Translate

lunedì 4 gennaio 2016

Renzi"Noi abbiamo la certezza di non fare affari con chi sottobanco sta finanziando l’ISIS“.

da Stefano Davidson
Complessivamente con la mano destra ha tagliato 51 miliardi e 845 milioni di euro di spesa pubblica e con la mano sinistra l’ha aumentata di 164 miliardi e 535 milioni di euro. Risultato netto: una spesa aumentata fra il 2014 e il 2018 di 112,7 miliardi di euro.
Come si faccia a intestarsi 6,3 miliardi di euro di tagli che non ci sono, sperando che gli italiani non se ne accorgano, si può spiegare unicamente con la convinzione che un titolo valga cento volte di più di una verifica che nessuno andrà mai a controllare. .
Del resto, parliamo di quello stesso Matteo Renzi che, mentre dall’aeroporto di Cagliari partono cargo pieni di bombe destinate all’Arabia Saudita, che poi finiscono nelle mani delle formazioni estremiste, dichiara candidamente che l’Italia non fa affari con chi finanzia l’Isis.
A questo proposito ricordo l'intervista rilasciata dal "dernier" del Consiglio a Novembre a Sky TG24:
“Noi abbiamo la certezza di non fare affari con chi sottobanco sta finanziando l’ISIS“. Poi, dopo mezz’ora di intervista condotta con la solita sicurezza e quel tantino di boria cui siamo abituati, perde la lucidità e risponde che, a livello di Stato, l’Italia non fa affari con chi finanzia l’Isis, ma “che ci siano imprenditori che possano fare dei business in quei Paesi mi sembra del tutto doveroso“.
Ah, sarebbe doveroso avere in casa affaristi che non si fanno scrupoli di alimentare quel terrorismo che poi viene qui a ripagarci con la nostra stessa moneta?
Poi il "bugiardo patologico ineletto" si stupiva che per i Paesi dell’area medio orientale fosse difficile accettare di essere invasi: “Quando tu gli vai a dire che vai a esportare la democrazia, e per loro ‘esportare la democrazia’ è un concetto che si spiega meno bene… Si spiega male, diciamo la verità, rispetto a come si potrebbe spiegare in America o in Italia“.
Non l’avrei mai sospettato: comprendere le logiche della colonizzazione è semplice per i colonizzatori e un filino più complicato per i colonizzati. Logica stringente ed arguta!
Nel prosieguo del discorso, arriviamo al punto centrale: “La monarchia dell’Arabia Saudita non conosce le stesse regole che conosce la Repubblica Italiana rispetto alle modalità elettorali. Però questo non significa che io una settimana fa non fossi a Riad, non abbia parlato con il Re, con il Principe ereditario, con il vice-Principe ereditario“.
Ma lo sa, il matteopoldo (che continua a dire che a livello istituzionale l’Italia non fa affari con chi finanzia l’ISIS), che sono proprio gli USA ad avere certificato, nero su bianco, in un rapporto della loro intelligence datato 2012, che sono i loro alleati nel medio oriente a finanziare l’ISIS, e che loro non sono riusciti a farli smettere?
“Non siamo riusciti a convincere i nostri alleati nel medio oriente a smettere di sostenere gli estremisti in Siria“, recita il rapporto della Defense Intelligence Agency.
E a chi si riferiva, l’intelligence americana, se non certamente anche all’Arabia Saudita, che ha comprato 60 miliardi di armamenti dagli USA?
Fate leggere al coglioncello questi documenti desecreatati Usa che raccontano la nascita dell’ISIS“.
(http://www.byoblu.com/…/i-documenti-desecretati-usa-che-rac…)
Mandategli una mail matteo@governo.it. Fatelo in tanti cortesemente.
fonte: SkyTG24/ Claudio Messora.


Nessun commento:

Posta un commento