Translate

giovedì 31 luglio 2014

In Italia gli eroi muoiono in silenzio e i codardi fanno festa



In Italia gli eroi muoiono in silenzio e i codardi fanno festa
Paul Manners
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151942538007255&set=a.369609242254.141869.674762254&type=1

CASO MARO', MARINAI, GOVERNI E GUAI

MARINAI, GOVERNI E GUAI


Signore e signori del Governo, a prescindere che vi siete installati lì senza il voto di quel popolo che dovrebbe essere sovrano come recita la Costituzione (cito per i più distratti), signor Presidente della Repubblica Italiana mi piacerebbe conoscere su cosa avete giurato il giorno del vostro insediamento. Lo chiedo perchè proprio voi, a mio parere, quella "Carta" la state calpestando e asservendo ai vostri voleri e non certo lo fate, come dite, per il bene di quel popolo che dovrebbe essere il vostro popolo da voi tutelato e protetto. 

Oggi 31 luglio 2014 d.C. l'Italia e gli italiani hanno subito l'ennesimo "schiaffo" dall'India nel processo ai due fucilieriMassimiliano Latorre e Salvatore Girone appartenenti alBattaglione San Marco. Forse voi vi siete dimenticati, oltre ai loro nomi, che là stanno due soldati mandati dallo Stato in missione antipirateria, la legge non l'ho fatta io. 

Ben tre governi si sono succeduti, vero Presidente?, uno di questi e precisamente quello di Monti (non da noi scelto) li ha fatti rientrare in India il 21 marzo 2013. Lo sapeva Presidente che rimandare delle persone in un Paese dove esiste la pena di morte è contro la Costituzione?. Certamente lo sapeva e allora mi chiedo: perchè l'ha permesso? chi l'ha voluto? perchè?

E lei Federica Mogherini visto che si da molto da fare in tutto il mondo e si batte per le tante cose serie e tragiche che ci sono in giro perchè per due suoi connazionali non fa niente? lo so che mi dirà che sta lavorando "sotto traccia" o con "basso profilo" ma tutto quello che dice di aver fatto a loro tutela dove sta? io, mi perdoni, non ne vedo traccia alcuna e per questo, mi permetta, non mi è possibile crederle! sono pessimista?, può essere! 

Lo so che è molto impegnata in Europa, e oltre e che probabilmente fra poco si godrà pure le meritate ferie. A proposito di ferie che ne dice di dedicare qualche giorno divacanza in India? ci ha pensato? potrebbe essere un'occasione per incontrare Massimiliano e Salvatore e, perchè no, magari la ministro indiano Sushma Swaraj per ribadirgli quanto gli ha già detto telefonicamente e cioè "Abbiamo deciso l'internazionalizzazione della gestione della vicenda. Significa uscire dalla logica puramente bilaterale e di usare strumenti che il diritto internazionale offre per risolvere le dispute sull'attribuzione di giurisdizione" per sentire se è in accordo e che ha fatto. O magari potrebbe incontrare anche lo stesso Narendra Modi, non sarebbe male.

Come dicevo sopra oggi l'Italia ha ricevuto un nuovo ceffone, e sapete che dopo i tanti già ricevuti, cominciano a far male?. Un ennesimo rinvio per indisposizione del magistrato. La nuova udienza è stata quindi fissata per il 14 ottobre (di che anno non si sa). 

Signore e signori del Governo tutto, signor Presidente della Repubblica non vi viene il dubbio che gli indiani ci stanno prendendo in giro? non vi viene il dubbio che non contiamo niente?  ... a me si!

Signore e signori del Governo tutto avete paura a pronunciare tutti in coro agli indiani "I MARO' SONO INNOCENTI"?

http://tentor-maurizio.blogspot.it/2014/07/marinai-governi-e-guai.html

Maro':Terzi, governo dica vere ragioni su loro rinvio in India



 Roma, 31 lug. - "E' venuto il momento che vengano
spiegate le vere ragioni di chi ha voluto rimandare Girone e
Latorre in India quel 22 marzo 2013". Lo ha detto l'ex ministro
degli affari esteri del governo Monti e ora componente
dell'ufficio di presidenza di Fratelli d'Italia, Giulio Terzi
nel corso di una conferenza stampa a Montecitorio. "Dal governo
arriva solo silenzio e inazione - ha sostenuto Terzi - ancora
questa notte abbiamo dovuto vivere il farsesco rinvio per
l'indisposizione di un giudice della corte speciale indiana,
davanti a un ulteriore rinvio e' inaccettabile e preoccupante
che palazzo Chigi si trinceri dietro esigenze di silenzio e ci
si affidi a un avvocato inglese, quando i ministri competenti
avevano annunciato di voler chiedere l'arbitraggio
internazionale". "La preoccupazione aumenta mentre la questione
e' lontana da essere risolta, la situazione impone una
strategia ben piu' incisiva, per questo abbiamo chiesto che
Renzi si rechi in India entro il mese di agosto" ha aggiunto
Terzi 
fonte Agi

Pazienti di casa di cura per anziani, massacrati dall'esercito ucraino.

I corpi dei pazienti di casa di cura per anziani con malattie mentali a Lugansk, massacrati da "glorioso" esercito ucraino. Gli assassini golpisti di Kiev senza dignità, senza alcun rimorso massacrano gli anziani, le donne, i bambini e ora anche i disabili. Vergogna eterna a questi assassini allevati a Maidan con i soldi di Soros, con la partecipazione dei politici corrotti degli USA e UE e a tutti esaltati razzisti e xenofobi che sostengono questo terribile genocidio nel mondo.
 Nicolai Lilin
https://www.facebook.com/nicolai.lilin

LA MADRE DI TUTTE LE VERITA’


I DEMONI DEL DENARO – POETAINAZIONE
https://www.youtube.com/watch?v=hFOSNHe4rNk#t=285
https://www.facebook.com/366586370108388/photos/a.410123605754664.1073741828.366586370108388/526474517452905/?type=1&permPage=1


«Progetto anni ‘80» disintegrazione controllata dell’economia mondiale

«Progetto anni ‘80»disintegrazione controllata dell’economia mondiale Estratto dal libro «ONU gioco al massacro» di Franco Adessa, ed. Civiltà
«L’umanità ha la sensazione che sia venuto il momento di chiedere ai potenti del mondo un atto di leadership. Essa vuole che qualcuno (…) si levi al di sopra della mischia e la guidi verso situazioni in cui essa possa orientarsi, dicendole chiaramente qual è il prezzo, il sudore, i sacrifici e, magari, le lacrime e il sangue che essa deve pagare per uscire dal malpasso attuale»
(Aurelio Peccei, ex presidente del «Club di Roma»)
La risposta a questo atto di leadership dei potenti della mondo fu il «Progetto per gli anni ‘80», ovvero «la disintegrazione controllata dell’economia mondiale», lanciato dal Consiglio delle Relazioni Estere (CFR), un’istituzione privata americana di stampo massonico che controllava l’intera amministrazione Carter.
Questo “progetto”, curato dall’ex Segretario di Stato Cyrus Vance, e che ci concluse nel 1979 con la presentazione di ben 30 volumi, venne definito come: «Il più grande singolo sforzo, negli ultimi 55 anni di storia (…). Esso ha lo scopo di definire il modo col quale le tendenze mondiali possano essere convogliate verso un particolare e desiderabile obiettivo futuro». Questi volumi divennero, immeditamente, la “Bibbia” per l’Amministrazione Carter che, in gran parte, era formata da membri della Commissione Trilaterale. 
Un anno dopo, con lauti finanziamenti, provenienti dalle Fondazioni Rockefeller, Ford, Mellon e Thyssen, vennero formalmente istituzionalizzate le sessioni per il «Progetto per gli anni ‘80» e creati gruppi di studio per esplorare aree specifiche. 
La strategia proposta si articolava nei seguenti obiettivi immediati:
1-     Imporre un regime economico, su scala mondiale, di «disintegrazione controllata»;
2-     Imporre a tutto il settore in via di sviluppo il «modello cambogiano», o quello «iraniano» per la distruzione delle città;
3-     Ripristinare l’antico mondo, stile coloniale, con la dottrina della sovranità limitata;
4-     Formare un’alleanza tra la Cina e l’Occidente, per attuare questo piano nei paesi in via di sviluppo
5-     Obbligare l’Unione Sovietica a scegliere tra un Trattato di limitazione dello sviluppo scientifico e tecnologico e la guerra termonucleare;
6-     Sviluppare «politiche alternative» per raggiungere gli obiettivi strategici;
7-     Condurre una politica estera americana con lo scopo di obbligare le altre nazioni a scegliere tra queste «politiche alternative».
Gli obiettivi strategici del «progetto per gli anni ‘80» non originavano dal conflitto tra «capitalismo» e «socialismo», o quello tra Est e Ovest, ma dalla guerra tra Nord e Sud, tra paesi ricchi e quelli poveri! 
Così, viene posta la questione da Richard Ullman, uno tra i principali leaders del progetto: «Le relazioni politiche ed economiche tra i paesi ricchi e quelli poveri sembrano rimanere il tema centrale sull’agenda internazionale per un futuro indefinito. Il “Progetto per gli anni ‘80” ha dedicato un’attenzione particolare alle soluzioni possibili e desiderabili per queste relazioni (…)». 
Quando Aurelio Peccei ordinò il primo modello del «Club di Roma» fu solo per suscitare “nuove concezioni” e “nuove strategie politiche”. Dopo aver introdotto queste idee col rapporto “I limiti dello sviluppo”, il Club di Roma passò alla fase successiva. Con questa nuova fase, il Club di Roma ottenne il suo secondo obiettivo, quello di far adottare principi maltusiani nella politica dei singoli Stati. Il «Progetto per gli anni ‘80» si collocava in questa fase intermedia di studi scientifici, in attesa di un nuovo studio che chiarisse il vero scopo delle “soluzioni possibili e desiderabili”: il genocidio! e che fosse finalizzato alla creazione di nuove istituzioni, capaci di pianificare questo genocidio su scala mondiale!

 

Le Nazioni Unite: ONU



Le Nazioni Unite: ONU
Gli orientamenti per la Lega delle Nazioni furono accettati e approvati al congresso dei frammassoni a Parigi il 29/30 giugno 1917. Fu l'inizio della Lega delle Nazioni costituita a Ginevra nel 1919. L'Organizzazione delle Nazioni Unite nacque nel 1945 a San Francisco su quei principi. E' un'istituzione modellata dagli Illuminati, la più grande loggia massonica del mondo, nella quale tutte le nazioni del mondo si uniranno. L'ironia è che, secondo il riassunto delle regole del machiavellismo, punto quattro, nella prefazione, la gente di tutte le nazioni presenti nelle Nazioni Unite chiede ora che questa istituzione risolva tutti i suoi problemi, e che intervenga per far cessare le guerre; benché gli uomini che idearono quell'istituzione siano gli stessi che fomentarono tutte le guerre degli ultimi due secoli.
In pubblico l'ONU sembra essere un buon amico di tutti quanti che "si occuperà di tutti i problemi". Almeno 47 membri del CFR erano tra i delegati americani fondatori compreso David Rockefeller. L'emblema dell'ONU è chiaramente un simbolo massonico.
I campi a trentatré gradi del globo dell'ONU rappresentano i trentatré gradi del Rito scozzese della massoneria. Le pannocchie di granturco con tredici chicchi ciascuna su entrambi i lati del globo simboleggiano i tredici gradi della gerarchia degli Illuminati e si riferiscono al numero tredici, che per gli ebrei è il numero che porta fortuna. Il numero tredici è il più importante numero nella frammassoneria e ha vari significati. Gesù ebbe dodici discepoli e lui stesso fu il tredicesimo. Nella Cabala, nella numerologia e con la tredicesima carta dei tarocchi, "la Morte", il tredici significa la trasformazione, l'alchimia, la rinascita, la fenice che risorge dalle ceneri, la consapevolezza dei segreti e perciò la capacità di materializzarsi e di smaterializzarsi, la capacità di creare dall'etere.

IL BRACCIO DELL'ANTICRISTO

Forse l'ONU e visto quanto vuole adottare si può considerare un'anticristo . Le imposizioni e il duro attacco, chiedendo di modificare, atteggiamenti e norme ad una religione come se si dovesse chiedere ai mussulmani di abrogare il corano, così si chiede di abrogare la Sacra Bibbia .

Pubblichiamo di seguito, in una nostra traduzione, una selezione di passaggi particolarmente “colorati” del rapporto:

25. La Commissione apprende con soddisfazione dalla Santa Sede che essa ha iniziato una revisione della propria legislazione con riferimento al ritiro dell’espressione discriminatoria “figli illegittimi” che ancora si trova nel diritto canonico, in particolare nel canone 1139. Rilevando positivamente anche il decreto emesso da papa Francesco nel luglio 2013, la Commissione è preoccupata dalle passate dichiarazioni della Santa Sede sull’omosessualità che contribuiscono alla stigmatizzazione sociale e alla violenza contro gli adolescenti lesbiche, gay, bisessuali e transgender e contro i figli allevati da coppie di persone dello stesso sesso.

26. La Commissione raccomanda alla Santa Sede di modificare tutte le sue leggi e le sue regole (…) in conformità con l’articolo 2 della Convenzione e di abolire immediatamente la classificazione discriminatoria dei figli nati al di fuori del vincolo coniugale come figli illegittimi. La Commissione inoltre invita la Santa Sede a utilizzare la sua autorità morale per condannare ogni forma di molestia, discriminazione o violenza contro i minori in base al loro orientamento sessuale o all’orientamento sessuale dei loro genitori e per promuovere a livello internazionale la depenalizzazione dell’omosessualità.

27. Con riferimento alla precedente preoccupazione sulla discriminazione in base al genere, la Commissione esprime rammarico perché la Santa Sede continua a enfatizzare la promozione della complementarietà e dell’eguaglianza nella dignità, due concetti che non corrispondono all’eguaglianza di fatto e di diritto prescritta dall’articolo 2 della Convenzione e spesso sono utilizzati per giustificare politiche e leggi discriminatorie. La Commissione esprime rammarico anche perché la Santa Sede non ha fornito informazioni precise in merito alle misure adottate per promuovere l’eguaglianza tra ragazze e ragazzi e per rimuovere gli stereotipi di genere dai libri di testo delle scuole cattoliche come richiesto dalla Commissione nel 1995.

28. La Commissione invita la Santa Sede ad adottare un approccio basato sui diritti per affrontare la discriminazione tra ragazze e ragazzi e ad astenersi dal ricorrere a una terminologia che possa minacciare l’eguaglianza tra ragazze e ragazzi. La Commissione invita inoltre la Santa Sede ad assumere misure attive per rimuovere dai libri di testo delle scuole cattoliche tutti gli stereotipi di genere che potrebbero limitare lo sviluppo dei talenti e delle attitudini dei ragazzi e delle ragazze e minare le loro opportunità educative e di vita.

33. La Commissione è preoccupata per i figli concepiti da preti cattolici che, in molti casi, non conoscono l’identità dei propri padri. La Commissione è preoccupata anche perché le madri possono ottenere pagamenti regolari dalla Chiesa finché il figlio non raggiunga l’indipendenza finanziaria, a patto che firmino un accordo di riservatezza.

34. La Commissione raccomanda alla Santa Sede di stimare il numero dei figli concepiti da preti cattolici, capire chi siano e assumere tutte le misure necessarie per assicurare i diritti di questi figli a conoscere i loro padri e riceverne le cure. La Commissione inoltre raccomanda alla Santa Sede che le chiese non impongano più accordi di riservatezza in cambio di piani finanziari di sostegno a questi minori.

35. Nell’apprendere con soddisfazione la sottolineatura da parte della Santa Sede del diritto dei figli di vivere con i genitori e di conoscere la loro identità, la Commissione è preoccupata rispetto alla prosecuzione della pratica dell’abbandono anonimo dei neonati organizzato da realtà cattoliche in diversi paesi attraverso le cosiddette “baby boxes”.

36. Alla luce degli articoli 6, 7, 8 e 19 della Convenzione, la Commissione invita con forza la Santa Sede a cooperare per determinare la cause della pratica dell’abbandono anonimo dei neonati e per promuovere le alternative (…). La Commissione invita inoltre la Santa Sede ad affrontare l’abbandono dei neonati diffondendo pianificazione familiare e salute riproduttiva così come adeguato supporto consultivo e sociale, in modo da prevenire gravidanze indesiderate (…).

48. Nell’apprendere con soddisfazione dalla Santa Sede che essa nel prossimo futuro procederà alla revisione delle disposizioni del diritto canonico relative alla famiglia, la Commissione esprime preoccupazione perché la Santa Sede e la Chiesa non riconoscono l’esistenza di forme diverse di famiglie e spesso discriminano i bambini in base alla loro situazione familiare.

49. La Commissione raccomanda alla Santa Sede di assicurarsi che le disposizioni del diritto canonico riconoscano la diversità delle composizioni familiari e non discriminino i figli in base al tipo di famiglia in cui vivono.

54. La Commissione esprime la sua preoccupazione più profonda perché nel 2009 in Brasile nel caso di una ragazzina di nove anni che è stata sottoposta a un aborto salva-vita dopo essere stata stuprata dal patrigno, un arcivescovo di Pernambuco ha sanzionato la madre della ragazzina così come il medico che ha eseguito l’aborto, una condanna che successivamente è stata approvata dalla Congregazione dei vescovi della Chiesa cattolica romana.

55. La Commissione invita la Santa Sede a rivedere la propria posizione sull’aborto che mette ovviamente a rischio la vita e la salute delle ragazze incinte, e a emendare il canone 1398 sull’aborto identificando circostanze in cui l’accesso all’aborto può essere consentito.

56. La Commissione è seriamente preoccupata dalle conseguenze negative della posizione e della pratica della Santa Sede che nega agli adolescenti l’accesso alla contraccezione così come alla salute e all’informazione sessuale e riproduttiva.

57. (…) La Commissione ricorda alla Santa Sede i pericoli delle gravidanze precoci e indesiderate e dell’aborto clandestino, che per le ragazze adolescenti si traducono in tassi notevolmente alti di morbilità e mortalità materne, così come il rischio che le ragazze e i ragazzi contraggano malattie sessualmente trasmissibili, compresa l’Hiv/Aids. La Commissione raccomanda alla Santa Sede di:
a) valutare le serie implicazioni della sua posizione (…) e superare tutte le barriere e i tabù riguardo alla sessualità degli adolescenti, che impediscono il loro accesso all’informazione sessuale e riproduttiva, compresa quella sulla pianificazione familiare e sui contraccettivi, i pericoli della gravidanza precoce, la prevenzione dell’Hiv/Aids (…);

b) mettere l’interesse degli adolescenti al centro di tutte le decisioni che riguardano la loro salute e il loro sviluppo (…);

c) assicurare il diritto degli adolescenti di avere accesso a un’adeguata informazione essenziale per la loro salute e per il loro sviluppo e per la loro capacità di partecipare alla società. In questo senso, la Santa Sede dovrebbe assicurarsi che l’educazione sessuale e alla salute riproduttiva e la prevenzione dell’Hiv/Aids sia parte del curriculum obbligatorio delle scuole cattoliche (…);
(d) garantire l’interesse delle ragazze incinte e assicurarsi che il loro punto di vista sia sempre ascoltato e rispettato nel campo della salute riproduttiva (…).

http://www.tempi.it/non-solo-pedofilia-ecco-come-dovrebbe-evolversi-la-chiesa-secondo-gli-esperti-indipendenti-dell-onu#.UvMmt_l5Pws

Riportando quanto è stato dichiarato dall'onu, volevo solo evidenziare, che la libertà di pensiero deve essere modificata secondo certi canoni, e il tentativo di attaccare la chiesa cattolica in questo modo, non mi fa altro pensare che l'attacco anticristico alla chiesa, per la sua demolizione, ci riporti agli ultimi tempi prima dell'apocalisse

Quindi nell'assoluto disinteresse di quanto dichiarato dall'onu, mi fa capire che i tempi annunciati con l'anticristo, sono il preludio dell'apocalisse

Altra domanda, come mai l'onu non fa le stesse dichiarazioni per le altre religioni?

Di seguito una riflessione di Lannes che ha riportato la stessa cosa dell'articolo sopra.Attenti all’Onu

Prendete a modello d’esempio le Nazioni Unite. Il 12 ottobre 2006 presenta a Roma un rapporto che descrive la violenza sui bambini. Il titolo è paradigmatico: «Nessuna violenza sui bambini è giustificabile. Tutte le violenze sui bambini possono essere evitate».

http://www.onuitalia.it/events/events.php

http://www.onuitalia.it/events/un_childrenkitstampa.php

http://www.onuitalia.it/events/Rapporto_violenza_NU_DEF_9_10_06.pdf

D’accordo, un afflato etico plausibile se non fosse che alcuni mesi dopo, salta fuori un altro rapporto che denuncia le sistematiche violenze commesse proprio dagli operatori dell’Onu sui bambini del Congo. Si tratta di almeno 150 casi accertati di pedofilia, stupri e abusi di vario genere, documentati da filmati e testimonianze delle vittime nonché di osservatori indipendenti. E poiché come scrive la più importante agenzia internazionale al mondo «tutte le violenze sui bambini possono essere evitate», non si comprende perché i diligenti funzionari delle Nazioni Unite non abbiano iniziato quantomeno a prevenire quelle commesse dai loro diretti dipendenti e sottoposti. Forse, sarebbe stato più utile e meno doloroso delle solite conferenze extra lusso? Non è certo un fenomeno isolato. Infatti, in Burundi in poco meno di due anni (2004-2005) vengono segnalati numerosi casi di abusi sui minori da parte dei famosi caschi blu. Sempre nel 2005 tre militari dell’Onu sono accusati di stupro ad Haiti, e altri commilitoni di molestie sessuali in Liberia.

In Etiopia ed Eritrea i soldati inviati in missione di pace dalle Nazioni Unite (olandesi e italiani) organizzavano festini adescando bambine di non più di 10 anni; inoltre filmavano le scene hard e poi, per giunta, vendevano i video a luci rosse. Casi sporadici? Neanche per scherzo. Tra il 2001 e il 2006 in diversi paesi africani - dalla Liberia alla Costa d’Avorio fino alla Sierra Leone - si consumano molteplici episodi di rapporti sessuali con minori in cambio di aiuti umanitari Onu. In una delle tendopoli sotto l‘egida dei caschi blu, la regola era proprio scritta: «Una razione di cibo per un momento di sesso». Niente male per l’organizzazione mondiale che difende sulla carta i diritti umani. Ovviamente, se uno legge i documenti ufficiali dell’Onu trova nobili principi, alti ideali, solenni promesse. Davvero commovente, ma poi nella pratica a livello internazionale sono almeno tre lustri che si discute dietro le quinte di abusi sessuali sui minori e violenze connesse da operatori in carne e ossa delle Nazioni Unite. Nel 2001 un rapporto ne riferiva come di un «fenomeno endemico». Nel 2005 in una conferenza stampa, Jane Holl Lute, assistente del segretario generale, ha ammesso che si tratta di un problema che interessa tutte le sedici missioni delle Nazioni unite nel mondo e che non sono mai state adottate le contromisure adeguate.
http://www.youtube.com/watch?v=uwuUhNRhbG0

PEDOFILIA: LE SCONVOLGENTI DICHIARAZIONI DI OLIVIER DUPUIS:

Durante il congresso del Partito Radicale (marzo 2000) l'allora Segretario, il Belga Olivier Dupuis, si lascia andare ad alcune affermazioni sconcertanti sui casi di pedofilia che avevano interessato il suo paese .video in italiano .
http://www.youtube.com/watch?v=HqJlmGEsI9Y

Nel 2010 ... Il business del traffico di organi ( dei bambini ) e' business ebreo ! Bambini uccisi per poi mandare gli organi in Israele a Tel Aviv .. video in inglese:
http://www.youtube.com/watch?v=Ic_J_R9nD18

Nel 2000 un operazione fatta partire dai carabinieri italiani e polizia russa scoprono traffico di bambini per i pedofili del mondo dove a quanto pare solo ebrei sono stati coinvolti ,, venne tutto insabbiato qui il video piu bannato del mondo ,, come al solito bambini per pedofili , film per pedofili , torture , poi uccisi e organi venduti:

http://rutube.ru/video/96c0ec6f493e7d68743217926f6da84e

Questo crimine poteva essere fermato già nel 2000 , Ma qualche potere occulto non era ancora sodisfatto e ne voleva ancora.

La storia di Frederic Mitteran (ebreo) ex ministro della cultura in Francia fino al 2012, nella sua autobiografia (2009/10) non prova neanche un minimo di schifo per la sua persona dichiarando apertamente di essere un pedofilo e di ****** bambini maschi di 12 anni in Thailandia , caspita me lo vedo che da Parigi gli viene un attacco libidinoso prende il suo aereo privato e dopo 12 ore di volo arriva in Thailandia.

Eravamo rimasti alla minaccia di arresto in Vaticano del Papa n°2 Ratzinger, che evitò solo grazie alle dimissioni e alla reclusione volontaria dentro i recinti del Vaticano. Ora si va avanti, e gli scheletri negli armadi dei preti non mancano di certo.

Ma perché l'Onu non si occupa anche delle migliaia di bambini morti a causa delle guerre di Usa-Israele?

Ormai è palese il disegno in atto per distruggere la famiglia cristiana per farci diventare tutti con un sessualità sotto controllo e ben definita dall’alto.

Questo monito dell’ONU mi puzza tanto di avvertimento trasversale. Evidentemente a qualcuno nelle “alte sfere” questo Papa così chiacchierone non piace. Sappiamo che l’ONU è lo zerbino dello zio Sam, il cui Governo a sua volta è sensibile alla lobby pedofila. Con questo richiamo – tecnica tipicamente mafiosa (d'altronde mica potevano fargli saltare in aria la papamobile) – gli hanno comunicato che è meglio che non alzi troppo la cresta. Farebbe meglio a farsi fare dal Berlusca un corso accelerato su come si fa a destreggiarsi in queste situazioni.

riferimenti:

http://www.unicef.it/doc/2780/pubblicazioni/rapporto-onu-sulla-violenza-sui-bambini.htm
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/associata/2014/02/05/-Onu-Santa-Sede-ha-permesso-abusi-migliaia-bambini_10016938.html
http://www.progettoroxana.it/roxana/index2.php?option=content&task=view&id=168&pop=1&page=0
http://www.osservatoriosullalegalita.org/07/acom/01gen1/0313carsexforfood.htm
http://www.senato.it/application/xmanager/projects/leg17/file/convegni_seminari_n_14.pdf
http://www.unric.org/html/italian/societacivile/2006/violenza_sui_bambini.pdf
http://www.peacewomen.org/search/child+abuse
http://atlante.unimondo.org/Guide/Diritti-umani/Bambini-e-minori/Liberia-abusi-di-Ong-e-soldati-Onu-sulle-bambine-50498
http://www.catpress.org/article314.html
http://www.dol.gov/ilab/media/reports/tda/tda2009/Liberia.pdf
http://images.savethechildren.it/IT/f/img_pubblicazioni/img90_b.pdf
http://www.volint.it/areavolint/educazione/didattica/schedetematiche/sfruttamento/sfruttamento.htm
http://law.wustl.edu/WUGSLR/Issues/Volume7_2/Defeis.pdf
http://www.redcross.ca/cmslib/general/pub_violence_in_disasters_print_spanish.pdf
http://www.ifrc.org/PageFiles/53475/IFRC%20SoV%20APPENDIX%202011%20EN.pdf
http://www.pbs.org/newshour/updates/africa-jan-june08-abuse_0528/
http://www.un.org/en/peacekeeping/
http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/articles/A30286-2005Mar12.html
http://www.bbc.co.uk/pressoffice/pressreleases/stories/2006/11_november/30/un.shtml

Fonte : http://www.nibiru2012.it/forum/topicseen/spiritualita/il-terzo-anticristo-21764.msg1060989.html#new


https://www.facebook.com/366586370108388/photos/a.410123605754664.1073741828.366586370108388/497544730345884/?type=1

L’UNIONE EUROPEA GIURIDICAMENTE NON ESISTE NON CI SONO ATTI VALIDI CHE NE ATTESTANO L’ESISTENZA .


L’UNIONE EUROPEA GIURIDICAMENTE NON ESISTE NON CI SONO ATTI VALIDI CHE NE ATTESTANO L’ESISTENZA .
Forti sospetti ci sono sempre stati, parlamentari che si auto-eleggono, la BCE e i misteri del debito pubblico ecc.
Un Europa con solo POLITICHE ECONOMICHE E NIENTE DI PIU' CHE SUCCHIARE IL SANGUE AI CITTADINI EUROPEI che inconsapevolmente gli finanziano anche le guerre e genocidi.
Siamo abituati ai grandi bluff del governo Americano gia' con la sceneggiatura hollywoodiana del primo uomo sbarcato sulla luna nel 1969 .
https://www.youtube.com/watch?v=iuEIsR0aOUo
e tutto il resto ...
VI RICORDIAMO CHE L' ITALIA NON E' PIU' UNA REPUBBLICA DAL 1933, ma una delle tante CORPORATION PRIVATE AMERICANE con un
numero di registrazione ufficiale al S.E.C come comunicato nel nostro precedente post :
https://www.facebook.com/366586370108388/photos/pb.366586370108388.-2207520000.1406663900./504795609620796/?type=3&theater
Non può sussistere alcuna “unione” europea, o “trattato” su intenti unitari tra stati nazionali del continente europeo. E per tale ragione non c’è alcun “parlamento europeo” né tanto meno può esserci una “commissione europea” e una “gendarmeria europea”.
Il fatto è che il presidente di Germania non possa firmare alcunché alle persone che pretenderebbero di costituire una “unione europea” POICHÉ GERMANIA È ANCORA COMMISSARIATA DAL 1944 avendo soltanto un governo provvisorio, non avendo mai firmato alcun armistizio (mancano gli atti) alla società privata Alleanza atlantica che l’occupa militarmente e ufficialmente dalla data indicata.
STIAMO PARLANDO DELLO STATO PIU' IMPORTANTE E PRINCIPALE CREATORE DELL'EUROPA, LA GERMAMIA !
MA QUALE EUROPA UNITA ?!
FORSE GLI STATI UNITI D'EUROPA ?
IL SUPERSTATO CHE INSIEME AGLI U.S.A. SI SCHIANTERA' IN UNA GRANDE GUERRA ...
Documenti seguono :
«9-maggio-2003 – Cinquantotto anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, lo stato della Germania è ancora privo di una costituzione e di un trattato di pace. La Germania rimane una colonia d’occupazione degli Stati Uniti, secondo il governo provvisorio del Secondo Reich Tedesco, il quale cerca di restaurare la sovranità germanica basata su leggi internazionali.
“Il governo in Germania è illegale, “Wolfgang Gerhard Günter Ebel afferma ad American Free Press” e quello che eseguono con lo stesso, non ha basi legali.” Chieda com’è possibile che il popolo germanico sia ignaro di questa situazione, attesta Ebel “I media Tedeschi sono già sotto il controllo degli Alleati. I mezzi mediatici d’informazione sono controllati interamente.”
“La Seconda Guerra Mondiale, non è cessata poiché un trattato di pace non è mai stato firmato fra la Germania e gli Alleati,” Ebel dichiara, “Un contratto per la pace è la più importante cosa da noi ritenuta necessaria e voluta.”
“Finché non avremo un trattato di pace, la Germania è una colonia degli Stati Uniti,” dichiara Ebel a John Kornblum del Dipartimento di Stato U.S, il 20 Ottobre 1985.
La conduzione di leggi d’occupazione U.S. sotto il Supreme Headquarters Allied Expeditionary Force (SHAEF) è già in esecuzione, afferma Ebel. La prima legge Proclamazione N°. 1, assegnò al Generale Dwight D. Eisenhower la suprema autorità nell’area sotto il controllo U.S. sottoscritto al 13 Febbraio 1944. Le autorità degli Alleati informarono Ebel che quella legge della SHAEF sarebbe rimasta effettiva per 60 anni dalla data di segnatura e applicata a tutta l’Europa.
“Le Nazioni Unite sono lo stesso provvisorie – se vi sarà un trattato di pace fra la Germania e gli Alleati (principalmente gli Stati Uniti) – L’ONU cesserà d’esistere come noi ben sappiamo, egli afferma.
Il 9 Gennaio 1984, il Dipartimento di Stato U.S. a Berlino nominò Ebel a servire alla testa di un’arbitraria Germania (Reichsbahn) della Berlino Orientale. Esattamente quarant’anni dopo la resa militare della Germania (Wehrmacht), al 8 Maggio 1985, Ebel fu ordinato Ministro dei trasporti per il Reich Tedesco dall’Alto Commissario U.S. in Germania, del quale s’afferma che fosse allora Ambasciatore U.S. per la Germania Orientale (BRD), Richard Burt.
Finalmente il 27 Settembre 2000, Ebel fu nominato cancelliere del Reich Tedesco (Reichskanzler) da Ernst Matscheko, un rappresentante del Dipartimento di Giustizia U.S. nominato Reichspräsident ed ambasciatore speciale delle Nazioni Unite.
Estratti in:
Venerdì 9 maggio-2003, 03:15:26 - GERMANIA: 58 anni d’Occupazione U.S.A. Di Christopher Bollyn.
http://www.cieliparalleli.com/documenti000/occupazioneusaingermaniaCB.html
PRODI E D’ALEMA FIRMANO IL FALSO
Pubblicato da WALKING CLASS lunedì, 30 giugno 2008 a 8:06 PM <<Il presidente della Repubblica Horst Köhler non apporrà la sua firma sulla ratifica fino a quando la corte costituzionale non avrà giudicato su due ricorsi che obiettano la compatibilità del trattato rispetto alla costituzione tedesca. E’ stata la corte stessa a chiedere al presidente di astenersi dalla firma, valutando evidentemente piuttosto serie le obiezioni mosse>>.
Leggere il testo completo :
http://walkingclass.blogspot.it/2008/06/anche-la-germania-blocca-la-ratifica.html
German president suspends ratification of EU treaty, 07/01/2008 – 05:42
«Berlino - Il presidente tedesco Horst Koehler ha sospeso la ratifica del trattato di Lisbona a seguito di una richiesta di attendere dalla corte costituzionale tedesca, i suoi aiutanti lo hanno dichiarato a Berlino Lunedì .
Gli oppositori del trattato dell’Unione europea (UE) e della sua riforma sono andati al tribunale per ingiunzioni contro la sua ratifica. La corte costituzionale per dare un verdetto può richiedere un anno.
Il documento (Trattato di Lisbona) avrebbe già ottenuto una benedizione da entrambe le camere del parlamento tedesco ma, ha bisogno di una firma da Koehler per la ratifica della Germania. Il trattato è stato posto in pericolo da quando è stato respinto dagli elettori irlandesi in un referendum.
“In considerazione delle richieste di ingiunzioni, il presidente ha aderito alla richiesta della Corte costituzionale”, una dichiarazione dell’ufficio di Koehler dichiara.
Le ingiunzioni sono state avviate (anche) da Peter Gauweiler, un deputato federale della Christian Social Union ( CSU ) in Baviera, e dal Partito della Sinistra. La sinistra sostiene le violazioni dei trattati sui diritti parlamentari.
Nel 2006, Koehler ha anche ritardato la sua firma su un precursore del Trattato di Lisbona . Questo trattato costituzionalmente è successivamente crollato quando è stato respinto dagli elettori olandesi e francesi».
Leggere il testo completo in http://www.topnews.in/german-president-suspends-ratification-eu-treaty-250245
Nota 1 – In realtà Germania fu aggredita, bombardata e militarmente occupata dalla “Battaglia della Baia di Helgoland” fra il settembre 1939 e l’aprile 1940.
http://it.wikipedia.org/wiki/Battaglia_della_Baia_di_Heligoland_%281939%29
FINO AD OGGI 8 APRILE 2014, LA SITUAZIONE POLITICA DEL GOVERNO PROVVISORIO E COMMISSARIATO IN GERMANIA RIMANE IMMUTATA E PER TALE RAGIONE NON PUÒ PROPRIO ESISTERE LEGITTIMAMENTE ALCUNA “UNIONE EUROPEA” ADESSO.
Le elezioni che si terranno in Italia a maggio per eleggere “rappresentanti politici” di un “parlamento europeo” inesistente, di fatto, sono dunque una gran frode da denunciare e i truffatori da far arrestare e sancire.
APPROFONDIMENTI
Leggete quel che la “Gazzetta Ufficiale” dal 2007 pretenderebbe di spacciare per l’atto del “Trattato di Lisbona”
http://www.cieliparalleli.com/images/stories/pdf/Trattato_Lisbona_1_testo_fraudolento_spacciato_per-vero_.pdf
Trattasi, invece, di un volgare FALSO TESTUALE. Pensate ad esempio quante volte noi siamo costretti a firmare, scrivere in aggiunta il nostro nome e cognome in stampatello e a far vidimare con un timbro postale i foglietti d’accompagnamento di un’ordinaria raccomandata con ricevuta di ritorno.
Ecco perché quel testo indicato privo di timbri, di firme affiancate da nomi e cognomi ma spacciato addirittura nel 2007 come “Trattato di Lisbona” dalla redazione della Gazzetta Ufficiale sia una clamorosa frode accertata spudoratamente avanzata.
Di seguito è mostrato un falso testuale diffuso nel 2007 dalla “Gazzetta Ufficiale” e spacciato addirittura come “Trattato di Lisbona”.
Cercheremo di analizzare il testo indicato come “Trattato di Lisbona” per dimostrare che si tratti di un falso spudorato e non di un atto giuridico.
Innanzi tutto un atto necessita della firma autografata con accanto un nome ben visibile scritto in stampatello del firmatario e inoltre, ogni foglio di un atto notarile necessita di un timbro, istituzionale (vidimazione) della nazione rappresentativa eventualmente partecipante ad un qualsiasi concordato di carattere unitario.
Nel testo propinato nel 2007 come “Trattato di Lisbona” alla pagina 5 manca oltretutto, il riferimento al nome del “Presidente della repubblica federale di Germania” che nel 2007 fu “Horst Köhler”.
MA NOI ABBIAMO APPRESO CHE:
“Il presidente di Germania Horst Köhler sospende la ratificazione del trattato europeo”.
Pubblicato da WALKING CLASS lunedì, 30 giugno 2008 a 8:06 PM
http://walkingclass.blogspot.it/2008/06/anche-la-germania-blocca-la-ratifica.html
«Il presidente della Repubblica Horst Köhler non apporrà la sua firma sulla ratifica fino a quando la corte costituzionale non avrà giudicato su due ricorsi che obiettano la compatibilità del trattato rispetto alla costituzione tedesca. E’ stata la corte stessa a chiedere al presidente di astenersi dalla firma, valutando evidentemente piuttosto serie le obiezioni mosse. …».
E’ aggiunto anche il seguente articolo dimostrante che nel 2007 il presidente di Germania Horst Köhler non ha potuto firmare alcun “Trattato di Lisbona”:
German president suspends ratification of EU treaty, 07/01/2008 – 05:42
http://www.topnews.in/german-president-suspends-ratification-eu-treaty-250245
«Berlino - Il presidente tedesco Horst Köhler ha sospeso la ratifica del trattato di Lisbona a seguito di una richiesta di attendere dalla corte costituzionale tedesca, i suoi aiutanti lo hanno dichiarato a Berlino Lunedì.
Gli oppositori del trattato dell’Unione europea (UE) e della sua riforma sono andati al tribunale per ingiunzioni contro la sua ratifica. La corte costituzionale per dare un verdetto può richiedere un anno.
IL DOCUMENTO (TRATTATO DI LISBONA) AVREBBE GIÀ OTTENUTO UNA BENEDIZIONE DA ENTRAMBE LE CAMERE DEL PARLAMENTO TEDESCO MA, HA BISOGNO DI UNA FIRMA DA KÖHLER PER LA RATIFICA DELLA GERMANIA. IL TRATTATO FU POSTO IN PERICOLO DA QUANDO È STATO RESPINTO DAGLI ELETTORI IRLANDESI IN UN REFERENDUM.
“In considerazione delle richieste di ingiunzioni, il presidente ha aderito alla richiesta della Corte costituzionale“, una dichiarazione dell’ufficio di Köhler dichiara.
Le ingiunzioni sono state avviate (anche) da Peter Gauweiler, un deputato federale del Christian Social Union ( CSU ) in Baviera, e dal Partito della Sinistra. La sinistra sostiene le violazioni dei trattati sui diritti parlamentari.
Nel 2006, Köhler ha anche ritardato la sua firma su un precursore del Trattato di Lisbona. Questo trattato costituzionalmente è successivamente crollato quando è stato respinto dagli elettori olandesi e francesi».
IN PRATICA E PURTROPPO COMPONENTI LA REDAZIONE DELLA “GAZZETTA UFFICIALE” SONO RESPONSABILI IN DIFFUSIONE DI FALSO TESTUALE IN ASSOCIAZIONE A DELINQUERE AI FINI ESTORSIVI CON I TITOLARI DELLA FRODE CHE IN ITALIA SONO GIORGIO NAPOLITANO E I SUOI FAVOREGGIATORI.
Votare non serve, l’Ue è solo una farsa. Di Ida Magli
il Giornale | 15.03.2014
http://www.italianiliberi.it/Edito14/contro-le-elezioni-europee.html
Fonte: ☛ realtofantasia.blogspot.it
Tratto da: ☛ cieliparalleli.com