Translate

venerdì 25 ottobre 2013

Marò:Italia e India continuano a giocare,sulla pelle dei marò

Hanno finito gli italiani di raccontare stupidaggini,vedi Bonino,Mauro e De Mistura,dove le notizie erano “avranno un processo rapido ed equo”; “La Bonino incontra le famiglie”;”Mauro telefona ai marò”;”De Mistura porta le orecchiette in India ai marò,e si ferma a cena con loro”.
Finite le stupidaggini degli italiani ,ora ricominciano quelle degli indiani,stesse modalità,stesso dinamica,un giorno la Nia verrà in Italia un  altro la Nia si rifiuta di venire.Un giorno un Ministro apre,un altro giorno un Ministro chiude.
Secondo il quotidiano indiano The Indian Express la decisione di inviare un team della Nia è stata rinviata e vengono prese in considerazione altre ipotesi per raccogliere testimonianze(sono mesi che durano queste cavolate.)
Ora citando responsabili governativi il giornale ci fa sapere che il Ministro dell’interno indiano consultandosi con il ministro della giustizia e con la procura indiana,dopo aver ricevuto i pareri, ha chiesto  alla Nia di aggiungere alle opzioni o l’invio di un questionario in Italia o la  registrazione della testimonianza attraverso una videoconferenza.
Una volta partite le lettere rogatorie se dovesse essere necessario la Nia potrebbe venire in Italia,e il giornale ci fa anche sapere che per la Nia la maniera migliore di condurre l’inchiesta è quella di ascoltare gli altri quattro marò in India.
Ora secondo i maligni,il governo italiano oltre ad aver venduto tutto all’India,sovanità nazionale,diritto internazionale,giurisdizione,dignità…mi fermo qua …ha fatto un'altra grande porcata,ha fatto in modo che gli indiani la utilizzano anche per le loro elezioni politiche,prima di quella data non si muoverà niente. Dire che son o dei disgraziati è poco si spera che accada qualcosa nel nostro paese e nel mondo che gentaglia del genere non faccia più politica.
Alfredo d’Ecclesia
 

Nessun commento:

Posta un commento