Translate

venerdì 8 gennaio 2016

Lo stupro per la Presidenta Boldrini: solo "mancanza di rispetto"

.
Se (almeno) mille uomini molestano (almeno) ottanta donne, ci si aspetta una reazione quanto meno ferma da una come Laura Boldrini, che dei diritti delle donne ha fatto la sua battaglia e che si sente minacciata se qualcuno la chiama "il presidente".
Ma così non è stato. Non solo qualche mese fa la presidente della Camera si felicitava per "l'accoglienza e lungimiranza" che regnavano a Colonia - ma certo non poteva sapere cosa sarebbe successo poi -, a una settimana dalle violenze di massa la Boldrini non ha commentato l'accaduto. Fino ad oggi, quando all'agenzia Aska a ha parlato di aggressioni "veramente inaccettabili" e da condannare. Salvo poi limitarsi a chiedere chiarezza e ad aggiungere: "Le persone che si sono permesse questi atti di mancanza di rispetto anche violenti ne rispondano davanti alla giustizia".
Nessun riferimento alla provenienza degli aggressori che - stando al rapporto della polizia - sono "persone di origine straniera" che con arroganza sono arrivati a irridere le forze dell'ordine consci che nessuno avrebbe potuto fare nulla.
Oltre ad essere parole forse un po' troppo caute per chi non esitò a ragione a definire grillini e simpatizzanti "potenziali stupratori" per dei commenti - decisamente beceri -lasciati sotto un video in cui un cinque stelle portava in macchina "lady Ghigliottina". Quelli, a parole, erano potenziali stupratori. Quelli di Colonia, coi fatti, solo "irrispettosi anche violenti"?
Solo alle 17,30 del 7 gennaio, quando la polemica è già scoppiata, finalmente la Boldrini rompe il silenzio anche sui social. E - pur ancora senza parlare di immigrati - finalmente parla di "violenze, molestie e umiliazioni fisiche e verbali" e di "clima di intimidazione" a cui le donne sono costrette a sottostare.
fonte http://www.ilgiornale.it/


2 commenti:

  1. Oggi... Anzi ieri, i media di ogni regime hanno capitolato su ciò che è stato definito come ratto di capodanno o attacco terroristico sessuale.
    Obbiettivamente e umanamente non posso che approvare l'indignazione e soprattutto lo sgomento per quanto accaduto.
    Ma ritengo doveroso far notare, che un evento di tali proporzioni per numero di partecipanti e per estensione territoriale, portato a termine in luoghi distinti, nel medesimo contesto e nello stesso momento, ha l'aria di un operazione preventivata programmata e appositamente operata da un organizzazione di alto livello e non certo da scalmanati o ubriaconi reduci dai festeggiamenti del capodanno, come vorrebbero farci credere.
    Affermo dunque che trattasi di terrorismo e considerato chi detiene i fili dei suddetti, lascio a coloro i quali si appassionano di geopolitica, le ovvie conclusioni.

    RispondiElimina
  2. Ordo ab chao, recita il cartiglio sotto lo stemma araldico della massoneria.Ed è un impegno programmatico, che evolve in strategia mondialista. Evidentemente, per imporre l'ordine è indispensabile, a premessa, creare il caos.Considerata la tolleranza che pervade e connota oramai gli europei in generale, e i tedeschi in particolare, è necessario indurre un po' di intolleranza, e un pizzico di razzismo.Se si opera opportunamente, sarà possibile suscitare tensioni crescenti, che sfocino in contrapposizioni aperte. Sempre più violente. Il caos, per l'appunto, su cui imporre il proprio ordine. E' una delle molteplici articolazioni della grande strategia mondialista. Ahimè...

    RispondiElimina