Translate

venerdì 18 dicembre 2015

Il Presidente Mattarella prende in giro Girone e tutti gli italiani.


Il Presidente della Repubblica e Capo dello Stato Sergio Mattarella al termine della sua visita al Coi (Comando Operativo di vertice Interforze) ha telefonato al marò Salvatore Girone. Il Capo dello Stato ,da buon cristiano devoto alla madonna e allo spirito santo gli ha fatto gli auguri di Natale e ha auspicato ,si ha detto auspicato,che la sua vicenda insieme a Latorre possa presto trovare una soluzione positiva.E per completare l’opera ha avuto anche il coraggio di dire” che tutto il Paese e le istituzioni sono impegnate in questa direzione”.
Certo che l’Italia non è più un paese reale ,ma un megalaboratorio dove si toglie parola a chi dovrebbe averla e la si da a chi non dovrebbe averla,un governo di inetti  incapaci traditori e fuori dalle regole continuano imperterriti nella loro ignavia vigliaccheria. Mattarella invece di star zitto ha pure il coraggio di dire che le istituzioni sono impegnate ,non sono nemmeno riusciti a farli rimanere in Italia andando contro la nostra Costituzione. Perchè li hanno rimandati in India? Se lo chiede il Mattarella? Lo sa che è un reato mandare dei cittadini italiani in un paese dove vige la pena di morte?Perchè non chiede l’apertura di un inchiesta per far sapere agli italiani i nomi di tutti i responsabili di questa vicenda?
Come si fa a fare gli auguri natalizi ai militari italiani dopo aver consegnato all’India due nostri concittadini con quale coraggio si vanno a fare le missioni all’estero per fare i pupazzi a qualcuno?
Nessuna denuncia è stata fatta. Un Presidente normale si sarebbe fatto sentire,avrebbe tutelato i suoi uomini,avrebbe fatto da garante,avrebbe minacciato di ritiro da tutte le missioni internazionali se non si risolveva questa situazione e invece Mattarella?
: "So che trascorrere il Natale e le festività per il nuovo anno lontano da casa è un sacrificio non irrilevante, anzi gravoso, ma quel che fate è davvero molto importante e merita il riconoscimento e la riconoscenza dell'intero Paese", ha detto il presidente della Repubblica che ha anche ringraziato i soldati per il loro lavoro nel Mediterraneo che "è attraversato da tragedie, da traffici orridi di esseri umani. Grazie quindi a coloro che salvano le vite umane, che arrestano i trafficanti cercando di riportare il Mediterraneo a quella vocazione di essere un mare di collaborazione e di pace e non di guerra".  Dopo aver ringraziato i militari, Mattarella ha iniziato aparlare di Isis e altre cavolate varie a lui nel megalaboratorio di pupazzi non è consentito parlare di Arabia,Turchia Qatar Nato,Putin invece che dice? "Quando la comunità internazionale chiede aiuto per difendere la pace e i diritti umani fondamentali il nostro Paese è pronto. Certo - ha ricordato il capo dello Stato - è un impegno che costa anche dolore e lutti", ma "è svolto con grande professionalità, senso di umanità". L'Iitalia  - ha poi aggiunto Mattarella - guida la missione internazionale UNIFIL in libano, che è un paese amico, e questo è "motivo di orgoglio: si tratta di una grande responsabilità".
Questo è il Presidente del megalaboratorio Italia,quello che negava  l’influenza dell’uranio impoverito nei tumori dei militari italiani reduci dalla ex Yugoslavia ,da ricordare che gli unici che non furono avvisati dei pericoli uranio furono i militari italiani,nonostante gli americani mandarono informazioni e Mattarella per chi non lo sapesse era il ministro della difesa.
Alfredo d’Ecclesia






1 commento:

  1. Un presidente normale avrebbe organizzato un 'commando' che gli avrebbe riportati in Italia.
    Se i due marò fossero stati soldati statunitensi, israeliani o inglesi a quest'ora sarebbero già a casa assieme alle loro famiglie già da parecchi mesi.

    RispondiElimina