Translate

venerdì 29 gennaio 2016

Denuncia di Maiorano a Renzi per le vacanze d'oro

"Per 12 giorni (13/08/2014-24/08/2014) il nostro amatissimo premier Matteo Renzi con moglie e tre figli ha soggiornato in un lussuoso albergo di Forte Dei Marmi, il Roma Imperiale, in via Corsica 9 a Forte Dei Marmi (Lucca). Le tariffe di tale albergo riguardanti 5 persone con pernottamento e colazione (esclusi i due pasti principali) oscillano tra i 1300-1600 euro giornalieri ...

da cittadino che paga tutte le tasse e non fa spesso furbate come Renzi (vedi affitti pagatigli da Carrai riguardo la sua ex abitazione in via degli Alfani 8 a Firenze) vorrei sapere come Renzi si sia potuto pagare tale faraonico soggiorno oppure se lo stesso albergo gli abbia fatto sconti o se abbia addirittura regalato a Renzi l'intero soggiorno, perché nell'una o nell'altra cosa la legge sul finanziamento pubblico dei partiti IMPONE una dichiarazione congiunta per motivi di trasparenza (Renzi non è parlamentare) e quegli obblighi Renzi è tenuto a rispettare come segretario del PD. Non di meno il codice di condotta adottato per tutta l'amministrazione pubblica con norme più severe inserite a palazzo Chigi vieta a chiunque lavori, Renzi compreso, alla Presidenza del Consiglio dei ministri, di non accettare doni di tale natura che si tratti come in questo caso di uno sconto di centinaia di euro o di offerta natura della vacanza stessa.

Faccio presente alla Procura della Repubblica di Lucca che l'albergo è di proprietà della famiglia Maestrelli proprietari della società PI.DA spa, già finanziatore di Renzi nelle sue campagne elettorali. Chiedo all'Ag di indagare in relazione a tutti i reati che ravviserà e di informarmi in caso di eventuale archiviazione attraverso l'avvocato romano prof. Carlo Taormina
". 


Nessun commento:

Posta un commento