Translate

martedì 23 settembre 2014

La confessione shock del rabbino Kaduri sul "Vero Messia"


Il Nuovo Disordine Mondiale e il Vero Messia, Rivelazioni Shock

 La confessione shock del rabbino Kaduri sul "Vero Messia"                      
In tal senso davvero interessante è la testimonianza lasciata dal Rabbino Yitzhak Kaduri (nato a Baghdad, Iraq, nel 1898 e morto a Gerusalemme il 26 gennaio del 2006) caserdote ortodosso sefardita, mistico seguace del giudaismo. Il 4 novembre 2003 l'ebreo Kaduri pare abbia avuto unadivina rivelazione sull'identità del vero Messia, finendo per scrivere il suo nome su un bigliettino,  poi gelosamente custodito nei suoi manoscritti segreti, lasciando ai suoi seguaci l'onore-onere di svelare il segreto solo dopo la sua morte, avvenuta alla veneranda età di 108 anni. Questa fu la consegna testamentaria del rabbino che lo stesso, poco prima di morire, lasciò alla sua sinagoga nel giorno dello Yom Kippur, festività ebraica dell’Espiazione (Vedi Kaduri.net). Kaduri, ribadiamo, era considerato uno dei rabbini più importanti e rappresentativi della nazione. Compiuti i tempi, i sigilli furono spezzati, la busta aperta e la nota letta. Grande fu lo stupore e lo sconcerto di tutti i presenti quanto si accorsero che il nome in questione era quello di Yehoshua o Gesù. "Gesù è il Messia!". Questa la scotante verità taciuta ed inseguita per secoli e secoli! Verità che andava "sfacciatamente" contro il "Nuovo Ordine" preparato contro la stessa rivelazione messianica del Vangelo.
" בענין הר"ת של משיח
ירים העם ויוכיח
שדברי ותורתו עומדים
באתי על החתום בחודש הרחמים התשס"ה
יצחק כדורי "
( Rabbino Yitzhak Kaduri )
 Il nome del Vero Messia, svelato dal rabbino Kaduri                                    
Utilizzando il nome biblico di Gesù, hoshua, il rabbino Kaduri descrisse il nome del Messia in forma anagrammatica attraverso sei parole, nascondendo il nome del Messia nelle lettere iniziali di ogni parola. Sulla nota segreta fu riportato: "הוא יהיה להרים את האנשים ולבדוק את המילה שלך והחוק הוא לא חוקי. זה נחתם בחודש הרחמים" - «Yarim Ha’Am Veyokhiakh Shedvaro Vetorato Omdim»Yitzhak Kaduri). I media israeliani e i responsabili delle istituzioni israeliane non diedero alcuna risonanza a questa pesantissima rivelazione fatta – tra l'altro – da uno dei rabbini più noti ed influenti della nazione. Essa fu riportata ed enfatizzata solo su alcuni siti web (Notizie First Class - NFC e Kaduri.net, ed altri siti minori). Il quotidiano Ma’ariv pubblicò un articolo sulla vicenda, descrivendola, tuttavia, come un falso.
 La testimonianza dei seguaci di Kaduri                                                              
Israel Today intervistò – sempre nel 2006 – uno dei due seguaci di Kaduri, il quale ammise l'autenticità della nota, pur ammettendo di non conoscere il contesto e la situazione precisa nella quale il rabbino avesse ottenuto questo nome. Lo stesso figlio del rabbino in un primo momento negò che quella fosse la scrittura del padre, ma in un secondo momento ammise«Mio padre ha incontrato il Messia in una visione, (…) e gli ha detto che sarebbe venuto presto»Anche il pKaduri.net e NFC). Molti ebrei negano ancora oggi l'autenticità della rivelazione e del bigliettino, ma altri fatti sembrano contrastare con questo giudizio negativo e sommario, che non tiene conto – come detto – del carisma e della straordinaria personalità del rabbino, fino alla sua morte osannato ed amato da tutti: più di 200.000 ebrei, nel 2006, parteciparono al suo corteo funebre per le strade di Gerusalemme per rendere omaggio alla sua salma.

 Il nesso con la morte di Sharon: verità o speculazione successiva?         
Egli prima di morire, rivelò anche un'altra verità per molti sconcertante… ma per altri evidentemente confortante: "il Messia sarebbe apparso in Israele dopo la morte di Ariel Sharon". Per la cronaca, Sharon, l'undicesimo primo ministro di Israele, è morto nei mesi scorsi, e precisamente l'11 Gennaio 2014. Egli ricoprì l'incarico governativo dal marzo 2001 all'aprile del 2006,  quando fu ufficialmente destituito a causa del persistente stato di coma, poi sfociato in stato vegetativopermanente, a seguito di una grave emorragia cerebrale. Come giudicare questa confidenza? Reale o strategicamente montata successivamente al 2007 dai suoi detrattori per smentire il rabbino e creare confusione? Una cosa è certa, la rivelazione del rabbino destò scandalo e sconcerto tra gli ebrei ortodossi e gli esperti di Kabbalah, essendo il Talmùd e la Kabbalah testi ebraici considerati sacri e profondamente "anti-cristiani", cioè avversi alla figura di Gesù Cristo e alla sua divinità. Errori di interpretazione? Non ci pare! Dal momento che la sequenza anagrammata delle iniziali era chiaramente visibile nel messaggio.
 Le croci di Kaduri                                                                                                       
Ma lo sconcerto è legato anche ad un altro particolare: il rabbino – come documentato dall'analisi di suoi vecchi manoscritti – utilizzava il simbolo della croce (cara ai cristiani) per contrassegnare diverse pagine dei suoi libri. Sono state ritrovate croci dipinte da Kaduri su molti dei suoi documenti e testi personali. La cosa è davvero anomala, dal momento che nella tradizione ebraica non vengono utilizzate croci o segni "+", al fine di  evitare confusione con l'odiato simbolo della croce cristiana.

fonte Qui Europa

1 commento:

  1. La notizia potrebbe essere importante ma viene soffocata dal silenzio dei media. Neppure la Chiesa di Roma ne ha mai parlato finora eppure sarebbe una mezza bomba.

    RispondiElimina