sui semi. Dal 1995, quando le società hanno il diritto di controllare i semi, 284.000 agricoltori si sono suicidati in India.Abbiamo perso 15 milioni di agricoltori a causa di un progetto di produzione agricola creato per porre fine alla fattoria di famiglia.
Come cambiare l'alimentazione del modello agro-industriale a una basata sulla produzione familiare e sito di distribuzione?
Piccole aziende producono l'80% del cibo mangiato nel mondo. Le industrie producono materie prime. Solo il 10% di mais e soia sono mangiati dalla gente, il resto è 'mangiato' dalle automobili, come i biocarburanti, e gli animali. E 'possibile aumentare questi 80% al 100% la protezione della biodiversità, terra, gli agricoltori e la salute pubblica. E 'solo attraverso agroecologia che la produttività agricola può aumentare.
Mentre le grandi imprese dominano la catena alimentare globale?
Se si guardano le quattro facce che determinano il nostro cibo, sono tutti controllati da grandi aziende. I semi sono controllati da Monsanto attraverso transgenici; commercio internazionale è controllato da cinque colossi; lavorazione è controllata da altri cinque, come Nestlé e PepsiCo, ed è nelle mani dei giganti del retail come Wal-Mart, che ama prendere comunità al dettaglio delle piccole imprese e delle connessioni molto diretti tra produttori e consumatori. Sono lunghe catene e invisibili, dove il 50% del cibo è perso.
Noi abbiamo una dittatura di cibo. La ragione per cui ho viaggiato fino in Brasile è perché io sono totalmente a favore della libertà alimentare, una dittatura perché il cibo non è solo una dittatura. È la fine della vita.
Come società sono venuti a questa zona?
Purtroppo, il cosiddetto libero commercio ha portato la libertà per le aziende, ma non per le persone. Le aziende stanno scrivendo le regole e diventare sovrani.
Diritti intellettuali concordate tra le organizzazioni globali sono stati scritti da Monsanto.Per loro, il problema era che i contadini tenevano i semi. E la soluzione offerto era per dire che salvare seme è ora un reato di proprietà intellettuale. Questo è quello che dicono le norme dell'OMC. India, il Brasile, l'America Latina e l'Africa dovrebbe dire: 'Non si può brevettare la vita perché la vita non è stata inventata. Smettere biopirateria '.
Fino ad ora, la revisione delle norme non era permesso, il che dimostra che queste aziende fanno le regole. E non solo in sede di OMC. Monsanto ha scritto l'atto di protezione per il bilancio degli Stati Uniti. Il vice presidente della Cargill è stato assegnato a scrivere la legge del commercio e l'agricoltura statunitense.
Fabio Braga-29.mai.2012/Folhapress
L'attivista indiana Vandana Shiva, 59 anni, che è venuto in Brasile a tenere una conferenza sui temi di Rio +20
L'attivista indiana Vandana Shiva, 59 anni, che è venuto in Brasile a tenere una conferenza sui temi di Rio +20
È possibile modificare questa impostazione?
L'unico modo per invertire questa situazione è ogni persona facendo la loro parte per ripristinare la libertà e la democrazia del cibo. Dopo tutto, ognuno di noi mangia due o tre volte al giorno. E ciò che mangiamo decide chi siamo, se il nostro cervello funziona correttamente, o il nostro metabolismo è sano o se a causa di micronutrienti, stiamo diventando obesi. Questo riguarda tutti: i poveri perché gli è stato negato il diritto al cibo, ma anche chi non può mangiare perché stanno mangiando cibo. Io lo chiamo anticomida perché il cibo ci deve nutrire. Le corporazioni alimentari mortali stanno portando ci distrugge la capacità di cibo per nutrire noi e invece è nel causare la malattia.
Ognuno di noi deve diventare un forte attivista per la libertà di cibo e sementi nel nostro giorno per giorno. Questo significa che dobbiamo sostenere più agricoltori e agroecologia.Dobbiamo impegnarci per una sana alimentazione.
Qual è l'importanza del Brasile in questo gioco?
Il Brasile ha un ruolo molto importante. Da un lato è una agricoltura altamente distruttivo e irresponsabile, mantenuto da società, portando GM, prodotti chimici e peggioramento della carestia. D'altra parte, il modello agroecologico è caratterizzato dalla diversità, la conoscenza popolare, il meglio della scienza, ed effettivamente portare cibo alle persone.Questa lotta si svolge proprio qui, in Brasile.
Probabilmente, il Brasile ha la più alta percentuale di diversità alimentare in agricoltura.Tuttavia, la maggior parte non sono usati per l'alimentazione umana. Ad esempio, le piantagioni di canna da zucchero e soia vanno in alimentazione animale e per la produzione di combustibili.
Il Brasile è parte di quello che chiamano i BRIC. Non mi piacciono i 'mattoni'. Io preferisco le piante. Ma è un giocatore forte sulla scena mondiale, ed i giocatori potranno decidere come gli altri giocare.
Qual è il ruolo della società urbana in relazione alla fattoria di famiglia?
E 'molto felice. Non perché credo che le aree urbane hanno più ricchezza e più potere, ma perché, per avere più ricchezza, avere più responsabilità. E perché controllano il processo decisionale, sia in termini di come l'atteggiamento del governo in termini di consumo. Se cambiano il loro consumo postura lontano dalla società, l'acquisto, anche il cibo da piccoli produttori, non solo aiutano l'agricoltore famiglia, ma anche aiutare la terra e il proprio corpo.
Recentemente il presidente di Nestlé ha detto che è necessario privatizzare la fornitura di acqua. Quali sono le conseguenze di questo processo?
Tutto ciò che è essenziale alla vita fin dall'inizio della storia, in tutte le culture, è stato riconosciuto come appartenente alla società. E che comprende semi, perché il seme è la base del cibo, tra cui l'acqua, perché l'acqua è vita. E sono queste caratteristiche queste gigantesche corporazioni vogliono racchiudere. Queste sono le nuove inclusioni commerciali. Proprio come in Inghilterra, hanno enclausuraram la terra, ei contadini di avere preso la rivoluzione industriale.
Oggi, la società giganti stanno assumendo i beni comuni che sono i semi, la biodiversità, l'acqua. Quando Nestlé dice che è necessario privatizzare l'acqua, sono ovviamente pensando alla necessità di aumentare i loro profitti. Essi non stanno pensando al bisogno di costante e falde acquifere in fase di ricarica, perché le aziende possono solo costruire un'economia estrattiva. Se loro privatizzare l'acqua, saranno solo prendere l'acqua a loro, il che significa che le comunità locali sono rimaste senza acqua. Quindi è una rapina.
Le Nazioni Unite devono riconoscere che il diritto all'acqua è un diritto umano. La Coca-Cola ora vuole entrare nella mia valle, una valle nella splendida Himalaya, chiamato Dune Valey. Nel mese di maggio abbiamo iniziato una campagna per la privatizzazione delle società di imbottigliamento di acqua con questi mezzi, in primo luogo, che il diritto all'acqua è distrutta. La falda acquifera, che appartiene a tutti, è ormai imbottigliato in una bottiglia di 10 Rupis che può è accessibile solo ai ricchi. Il povero solo bere acqua contaminata.
La seconda cosa è che distrugge l'acqua, e non so quanto tempo che l'estrazione può sopportare. Il terzo è che si inquina. Che lascia poche fonti di acqua pura, e se hanno davvero curato, dovrebbero ripulire quel poco di ricambio, invece di rubare ciò che resta pulito. Questo è il furto d'acqua, e quindi un crimine contro l'umanità.
Questa dipendenza della Coca-Cola è uno dei vizi della vita moderna. Abbiamo bevande molto più sani.
In India, ha iniziato una campagna per i nonni insegnano ai loro nipoti le bevande fredde che hanno usato per fare. Siamo un paese tropicale, sappiamo come trasformare ogni frutto in una gustosa bevanda: un succo di mango crudo, che è grande per evitare colpi di calore, una meravigliosa miscela di sette grani, che è come un pasto completo, e se preso a colazione, non hai bisogno di niente altro. Bevande velenose che vengono venduti da Nestlé e Coca-Cola rubano i nostri soldi, la nostra acqua e la nostra cultura.
Qual è l'alternativa alla globalizzazione?
In origine, il libero scambio dovrebbe riconoscere la libertà di tutte le specie e quindi non avrebbe distrutto qualsiasi specie o di un ecosistema. In origine, il libero scambio riconoscere i diritti dei contadini e dei popoli indigeni, e quindi non avrebbe tagliato le radici. Riconoscere anche i diritti dei piccoli agricoltori e sarebbe fare in modo che non ci sono prezzi equi, invece di cercare di indebolire il prezzo di dumping e di buttare via prodotti.
Un vero libero scambio sarebbe la libertà per il popolo e non la libertà per le aziende.Quello che abbiamo ora è una aziendalizzazione globale con colpa grave, la distruzione negligente e imprudente. Quello che ci serve è una libera coscienza che è profondamente consapevole della nostra interconnessione con altre specie, altre culture e con tutta l'umanità. Dobbiamo essere consapevoli del danno che facciamo agli altri. Così, noi non aumentare le dimensioni del nostro calpestata ecologico, ma cerchiamo di ridurlo.
E, il cibo, l'unico modo è possibile ridurre il calpestio sta cambiando agroalimentare di agroecologia, cambiare la distribuzione globale per la distribuzione locale, cambiare di un sistema violento che dipende corporate governance di un sistema pacifico, che dipende comunità e di solidarietà. Con il tempo ci siamo trasferiti esso, calpestio riduce. Siamo in grado di andare al ecologico industriale e globale e locale.
Come accelerare il processo di allineamento tra i vari movimenti di uno stile di vita più sostenibile?
Agroecologists, contadini e contadine sono, a mio parere, i più grandi protettori del pianeta. E 'tempo di rendersi conto dei movimenti ecologisti che i veri ambientalisti sono agricoltori che realmente ricostruire il suolo, che stanno crescendo in un modo che gli scarafaggi non sono morti, che proteggono l'acqua.
E il movimento per la salute deve rendersi conto che gli agricoltori sono i medici che coltivano cibo sano è il miglior contributo che possiamo dare. Nel momento in cui noi facciamo queste connessioni, c'è una nuova vita, perché la vita si sviluppa attraverso interrelazioni.

Nessun commento:

Posta un commento