Translate

lunedì 30 settembre 2013

caso marò: la Bonino apre ai marò su fb.

 - ''Non e' accertata la colpevolezza, e non e' accertata l'innocenza. I processi servono a questo''. E'
quanto scrive lo staff del ministro degli Esteri, Emma Bonino, in risposta ad alcuni dei commenti che si stanno susseguendo nello spazio aperto ieri sulla sua pagina Facebook, ''per ospitare pareri e commenti sulla vicenda che ha coinvolto i due maro' italiani Latorre e Girone'', trattenuti in India da circa 600 giorni con l'accusa di aver ucciso due pescatori del posto, scambiandoli per pirati, nel corso di una missione al largo delle coste del Kerala, lo scorso 15 febbraio.
Lo spazio dedicato alla situazione dei fucilieri pugliesi del Battaglione San Marco, ''si apre con le dichiarazioni del viceministro Lapo Pistelli, del 25 settembre, rese a Il Mondo''.
Il viceministro, si legge tra quanto riportato su Fb, spiega che la ''la cosa peggiore sia porre la questione in termini di previsioni sui tempi'' e ricorda che ''all'inizio di quest'anno l'Italia aveva una linea abbastanza incerta su come procedere''
mentre ''ora abbiamo rimesso la questione su un binario di
certezza: scelta di una giurisdizione speciale, condivisa; regole da utilizzare in processo, condivise''.
E' proprio questa frase a far arrabbiare un internauta che sul caso maro' ha aperto anche un blog: ''Se non vado errato - scrive - 'condivisa' vuol dire che l'Italia si assume in toto la 'corresponsabilita'' legale e politica del processo ai Maro' in India, in una Corte speciale, in un ordinamento che prevede la pena di morte, nel quadro della normativa antiterrorismo e delle indagini Nia!!! Sarebbe molto ma molto grave, forse una delucidazione su questi contenuti non guasterebbe''. E' a questo commento che lo staff del ministro risponde: ''Non e' accertata la colpevolezza, e non e' accertata l'innocenza. I processi servono a questo. Attenzione alle virgolette, per favore - precisa - 'scelta di una giurisdizione speciale, condivisa; regole da utilizzare in processo, condivise'''.


fonte Ansa

1 commento:

  1. Sono tra coloro che hanno sostenutola candidatura di Emma Bonino alla Presidenza della Repubblica e che hanno plaudito la sua nomina a Ministro.I suoi comportamenti e quelli del suo staff in questa vicenda mi hanno convinto che io sono un povero imbecille, incapace di valutare le persone! Chiedo scusa.

    Paolo Colombati
    paolocolombati@yahoo.it

    RispondiElimina