Translate

lunedì 25 novembre 2013

SARDEGNA: IL GOVERNO USA E' RESPONSABILE DELLA STRAGE. IL GOVERNO ITALIANO E' COMPLICE




di Gianni Lannes


IL 6 SETTEMBRE SCORSO AVEVO PUBBLICATO LA SEGUENTE INCHIESTA!


SCIE CHIMICHE: ESPERIMENTI PERICOLOSI E SEGRETI USA.

Prove militari delle forze armate di Washington coadiuvate dall'Aeronautica militare italiana, verniciate di scientificità, grazie anche all'attiva partecipazione del Max Planck Institute. A partire dal 1961 i cieli -ovvero anche le aree urbane - della Sardegna sono stati irrorati con il tossico bario. Il popolo sardo non è stato mai informato.

Il livello di criminalità impunita è di chi governa per conto straniero - da 70 anni - il nostro Paese. Ora a cuccia per sempre gli sciacalli negazionisti!

  http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/09/scie-chimiche-esperimenti-pericolosi-e.html

 

ADESSO SONO STATE UCCISE ANCORA UNA VOLTA VITE UMANE INNOCENTI. E C'E' COME AL SOLITO IN QUESTA COLONIA A STELLE E STRISCE CHI SPECULA. 

 http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/11/sardegna-obiettivo-di-guerra-ambientale_1815.html

origine artificiale del nubifragio in Sardegna!

 

NON TEMO SMENTITE E INVITO L'ATTUALE PRIMO MINISTRO PRO TEMPORE ENRICO LETTA (AFFILIATO ALLE ORGANIZZAZIONI TERRORISTICHE BILDERBERG E TRILATERAL) AD UN IMMEDIATO CONFRONTO PUBBLICO, NONCHE' ALLE DIMISSIONI.

IL 20 OTTOBRE 2013 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO LETTA ERA STATO DA ME INTERPELLATO PUBBLICAMENTE CON UNA SERIE DI DOMANDE SULLA GUERRA AMBIENTALE IN ATTO IN ITALIA. A TUTT'OGGI, IL CAPO DI QUESTO GOVERNO ETERODIRETTO PALESEMENTE DALL'ESTERO (WASHINGTON, LONDRA, BERLINO), IN VIOLAZIONE DELLA CONVENZIONE EUROPEA DI AARHUS E DELLA LEGGE DELLO STATO ITALIANO NUMERO 108, PROMULGATA NEL 2001, NON HA FORNITO ALCUNA SPIEGAZIONE.

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/10/scie-chimiche-gianni-lannes-chiede.html

 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/11/scie-chimiche-letta-non-risponde-e.html 

INVITO LA MAGISTRATURA A FARE IL SUO DOVERE PER DAVVERO: AD INDAGARE A FONDO SULLE REALI CAUSE DI QUESTO DISASTRO PREANNUNCIATO E REALIZZATO, COPERTO DALL'OMERTA' DELL'AERONAUTICA MILITARE ITALIANA E DELLO STATO MAGGIORE DIFESA.

ESORTO IL FIERO POPOLO SARDO AD UNA SACROSANTA RIBELLIONE, PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI!

 ITALIANE E ITALIANI NON SIAMO CAVIE. E' IL MOMENTO DI PASSARE ALL'AZIONE, PARALIZZANDO PACIFICAMENTE E AD OLTRANZA L'INTERO STIVALE E LE ISOLE.

 

 http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=sardegna




Proprio in Sardegna nei primi anni ’60 la Nasa ha realizzato in gran segreto, grazie alla tacita connivenza delle autorità governative italiane, nonché dei vertici delle forze armate tricolori,   sperimentazioni con il tossico bario. Non solo il cielo è stato inquinato, il clima manipolato, ma gli esseri umani, in primis i bambini - ignari del pericolo - sono stati avvelenati da allora, per volontà dello Stato che avrebbe dovuto proteggerli, ma invece li ha mandati al macello.

Ecco altre prove inconfutabili! Poiché questa meravigliosa isola non è in balìa dei terremoti, e quindi non avrebbero potuto far scoppiare le faglie sismiche come hanno fatto a L'Aquila il 6 aprile 2009, provocando 309 morti e l'anno scorso in Emilia; così l'hanno colpita provocando un ciclone. La controprova: basta fare un semplice esame del capello (mineralogramma) per accertare in modo scientifico l'eventuale quantità di sostanze tossiche assorbite dall'organismo umano.





Infatti, il brevetto “Artificial strontium and barium clouds in the upper atmosphere” attesta che, già mezzo secolo fa, lo stronzio ed il bario venivano usati nel Sahara ed in Sardegna, aree localizzate per esperimenti dediti ad alterare volutamente il clima.




Post scriptum

Mi assumo la diretta e totale responsabilità di queste dichiarazioni scritte, suffragate e corredate da una variegata documentazione ufficiale, di carattere tecnico e scientifico!

Se qualcuno in Sardegna organizza una serie di incontri pubblici itineranti nell'isola sono disposto a prender subito un aereo per mettere al corrente dal vivo la popolazione! 


riferimenti:

































 





 

Nessun commento:

Posta un commento