Translate

venerdì 20 settembre 2013

NEL SILENZIO DEI MEDIA LA GRECIA E’ PARALIZZATA DA 3 GIORNI DAL PIU’ IMPONENTE SCIOPERO GENERALE CONTRO I TAGLI CONTINUI IMPOSTI DAI NAZISTI DELL’UE

GRECIA PARALIZZATA DAGLI SCIOPERI. LA STAMPA DI REGIME OSCURA QUESTA NOTIZIA
ATENE – Anche oggi, per il secondo giorno consecutivo, la Grecia e’ paralizzata a causa dello sciopero proclamato dall’Adedy, uno dei due maggiori sindacati del Paese che raggruppa i dipendenti del settore pubblico, contro la misura di messa in mobilita’ di migliaia di dipendenti statali decisa dal governo conservatore del premier Antonis Samaras.
GRECIA PARALIZZATA: SCIOPERI GENERALI A CATENA, SCUOLE CHIUSE, UFFICI CHIUSI, TRASPOSTI FERMI. </p><br />
<p>LO STATO CROLLA.</p><br />
<p>ATENE - Anche oggi, per il secondo giorno consecutivo, la Grecia e' paralizzata a causa dello sciopero proclamato dall'Adedy, uno dei due maggiori sindacati del Paese che raggruppa i dipendenti del settore pubblico, contro la misura di messa in mobilita' di migliaia di dipendenti statali decisa dal governo conservatore del premier Antonis Samaras.</p><br />
<p>Sabato 21, intanto, si riunira' di nuovo il Consiglio direttivo del sindacato per decidere il futuro delle mobilitazioni in base alle decisione che scaturiranno dalle assemblee dei lavoratori. Da parte sua, la Gsee, l'altro maggiore sindacato che rappresenta i lavoratori del settore privato, ha invitato gli aderenti ad avanzare le loro proposte a riguardo in attesa della riunione della direzione della Confederazione, in programma per la fine del mese, che dovra' decidere sulle modalita' della lotta.</p><br />
<p>Intanto, sul fronte delle scuole, comincia oggi una nuova tornata di assemblee generali degli insegnanti delle scuole medie e superiori chiamati a decidere sul futuro delle loro mobilitazioni mentre per domani e' in programma una riunione dei rappresentanti delle organizzazioni di base (Elme) per prendere le decisioni finali, mentre gli insegnanti delle scuole elementari, da ieri in sciopero, decideranno in merito sabato prossimo. Nel frattempo, in una lettera inviata ai genitori degli alunni, hanno chiesto solidarieta' nella loro battaglia. (ANSA).
Sabato 21, intanto, si riunira’ di nuovo il Consiglio direttivo del sindacato per decidere il futuro delle mobilitazioni in base alle decisione che scaturiranno dalle assemblee dei lavoratori. Da parte sua, la Gsee, l’altro maggiore sindacato che rappresenta i lavoratori del settore privato, ha invitato gli aderenti ad avanzare le loro proposte a riguardo in attesa della riunione della direzione della Confederazione, in programma per la fine del mese, che dovra’ decidere sulle modalita’ della lotta.

Intanto, sul fronte delle scuole, comincia oggi una nuova tornata di assemblee generali degli insegnanti delle scuole medie e superiori chiamati a decidere sul futuro delle loro mobilitazioni mentre per domani e’ in programma una riunione dei rappresentanti delle organizzazioni di base (Elme) per prendere le decisioni finali, mentre gli insegnanti delle scuole elementari, da ieri in sciopero, decideranno in merito sabato prossimo. Nel frattempo, in una lettera inviata ai genitori degli alunni, hanno chiesto solidarieta’ nella loro battaglia. (ANSA).

Nessun commento:

Posta un commento