Translate

mercoledì 23 ottobre 2013

L'ITALIA È FUORI DAL G8, SIAMO STATI SUPERATI DALLA RUSSIA

Il Paese è scivolato al nono posto per Prodotto interno lordo. Quando nel 1975 entrò nel club dei grandi, con l'allora premier Aldo Moro, era la sesta economia mondiale e occupava la presidenza della comunità europea.


Il Paese è scivolato al nono posto per Prodotto interno lordo. Quando nel 1975 entrò nel club dei grandi, con l'allora premier Aldo Moro, era la sesta economia mondiale e occupava la presidenza della comunità europea.
L'Italia fuori dal G8: complice la crisi, il Belpaese non è più tra le più grandi economie mondiali. Continuerà a partecipare al vertice dei grandi della Terra, come racconta Repubblica, ma solo per ragioni politiche e non economiche. L'Italia, infatti, è scivolata al nono posto per Prodotto interno lordo. E dire che quando nel 1975 entrò nel club dei grandi, con l'allora premier Aldo Moro, vantava la sesta economia mondiale e occupava la presidenza della comunità europea. Nel 2014 tornerà a fare un turno alla guida dell'Unione: ma lo farà da guardando da fuori il club delle economie mondiali. Sorpassata dalla Cina nel 2000 e dal Brasile nel 2010, quest'anno è la Russia a scartarla e passarle avanti.

TRA CINQUE ANNI FUORI DAI PRIMI DIECI E guardando avanti, il futuro è tutt'altro che roseo: con le tendenze attuali, fra cinque anni al massimo l'Italia sarà fuori anche dai primi dieci, scavalcata da Canada e India e relegata all'undicesimo posto per cui competono ora Spagna e Corea del Sud. I dati del Fondo monetario mostrano che dal 1980 la Cina è cresciuta di 29 volte, l'India di 9, gli Stati Uniti di 5,8. L'Italia in questo è in linea con Francia, Germania o Gran Bretagna: negli ultimi 40 anni la sua economia si è moltiplicata circa per quattro. Troppo poco per rimanere tra i big. 

Nessun commento:

Posta un commento