Translate

lunedì 30 novembre 2015

Il premier britannico Cameron inventa un nuovo pretesto per invadere la Siria

Ribelli moderati, secondo Cameron
di Luciano Lago
Il premier britannico Cameron si inventa la presenza di una armata fantasma di 70.000 oppositori moderati in Siria per giustificare i piani di invasione Turco/ NATO del paese arabo.
Ancora una volta i britannici fanno da “reggicoda” ai piani USA di spartizione della Siria e si distingue in questo ruolo il Premier David Cameron, il quale, nel corso di un suo discorso al Parlamento Britannico, ha affermato, a sprezzo del ridicolo, che in Siria esisterebbero, secondo lui, circa 70.000 oppositori moderati a cui l’Occidente, ed in particolare le forze NATO, dovrebbero fornire aiuti.
Cameron ha affermato, nel corso del suo discorso tenuto per convincere della necessità di un intervento britannico, che questo fantomatico esercito di “oppositori moderati” sarebbe estraneo alle forze estremiste radicali, e si tratterebbe di un esercito di oppositori al regine di Bashar al-Assad.
Gli stessi commentatori di autorevoli giornali britannici hanno contestato le affermazioni di Cameron ed in particolare Robert Fisk, corrispondente per il Medio Oriente, per il giornale “The Independent” si domanda in un suo articolo: “Si presuppone forse che i moderati non abbiano armi nelle loro mani? Inoltre per l’Esercito siriano, che ha sofferto di oltre 60.000 perdite avutesi per mano dello Stato Islamico e del Fronte Al Nusra (i due principali gruppi armati), sarebbe molto difficile combattere contro queste truppe che non esistono”, aggiunge Fisk, il quale mette in dubbio che esistano anche soltanto 700 di questi “combattenti moderati”. Nella realtà l’Esercito siriano è l’unica forza legittima regolare schierata nel paese  e questo Esercito, grazie alla Russia, sta iniziando a recuperare il suo territorio occupato dai terroristi, ha segnalato Fisk. Vedi: The Independent
Secondo l’autore dell’articolo, il presidente russo, Vladimir Putin, sa bene che la Turchia fornisce aiuti allo Stato islamico motivo per cui è disposto a distruggere la rotta del contrabbando che gli estremisti utilizzano per trasportare il petrolio rubato alla Siria verso il territorio turco.
Se Ankara realmente vuole distruggere il terrorismo, perchè bombarda i curdi che stanno combattendo contro l’ISIS? Perchè incarcera i giornalisti che hanno denunciato la fornitura di armi all’ISIS in Siria da parte del servizio di Intelligence turco?
In mezzo a tutto questo, Cameron se ne esce con una trovata propagandistica dell’esistenza di 70.000 “oppositori moderati” nonostante tutte le evidenze, ammesse dallo stesso segretario alla Difesa USA, Ashton Carter, il quale aveva ammesso che tutti i piani di fornire armi ai “moderati” erano  falliti con la consegna delle armi ed il passaggio dei “moderati” nelle file di Al Nusra (Al Qaeda) o dell’ISIS. Vedi: Il Pentagono ammette il fallimento: “Basta addestrarre i ribelli in Siria”. 
Vedi anche: “500 milioni per addestrarre solo 60 ribelli”
Il patetico tentativo di Cameron di “arrampicarsi sugli specchi” per giustificare l’invio di armi ai gruppi terorristi mercenari che operano in Siria, non regge e viene sconfessato anche da parte di commentatori indipendenti. Un tentativo che rende evidente la complicità dei britannici nel piano di spartizione e smembramento della Siria pianificato dagli strateghi del Pentagono, un tentativo che è stato al momento bloccato dall’intervento militare, richiesto dal legittimo governo siriano, fatto dalla Russia nel paese arabo.
Concentramento di truppe turche alla frontiera
Nel frattempo si registra, nelle ultime 48 ore, un concentramento di truppe turche, circa 30.000, e di un migliaio di mezzi blindati alla frontiera turco/siriana, in uno spiegamento che lascia pensare ad un possibile intervento in forze dell’Esercito turco in base al piano occulto di invasione preparato dal Pentagono. Il piano del Pentagono, secondo alcuni analisti, sarebbe quello di creare incidenti di frontiera che forniscano il pretesto di una invasione da parte delle forze turche, appoggiate dalla NATO, della fascia settentrionale della Siria, ove creare una denominata “zona sicura” mediante la quale assicurare la protezione dei miliziani filo turchi ed addestrati dalla CIA che operano in quelle zone.
Questo piano spiegherebbe il sostegno fornito dagli USA nell’abbattimento dell’aereo russo Su-24 alla frontiera turco siriana e la copertura delle menzogne fornite dalle autorità turche circa la violazione dello spazio aereo turco, smentite peraltro non solo da russi e siriani ma ultimamente anche da esperti scientifici del Belgio.
Nei prossimi giorni si potrà quindi verificare quali saranno le mosse del governo turco che saranno fatte sullo scacchiere siriano ed è facile prevedere che, anche le provocazioni più scoperte fatte dai turchi, vedranno comunque l’appoggio degli USA e della NATO, secondo un piano prestabilito.
La Turchia di Erdogan svolge da molto tempo il ruolo sporco della leva per scardinare la Siria ed il suo governo, grazie all’assistenza ed al supporto che il governo di Erdogan ha fornito alle migliaia di mercenari jihadisti transitati dalla Turchia, riforniti di armi ed equipaggiamenti e fatti infiltrare in Siria. Nell’ambito di questo ruolo, i turchi si sono fatti carico anche all’acquisto del petrolio estratto illegalmente nei pozzi della Siria finiti nelle aree controllate dai terroristi, inoltre il governo turco ha provveduto ad allestire i campi di addestramento per i terroristi, costituiti in territorio turco sotto il controllo USA.
Con l’acquisto del petrolio dall’ISIS, la Turchia ha contribuito a finanziare lo Stato islamico e ne hanno ricavato grossi profitti dei gruppi di speculatori turchi, fra i quali si è dimostrato che vi sarebbe anche il figlio di Erdogan, che hanno rivenduto il greggio di contrabbando a prezzi di mercato a società petrolifere occidentali ed israeliane.
Il gioco è stato però mandato all’aria da Putin che, dopo l’intervento militare in Siria, ha interrotto il flusso del petrolio bombardando le lunghe colonne di camion cisterna che attendevano di passare il confine. Allo stesso modo i russi hanno colpito anche i camions che trasportavano armi e rifornimenti per i terroristi attraverso la frontiera turca. Questo ha determinato, con molta probabilità, l’ira di Erdogan e l’ordine di abbattere l’aereo russo per poi passare al “piano B” quello dell’invasione dalla frontiera con il sostegno NATO.
Ci possiamo scommettere che i prossimi giorni saranno” molto caldi” su quella zona del Medio Oriente e le conseguenze saranno di sicuro molto “pesanti” e difficilmente calcolabili.
http://www.controinformazione.info/il-premier-britannico-cameron-inventa-un-nuovo-pretesto-per-invadere-la-siria/#

Brasile, non è un disastro: è un crimine ambientale



Il fango tossico fuoriuscito dalla rottura di due dighe della società mineraria Samarco ha ormai ha raggiunto l’Atlantico.
I piani di evacuazione non sono scattati, i conflitti di interesse della politica sono molti e la multa che la società dovrà pagare è un’inezia rispetto al

Lo tsunami velenoso costituito da 62 milioni di metri cubi di fanghi e residui tossicifuoriusciti dal cedimento delle dighe Fundao e Santarem, di proprietà della società mineraria Samarco, ha devastato il bacino del fiume Rio Doce nella regione di Minas Gerais ed è arrivato all'Atlantico, inquinando le spiagge di Espirito Santo. Ora cammina verso il sud della Bahia . Questo senza dubbio è il più grande disastro ambientale della storia del Brasile (la mappa interattiva della zona interessata).


Nessuna sirena è suonata. Nessuno piano di evacuazione è stato messo in atto. I pochi fortunati che hanno saputo quel che stava accadendo hanno avuto la notizia per telefono. Gli altri, sfortunati, sono stati travolti dal fango tossico contaminato da piombo, mercurio, arsenico. Spazzatura proveniente dalla lavorazione delle miniere. Il risultato della catastrofe: 11 persone sono morte, 12 scomparse, una migliaio di sfollati e tutta una biodiversità distrutta. Solo dal fiume Rio Doce, sono stati prelevati duemila tonnellate di pesci morti.

Samarco da subito ha dichiarato che il fango non è tossico. Ma i biologi e gli esperti ambientali non sono d’accordo e per chiarire la situazione, un gruppo di scienziati provenienti da varie parti del Brasile ha organizzato un gruppo per esaminare in modo indipendente i campioni di acqua. Il Giaia (Gruppo indipendente di analisi di impatto ambientale) ha raccolto 80.000 Real attraverso un finanziamento collaborativo in internet.


Vista aerea del villaggio di Bento Rodrigues (Douglas Magno/AFP/Getty Images)



È senza dubbio il più grande disastro ambientale della storia del Brasile. E non è stato fatto niente per salvare chi ne è stato travolto. Perché un piano di sicurezza esisteva, ma non era mai stato messo in pratica dell’azienda

L’indagine

Le dighe si sono rotte il 5 novembre e dopo venti giorni dall'accaduto l’azienda non sa ancora spiegare che cosa sia successo quel giorno e il suo presidente Ricardo Vescovi, ha sottolineato che il tempo per avere una risposta va da sei mesi a un anno. Samarco ha annunciato delle misure di emergenza per aiutare la popolazione locale, tuttavia mancano chiarimenti sulle dinamiche


Com'é possibile che un'azienda con un fatturato di 2,8 miliardi di Real (705 milioni di euro,ndr) non sappia spiegare che cosa sia successo in quel giorno? Perché non aveva un piano di evacuazione e sicurezza, un sistema di barriere per impedire che il fango arrivasse nel fiume e nel mare, neanche una sirena avevano per avvertire la popolazione locale?






http://terrarealtime.blogspot.it/2015/11/brasile-non-e-un-disastro-e-un-crimine.html

Gli USA conniventi con il traffico di petrolio dello Stato islamico

MK Bhadrakumar, Indian Punchline, 28 novembre 20151627996L’ultimo giro di vite del presidente turco Recep Erdogan su due personaggi di spicco della stampa del Paese sottolinea l’acuta sensibilità alle accuse a cascata sul sostegno segreto di Ankara allo Stato islamico (SI). La posta in gioco è alta per Erdogan, dato che, apparentemente, alcune persone molto potenti vicine al presidente fanno milioni vendendo petrolio inviato in Turchia dallo SI. Sarebbe un doppio smacco per chiunque fare affari con lo SI, perché con i soldi generati dalle vendite di petrolio, il gruppo terroristico si procura armi dalla Turchia. Non c’è da stupirsi che la Turchia abbia abbattuto l’aereo d’attacco russo sulla regione di confine con la Siria attraverso cui i convogli dello SI arrivano in Turchia. Il presidente russo Vladimir Putin ha fatto alcune ampie osservazioni sul nesso della Turchia con lo SI nel commercio di petrolio. A un certo punto, ha accusato la Turchia di essere il “mentore” dello SI. Putin ha detto: “Al vertice del G20, che ha avuto luogo in Turchia, ad Antalya, ho mostrato una foto… inviata dai nostri piloti dalla quota di 5000 metri. Veicoli per il trasporto di petrolio formavano una lunga fila che scompariva all’orizzonte. Sembrava un oleodotto vivente. Erano forniture di petrolio su scala industriale provenienti dalle regioni della Siria ora nelle mani dei terroristi… Vediamo dall’aria dove questi veicoli sono diretti. Vanno in Turchia giorno e notte. Posso immaginare che forse i massimi dirigenti della Turchia non sappiano di tale situazione. E’ difficile da credere, ma in teoria è possibile. Questo non significa che le autorità turche non dovrebbero tentare di porre fine a tale commercio illegale. Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione speciale che vieta l’acquisto diretto di petrolio dai terroristi, perché queste cisterne non arrivano non solo piene di petrolio, ma anche del sangue dei nostri cittadini, e perché i terroristi utilizzano i soldi di tale commercio per comprare armi e munizioni e poi compiere attentati sanguinosi. Se le autorità turche distruggono questo petrolio, perché non vediamo il fumo dei fuochi? Lasciatemi dire ancora una volta che questa è fornitura di petrolio su scala industriale. Si dovrebbero costruire intere strutture speciali per distruggere questo petrolio. Nulla del genere avviene. Se il gruppo dirigente della Turchia non è a conoscenza della situazione, gli apriamo gli occhi ora. Sarei disposto a credere che corruzione e accordi sottobanco ne siano interessati. Lasciategli risolvere ciò che succede. Ma non c’è assolutamente alcun dubbio che il petrolio finisce in Turchia. Lo vediamo dal cielo. Vediamo che veicoli carichi vi si dirigono continuamente, ritornando vuoti. Tali veicoli sono caricati in Siria, nei territori controllati dai terroristi, e vanno in Turchia per ritornare in Siria vuoti. Lo vediamo tutti i giorni”. (Trascrizione).
Tuttavia, la cosa davvero sconvolgente è che gli Stati Uniti non muovono un dito per fermare tale traffico. Se i piloti russi possono individuare i convogli allungarsi per miglia in direzione del confine con la Turchia, giorno dopo giorno, com’è possibile che ai satelliti dell’unica superpotenza sfuggano? Naturalmente, l’amministrazione Obama lo sa dannatamente bene. Ma ha scelto di guardare da un’altra parte. Basti pensare che lo SI ha ucciso cittadini statunitensi e tuttavia il Pentagono ha avuto l’ordine di trattare con i guanti gialli li SI! Il presidente Barack Obama ha lustrato di eloquenze la determinazione a “degradare e distruggere” lo SI, ma il Pentagono ha ordine di non interrompere il traffico di petrolio dello SI! Questo è freddo statismo. Obama probabilmente sa della fiorente attività dell’élite turca ma gli è utile anche Erdogan. In poche parole, l’ordine del giorno del cambio di regime in Siria ha la precedenza sulla fine dei finanziamenti dello SI. Tuttavia, l’amministrazione Obama sembrava entusiasta della risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, approvata all’unanimità a febbraio, obbligando gli Stati Uniti a prendere misure per evitare che i gruppi estremisti in Iraq e Siria beneficino del commercio di petrolio. Prendendo parte alla discussione, l’ambasciatrice statunitense Samantha Power aveva anche vantato che, a causa delle azioni della coalizione contro lo SIIL, le risorse erano diventate più difficile per lo SI e la risoluzione contribuiva a ridurne ulteriormente il finanziamento e a facilitare la fine della brutalità del gruppo. (Notizie ONU). Ciò riporta l’attenzione sui robusti sforzi russi (e francesi) attuali per formare un’ampia coalizione internazionale sotto l’egida delle Nazioni Unite per combattere lo SI. Chiaramente, Obama non vuole Russia e ONU nella sua guerra clausewitziana alla Siria. (Vedasi il mio articolo su Asia Times Obama sfrutta le tensioni tra Turchia e Russia).Obama-US-Turkey-Nucle_Horo1Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

GENTE INCAPACE DI OMOLOGARSI


Come psicoterapeuta, incontro spesso persone dotate di un’ottima salute mentale ma sofferenti, a causa della patologia sociale in cui vivono immerse.
Nel corso degli anni ho individuato, dietro a tante richieste di aiuto, una struttura di personalità dotata di sensibilità, creatività, empatia e intuizione, che ho chiamato: Personalità Creativa.

In questi casi non si può parlare di cura (anche se, chi chiede una terapia, si sente patologico e domanda di essere curato) perché: essere emotivamente sani in un mondo malato genera, inevitabilmente, un grande dolore e porta a sentirsi diversi ed emarginati.

Le persone che possiedono una Personalità Creativa sono capaci di amare, di sognare, di sperimentare, di giocare, di cambiare, di raggiungere i propri obiettivi e di formularne di nuovi. 
Sono uomini e donne emotivamente sani, inscindibilmente connessi alla propria anima e in contatto con la sua verità.
Queste persone coltivano la certezza che la vita abbia un significato diverso per ciascuno e rispettano ogni essere vivente, sperimentando così una grande ricchezza di possibilità.

É gente che non ama la competizione, la sopraffazione e lo sfruttamento, perché scorge un pezzetto di sé in ogni cosa che esiste.
Gente che non riesce a sentirsi bene in mezzo alla sofferenza e incapace di costruire la propria fortuna sulla disgrazia di altri.
Gente che nella nostra società non va di moda, disposta a rinunciare per condividere.
Gente impopolare. Derisa dalla legge del più forte. Beffata dalla competizione.
Portatori di un sapere che non piace, non perdono di vista l’importanza di ciò che non ha forma e non si può toccare.
Sono queste le persone che possiedono una Personalità Creativa.
Persone ingiustamente ridicolizzate e incomprese in un mondo malato di arroganza, e che, spesso, si rivolgono agli psicologi chiedendo aiuto.

Ognuno di loro è orientato verso scelte diverse da quelle di sempre.
E in genere hanno valori e priorità incomprensibili per la maggioranza.
Non seguono una religione, ma ascoltano con religiosa attenzione i dettami del proprio mondo interiore.
Sanno scherzare, senza prendere in giro.
Pagano di persona il prezzo delle proprie scelte e preferiscono perdere, pur di non barattare la dignità.

Sono fatti così.
Poco ipnotizzabili. Poco omologabili. Poco assoggettabili.
Persone che non fanno tendenza. 
Forse.
Gente poco normale, di questi tempi. 
Gente con l’anima.
Carla Sale Musio











http://carlasalemusio.blog.tiscali.it/2015/11/19/gente-incapace-di-omologarsi/
http://compressamente.blogspot.it/2015/11/gente-incapace-di-omologarsi.html

La schiavitù presto prenderà il nome di “sicurezza”. Mappare tutti per prenderne pochi.

Cominciano con le prime rivelazioni, interviste, articoli ecc, tutti con un solo scopo: usare il terrorismo come pretesto per un controllo globale delle popolazioni, il tutto in nome della sicurezza. Lo chiede in nuovo ordine mondiale…
Vogliono farci riflettere sulla necessità, per ciascuno di noi, di cedere una porzione limitata della propria libertà a vantaggio della sicurezza di tutti, facendoci credere che ciò è fondamentale analizzare per prevenire e contrastare il terrorismo.
La foto sopra riportata mostra un articolo di “Il Fatto Quotidiano” del 23 novembre scorso, il quale parla di una intervista fatta a Gioacchino Genchi, che è stato a lungo consulente informatico di molte procure italiane, ha collaborato anche alle inchieste sulle stragi di Capaci e via D’Amelio, per trent’anni s’è occupato di analizzare tabulati telefonici incrociandoli con celle e ripetitori, pagamenti con carte di carte, pedaggi autostradali e altre informazioni utili.
Genchi ha sottolineato che, a suo avviso per combattere efficacemente il terrorismo bisogna:
1) Inserire il dna di tutti noi in un unico documento elettronicosostitutivo alla ormai passata carta d’identità, codice fiscale e tessera sanitraria. Una procedura utile, a suo avviso, a livello investigativo. In questo modo ciascuno di noi lascia un frammento del proprio passaggio (DNA) e del proprio comportamento (documento elettronico).
Ma documentare il Dna non è eccessivo, sotto il profilo della privacy? Documenta persino l’andamento della nostra salute….
2) Imporre a tutte le autovetture l’utilizzo del Telepass,in modo da monitorare e documentare tutti gli spostamenti all’interno dello stato, dalle tratte autostradali, ai parcheggi e ai valichi di controllo urbano.
3) Intercettare anche gli squilli oltre che le chiamate, conservando così anche i dati relativi ai tentativi di chiamata, questo perchè furono degli squilli ad azionare gli ordigni delle metropolitane di Madrid e Londra.
4) Autorizzare l’accesso e quindi l’interfacciamento diretto ed in tempo reale da parte della polizia a tutte le telecamere sparse per il territorio nazionale, ciò consentirebbe loro di acquisire dati immediatamente e controllare nell’immediatezza ogni angolo dello stato.
A nostro avviso sono tutte prassi utili a livello investigativo, ma molto invasive, in quanto, se venissero applicate a tutti, l’unico posto dove non saremmo controllati e mappati sarebbe il “bagno di casa” (per ora)…
Una domanda sorge spontanea :perchè mappare tutti per prenderne pochi? Quì si parla di intaccare la libertà e la privacy di tutti, per colpa di pochi esaltati.
Non si potrebbero applicare le procedure sopra riportate solo per quelle persone che potrebbero avere a che fare con il terrorismo internazionale? Quelle andrebbero controllate anche nel bagno di casa…
Non si potrebbero monitorare in questo modo tutti i richiedenti asilo provenienti dal mondo orientale?
Applicare queste norme a tutti, sarebbe considerare ogni singolo italiano un potenziale terrorista. Ma ormai si sa, è tutta una scusa per controllarci…
fonte http://www.complottisti.com/

Allarme dagli Usa: Sirte potrebbe diventare la nuova roccaforte dell'Isis



 http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/allarme-dagli-usa-sirte-potrebbe-diventare-la-nuova-roccaforte-dell-isis_2146558-201502a.shtml

Scatta l'allarme sulla Libia, dove l'Isis appare sempre più forte. A lanciarlo sono il New York Times e il Wall Street Journal, secondo i quali nel Paese alle porte dell'Europa lo Stato islamico governa ormai una vasta area nella zona orientale, quella di Sirte. Il rischio è che la città possa diventare la nuova base del gruppo dirigente dell'Isis, che potrebbe ritirarsi proprio di fronte alle coste italiane.
Fuga dalle bombe su Raqqa? - L'ipotesi ventilata dalle due testate americane è che i vertici dell'Isis si concentrino a Sirte per sfuggire ai bombardamenti della coalizione internazionale in Medio Oriente, che stanno colpendo sempre di più Raqqa. L'incubo dei servizi di intelligence oddietnali è che la città del nord-est della Libia possa diventare la nuova Capitale dello Stato islamico, base privilegiata da cui il "califfo" Abu Bakr al-Baghdadi e la sua cerchia più stretta potranno continuare a seminare terrore, a due passi dall'Europa. Il rischio potrebbe a questo punto essere concreto anche se gli uomini del Califfato dovessero essere cacciati via dalla Siria e dall'Iraq.

Sirte "preda" di combattenti ed emiri jihadisti - Due reportage pubblicati su New York Times e Wall Street Journal da Misurata danno un quadro molto preoccupante della situazione. Con la Libia divenuta ormai il primo Stato al di fuori di Iraq e Siria dove l'Isis governa davvero. Sotto gli uomini del Califfo c'è tutta l'area di Sirte, città natale di Gheddafi e roccaforte dell'ex rais. Una regione che gli uomini dello Stato islamico non solo hanno in pugno grazie alla a presenza di oltre 5mila combattenti (fino a pochi mesi fa si parlava di alcune centinaia), ma che amministrano attraverso l'azione di "emiri" che impongono le brutali regole del Califfato (dal divieto di fumare o ascoltare la musica all'obbligo del velo integrale per le donne) e gestiscono le risorse. Queste ultime provenienti soprattutto dal petrolio, di cui il Paese nordafricano è ricco. Ma anche dal traffico di profughi. 

FOTO:http://shoebat.com
http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2015/11/allarme-dagli-usa-sirte-potrebbe.html

I 25 PUNTI SCRITTI DAI ROTHSCHILD PER LA CONQUISTA DEL MONDO

Monete-NWO
PREMESSA: I ROTHSCHILD, SONO UNA DELLE POCHE FAMIGLIE A CONTROLLARE SIN DAGLI ALBORI LE BANCHE, QUINDI LE ECONOMIE E QUINDI I GOVERNI MONDIALI
Anno 1773. Poco prima di presentare il suo piano, in 25 punti, per “dominare le ricchezze, le risorse naturali e la forza lavoro di tutto il mondo”, Amschel Mayer Rothschild, ai suoi dodici ascoltatori, svelò «come la Rivoluzione Inglese (1640-60) fosse stata organizzata e mise in risalto gli errori che erano stati commessi: il periodo rivoluzionario era stato troppo lungo, l’eliminazione dei reazionari non era stata eseguita con sufficiente rapidità e spietatezza e il programmato “regno del terrore”, col quale si doveva ottenere la rapida sottomissione delle masse, non era stato messo in pratica in modo efficace. Malgrado questi errori, i banchieri, che avevano istigato la rivoluzione, avevano stabilito il loro controllo sull’economia e sul debito pubblico inglese».
Rothschild mostrò che questi risultati finanziari non erano da paragonare a quelli che si potevano ottenere con la Rivoluzione francese, a condizione che i presenti si unissero per mettere in pratica il Piano rivoluzionario che egli aveva studiato e aggiornato con grande cura.
Questi 25 punti sono:
1. Usare la violenza e il terrorismo, piuttosto che le discussioni accademiche.
2. Predicare il “Liberalismo” per usurpare il potere politico.
3. Avviare la lotta di classe.
4. I politici devono essere astuti e ingannevoli – qualsiasi codice morale lascia un politico vulnerabile.
5. Smantellare “le esistenti forze dell’ordine e i regolamenti. Ricostruzione di tutte le istituzioni esistenti.”
6. Rimanere invisibili fino al momento in cui si è acquisita una forza tale che nessun’altra forza o astuzia può più minarla.
7. Usare la Psicologia di massa per controllare le folle. “Senza il dispotismo assoluto non si può governare in modo efficiente.”
8. Sostenere l’uso di liquori, droga, corruzione morale e ogni forma di vizio, utilizzati sistematicamente da “agenti” per corrompere la gioventù.
9. Impadronirsi delle proprietà con ogni mezzo per assicurarsi sottomissione e sovranità.
10. Fomentare le guerre e controllare le conferenze di pace in modo che nessuno dei combattenti guadagni territorio, mettendo loro in uno stato di debito ulteriore e quindi in nostro potere.
11. Scegliere i candidati alle cariche pubbliche tra chi sarà “servile e obbediente ai nostri comandi, in modo da poter essere facilmente utilizzabile come pedina nel nostro gioco”.
12. Utilizzare la stampa per la propaganda al fine di controllare tutti i punti di uscita d’ informazioni al pubblico, pur rimanendo nell’ombra, liberi da colpa.
13. Far si che le masse credano di essere state preda di criminali. Quindi ripristinare l’ordine e apparire come salvatori.
14. Creare panico finanziario. La fame viene usata per controllare e soggiogare le masse.
15. Infiltrare la massoneria per sfruttare le logge del Grande Oriente come mantello alla vera natura del loro lavoro nella filantropia. Diffondere la loro ideologia ateo-materialista tra i “goyim” (gentili).
16. Quando batte l’ora dell’incoronamento per il nostro signore sovrano del Mondo intero, la loro influenza bandirà tutto ciò che potrebbe ostacolare la sua strada.
17. Uso sistematico di inganno, frasi altisonanti e slogan popolari. “Il contrario di quanto è stato promesso si può fare sempre dopo. Questo è senza conseguenze”.
18. Un Regno del Terrore è il modo più economico per portare rapidamente sottomissione.
19. Mascherarsi da politici, consulenti finanziari ed economici per svolgere il nostro mandato con la diplomazia e senza timore di esporre “il potere segreto dietro gli affari nazionali e internazionali.”
20. L’obiettivo è il supremo governo mondiale. Sarà necessario stabilire grandi monopoli, quindi, anche la più grande fortuna dei Goyim dipenderà da noi a tal punto che essi andranno a fondo insieme al credito dei dei loro governi il giorno dopo la grande bancarotta politica.
21. Usa la guerra economica. Deruba i “Goyim” delle loro proprietà terriere e delle industrie con una combinazione di alte tasse e concorrenza sleale.
22. Fai si che il “Goyim” distrugga ognuno degli altri; così nel mondo sarà lasciato solo il proletariato, con pochi milionari devoti alla nostra causa e polizia e soldati sufficienti per proteggere i loro interessi.
23. Chiamatelo il Nuovo Ordine. Nominate un Dittatore.
24. Istupidire, confondere e corrompere e membri più giovani della società, insegnando loro teorie e principi che sappiamo essere falsi.
25. Piegare le leggi nazionali e internazionali all’interno di una contraddizione che innanzi tutto maschera la legge e dopo la nasconde del tutto. Sostituire l’arbitrato alla legge.
Fonte: thenewtreat
http://ununiverso.altervista.org/blog/i-25-punti-scritti-dai-rothschild-per-la-conquista-del-mondo/

domenica 29 novembre 2015

DNA e Nuovo Ordine Mondiale

Al fine di impedire l’estinzione del nostro pianeta, dobbiamo aumentare la nostra conoscenza, liberando per prima cosa la nostra mente da quella falsa fornita dal mainstream. Livelli superiori di coscienza, che conferiscono o meglio riabilitano capacità ritenute miracolose, comportano dei cambiamenti nel DNA.Parti del DNA, definite dagli scienziati DNA spazzatura, vengono riattivate da pratiche spirituali efficaci, conferendo nuovi poteri. Altro che junk DNA! E’ una deformazione degli scienziati definire inutile ciò che non capiscono. E’ successo, e tuttora succede, con le tonsille, l’appendice, la cistifellea, hanno una compulsione a rimuovere quegli organi: si domanderanno chissà che ci stanno a fare lì…
I genetisti pasticciano e manipolano il DNA come se fosse una sorta di giocattolo. Purtroppo, la maggior parte dei genetisti e degli scienziati sono evoluzionisti. Non credono che l’universo sia una creazione. Per creazione intendo dire che è stato creato: sul chi l’ha creato non entro in discussione… di certo non è il vecchietto con la barba bianca che ci guarda dall’alto, agitando minacciosamente il dito indice.
Questi scienziati pensano che quello che stanno facendo sia per il miglioramento dell’umanità. Nella loro mente, l’ingegneria genetica è solo il prossimo grande passo nel nostro sviluppo evolutivo. Ciò che si sta verificando con la biotecnologia in realtà è una guerra a livello spirituale. L’ingegneria genetica è una grave minaccia per il nostro pianeta. Il settore delle biotecnologie sta giocando con il fuoco. Gli addetti ai lavori non hanno alcuna idea di quello che stanno facendo realmente. Sono dei semplici dupes.
DNA e Nuovo Ordine Mondiale
La verità è che non sono gli scienziati a giocare veramente con il DNA. Ci sono persone che hanno dei piani ben precisi riguardo a cosa fare con le manipolazioni genetiche. Che cosa è esattamente il DNA? Ci sono informazioni sul DNA che non ci vengono fornite? Si, stanno tenendo nascoste un sacco di informazioni sul DNA. C’è una cospirazione ai più alti livelli. Anche i genetisti più titolati non hanno la minima idea di ciò che è all’ordine del giorno del cartello della genetica, o quali sono le loro fonti di finanziamento. E non hanno nemmeno idea riguardo all’esistenza di un movimento eugenetico per la creazione di un mondo migliore “migliorando” i geni umani.

Che cos’è il DNA?

La struttura a spirale del DNA riflette la struttura a spirale di tutte le proteine nel corpo. Le strutture a spirale sono semplicemente come una bobina che Tesla ideò per migliorare la ricezione e la trasmissione di energia. In modo simile, il DNA è come un ricevitore e trasmettitore di frequenze cosmiche, che molti chiamerebbero divine. Si potrebbe anche chiamare il DNA ricetrasmettitore di energia bio-acustica o di luce e suono. Non troverai nulla del genere nei tradizionali testi scientifici. Per qualche ragione questi dati sono omessi. Perché?
Progetto Genoma Umano
La risposta ci porta al Progetto del Genoma UmanoChi c’è dietro a questo progetto? Una piccola élite di famiglie che sono al potere da centinaia di anni e che controllano governi e industrie (farmaceutica, petrolchimica, ingegneria genetica, sistema bancario). Le scienze più avanzate in questo campo sono manipolate e controllate dalla politica. I tizi che controllano il Progetto Genoma Umano, hanno una conoscenza che, al momento, supera di gran lunga quella di qualsiasi altro normale essere umano.

Cosa c’è dietro a tutto questo? Cosa vogliono gli appartenenti a questa élite?

Il loro scopo è quello di controllare noi, l’uomo, con la manomissione della nostra genetica. In definitiva, vogliono farci diventare schiavi del loro sistema di controllo. Se puoi rimbambire un essere umano e togliergli il suo potere spirituale, puoi agire da intermediario o da guardiano. In altre parole, si può interferire con l’evoluzione di ogni singolo individuo e privarlo della sua essenza. Questa è la forma più avanzata di guerra bio-spirituale che sia mai esistita. Le tecnologie che vengono utilizzate per questi scopi, comprendono quella del Programma Scudo Spaziale e del Progetto HAARP, e tutte le tecnologie che si focalizzano sull’impiego delle frequenze elettromagnetiche. E’ necessario, quindi, venire a conoscenza di queste tecnologie in modo che ci si possa proteggere.
I media aiutano le industrie coinvolte nel progetto, a immettere in continuazione il messaggio che le ricerche e gli studi vengono fatti per il bene dell’umanità. Dopo aver sentito questi messaggi abbastanza spesso, alla fine ci crediamo. Siamo stati così sedati dai media, che non ci si chiede più ciò che sta realmente accadendo. Perché ci sono queste grandi epidemie di “AIDS”, il cancro e le malattie autoimmuni? Ci sono persone specificatamente incaricate che stanno nascondendo la verità, perché fanno fortune enormi con le nostre disgrazie e la nostra ignoranza. E facendoci credere che i farmaci curano quelle malattie, continuano a vendere i loro prodotti farmaceutici.
Libri sull’argomento
Hanno creato un sistema che si basa su risorse di energia inquinanti e non rinnovabili. Questi industriali sono gli stessi che controllano a livello mondiale la Exxon, la Shell e la Mobil –l’industria petrolchimica, farmaceutica, bancaria e genetica, sono la medesima cosa. Il loro gioco è Potere e Controllo.
Qui si inizia ad avere a che fare con il regno del male. La vita è il movimento che risulta dall’interazione di forze contrapposte. La dicotomia più nota e quella composta dagli opposti bene e male, che da sola ha ispirato la creazione dei più grandi poteri clericali sulla terra. I “buoni” vogliono un regno di pace sulla terra, in cui le individualità possano esprimersi liberamente e in pace. I “cattivi” vogliono imporre il proprio volere sugli esseri, per il solo godimento perverso del potere espresso con la dominazione degli altri.

Possiamo scegliere

Il Progetto Genoma Umano è stato finanziato, non a caso, dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti. Il Dipartimento dell’Energia Stati Uniti, il Trust di Londra, la famiglia reale d’Inghilterra, e la famiglia Rockefeller sono i principali protagonisti che controllano lo studio della genetica e del DNA.In ultima analisi, costoro hanno rubato la ricerca di un programma universitario, due settimane prima del suo completamento.
Manipolazione DNA
George Soros e un gruppo di scienziati, che potremmo chiamare del male, il Carlyle Group e tutti i suoi affiliati ne sono coinvolti. Hanno privatizzato il Progetto Genoma Umano, brevettato ogni sequenza genetica potenzialmente lucrativa, e sono ora nel business della manipolazione e alterazione, forse per sempre, della genetica della vita.
Nel suo documentario, Fahrenheit 9/11, Michael Moore espone che i principali affaristi della guerra contro il terrorismo mondiale lavorano nel Carlyle Group e che hanno anche collegamenti con i Bin Laden, i sauditi, l’industria militare. Sono loro che dirigono le guerre e traggono profitto dalla morte dei nostri amici e dei nostri familiari. Questi sono i criminali. Le persone devono svegliarsi e rendersi conto che le persone che controllano il DNA sono estremamente inaffidabili.

Il Progetto Genoma Umano: qual’era il suo vero scopo?

Hanno usato il denaro dei contribuenti per finanziare il Progetto Genoma Umano, ma esso è una truffa. Hanno fatto credere che fosse destinato a valorizzare la conoscenza delle sequenze dei geni, per la progettazione futura di dispositivi medici e applicazioni geneto-farmaceutiche. Dissero che per far questo era necessario decodificare ogni singolo gene all’interno del corpo umano. Ci hanno indotto a credere che avrebbero fatto progressi nel campo dell’ingegneria genetica a nostro vantaggio. Tutto questo è falso.
Le lotte per ottenere i brevetti del Progetto Genoma Umano sono in corso solo per questioni di denaro, ingenti somme. La Rockefeller University è il primo e più importante destinatario di questi codici genetici rubati. La maggior parte dei brevetti depositati del Progetto Genoma Umano, è riservata alle persone che controllano il pianeta. Hanno dirottato il Progetto Genoma Umano secondo la propria agenda che consiste nel voler ricreare la nostra specie a loro immagine e infatti, in realtà, il progetto non aveva nulla a che fare con il bene dell’umanità, come ci hanno sempre detto.

Tutte le malattie sono l’espressione di turbamenti spirituali

Comunità medica dupes
La comunità medica nega, o per lo meno non promuove, la necessità di ristabilire la connessione con la nostra parte spirituale. Molti dei medici e degli scienziati hanno subìto il lavaggio del cervello, sono schiavi del controllo mentale. Sono seguaci del culto medico, sono dei dupes (pupazzi abbindolati). Tirano fuori dal cilindro pillole magiche per curare ogni male, ma come puoi vedere dalla pubblicità televisiva, quelle pillole causano terribili effetti collaterali. In una cosa hanno avuto successo: hanno creato grandi industrie. La sanità e la scienza lavorano duramente per impedirci di accedere alla vera Conoscenza. Questa ignoranza, in ultima analisi, ci porta al nostro stesso genocidio. Genocidio, nel Webster’s Dictionary è definito come: …l’uccisione di massa di persone per motivi economici, politici, e/o motivi ideologici. Fa fare un sacco di soldi ai drug pusher della comunità medica.

Queste persone non hanno il potere di guarirti

Hanno invece il potere di avvelenarti e di manipolare la genetica e la chimica del tuo corpo (ormoni, enzimi, etc…). La IG Farben è stata la più infame fra le organizzazioni di cartello e letteralmente… è stata il Terzo Reich. Gli amministratori e consulenti che erano al top dell’organizzazione, erano infatti anche al top nelle SS al tempo di Hitler. Queste persone sono come minimo inaffidabili. Sebbene la IG Farben non esista più in quanto tale, esiste ancora sotto altre forme. Nel 1951, la compagnia fu divisa nelle componenti originali. Le quattro più grosse, comprarono rapidamente quelle più piccole, e oggi restano solo Agfa, BASF, e Bayer, mentre la Hoechst si è fusa con la francese Rhône-Poulenc Rorer, dando vita alla Aventis, con sede a Strasburgo, in Francia. Se poi diamo uno sguardo ai nomi del direttivo della IG Farben, incontriamo i soliti nomi: Edsel Ford, Charles Mitchell (Rockfeller Bank), Walt Teagle (Presidente di Standard Oil), Paul Warnurg (capo della Federal Riserve), Herman Metz, direttore della Bank of Manhattan, controllata da Warburg. Direttore era Max Warburg, fratello di Paul. E’ il caso di dire che… il lupo perde il pelo ma non il vizio.
Il cartello farmaceutico ti vuole spacciare pillole “magiche” per la cura di ogni male. Perché? Queste pillole hanno terribili effetti collaterali che ti fanno ritornare dal tuo medico, solo per scoprire che avrai bisogno di altre pillole “magiche”. Questo tipo di dipendenza è conveniente per chi ottiene profitti finanziari con le nostre malattie. Le industrie e i governi traggono beneficio dalla nostra sofferenza. Il loro obiettivo finale è quello di ridurre la popolazione a schiavi. Se le persone si svegliassero e accedessero a questa conoscenza, fermerebbero il gioco di prestigio delle pillole magiche e si renderebbero conto che siamo tutti esseri di energia (come precedentemente realizzato da Nikola Tesla e Albert Einstein). Allora tutti potremmo godere del nostro vero potenziale, utilizzando la nostra saggezza interiore per curare il nostro corpo, naturalmente.

Elites mondiale e controllo del DNA

DNA link tra materia e spirito
L’élite mondiale sta cercando di impedirci di raggiungere le nostre mete spirituali, controllando il DNA. Il DNA è qualcosa che va oltre la materia ed entra nel mondo spirituale. Di fatto è il link fra la materia e lo spirito. Tramite esso lo spirito può guarire il corpo, perché il DNA converte le vibrazioni spirituali in armoniche inferiori, che possono essere recepite dal corpo a livello cellulare, e dato che il nostro corpo è un insieme di cellule, guarendo le singole cellule si guarisce l’intero corpo. Se una cura funziona veramente fino alla completa remissione e non alla mera scomparsa del sintomo, quella cura agisce a livello cellulare, ripulendone l’ambiente e armonizzandone il campo magnetico. E non sarà mai una cura farmaceutica.
Facendo migliori scelte nutrizionali, ambientali, emotive, mentali e spirituali, puoi aggiornare la tua genetica, puoi accendere i filamenti dormienti della struttura a spirale del DNA, il cosiddetto DNA spazzatura degli scienziati. Hai il potere di passare da umano a sovrumano. Quando puoi realizzare il tuo potenziale, allora puoi manifestare il tuo vero destino. IlSistema di Guarigione della Dieta Senza Muco, ad esempio, ti offre la conoscenza necessaria per adottare uno stile di vita e scelte alimentari che portano al miglioramento della qualità della vita.

I vaccini possono alterare il DNA

I vaccini possono alterare il DNAI vaccini colpiscono il sistema nervoso. Contengono neurotossine, mercurio, alluminio, e formaldeide. Quando si sopprime il sistema nervoso, si sopprime la spiritualità.I vaccini sono armi da genocidio in grado di controllare e schiavizzarci spiritualmente e fisicamente. E ciò, è molto di più dei meri danni fisici da vaccino immediatamente visibili, come l’autismo, per esempio.
La coscienza non dipende solo dal nostro DNA, ma dipende anche dal nostro sistema nervoso. Infatti le cellule dei nervi hanno più materiale genetico rispetto a qualsiasi altra cellula. Pertanto i nervi, in particolare quelli nel cervello, sono il ponte per la manifestazione della nostra spiritualità e coscienza.Un sistema nervoso compromesso è di impedimento al corretto svolgimento di pratiche spirituali. Gli effetti collaterali dei farmaci e dei vaccini hanno un effetto paralizzante sul sistema nervoso, la coscienza e la spiritualità. Gran parte delle grandi piaghe del nostro tempo, se non tutte, sono il risultato di manipolazioni fatte dall’uomo all’interno di laboratori (vaccini, forniture di sangue contaminato, mutazioni genetiche, nuovi ceppi di batteri, virus e funghi).
Trionfo della Luce
Nonostante il fatto che il DNA venga manipolato e inquinato, in particolare attraverso l’uso di vaccini, siamo ancora in grado di manifestare guarigioni miracolose. Alla fine vince la ForzaLa verità è che abbiamo a che fare con la Luce contro le tenebre, il Bene contro il male… e non è un’allegoria, lasciamo pure satana e belzebù alle superstizioni del passato: qui abbiamo a che fare con persone reali.
Quando comprendiamo questo, possiamo entrare nella stanza nero-pece del male con una piccola fiamma di verità e tramutare il buio in luce. Non è possibile fare il contrario. Non si può entrare in una stanza ben illuminata piena di verità e amore, con un pezzo di male e di oscurità e sterminare la luce. E’ evidente chela Verità, la Luce e il Bene vinceranno sulla menzogna, l’oscurità e il male.
Se diamo uno sguardo a quello che succede su questo pianeta, possiamo dedurre che siamo nei guai. Eppure, la Verità è così profonda e così potente che alla fine vincerà.
Articolo di Luciano Gianazza
Libri sull’argomento
http://www.complottisti.com/dna-e-nuovo-ordine-mondiale/