Translate

lunedì 23 settembre 2013

Bonino a New York,di tutto parlerà, escluso dei marò.

La Bonino a New York ci fa sapere che il governo italiano è  "costantemente in contatto con le autorità indiane" per il caso dei marò. "E' chiaro che queste mie giornate all'assemblea generale dell'Onu potranno darmi l'opportunità per affrontare anche questo delicato tema", ha aggiunto la Bonino.
Se qualcuno pensa alla Bonino che si mette a denunciare l’India davanti a tutti per il suo atteggiamento  banditesco,o se qualcuno la immagina alla Kruscioff,che si toglie una scarpa e la sbatte sul tavolo e sul microfono,se lo togliesse dalla testa,la Bonino non rappresenta l’Italia e gli interessi italiani,si trova li per altri motivi e per altre missioni. Così come fece Monti l’anno scorso ,ci racconterà delle favolette,ci parlerà di prese in giro cosmiche,di unità d’intenti internazionali  di fiducia di buoni e cattivi,di abbracci e cotillon vari e sapremo anche che la signora delle ca…è molto considerata da quelli che gli danno ordini.
A margine quando i riflettori  si saranno spenti  una nota di Palazzo Chigi ci farà sapere che la Bonino ha incontrato il primo ministro indiano per parlare deì marò,che con ostinata cocciutaggine segue il caso,che farà di tutto per portarli a casa,e che a noi umili cittadini ci prenderà per il c…a vita.
Guardate che non sto scherzando ,ormai questa è la realtà,sono questi gli uomini che vengono scelti per governare il paese.
Alfredo d'Ecclesia

Nessun commento:

Posta un commento