Translate

lunedì 4 aprile 2016

Fare immediatamente chiarezza sulla presenza di emissari Shell e Total (unici beneficiari dell'Emendamento voluto dall'Abusivo) negli Uffici istituzionali del ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, di Stefano Davidson

Fare immediatamente chiarezza sulla presenza di emissari Shell e Total (unici beneficiari dell'Emendamento voluto dall'Abusivo) negli Uffici istituzionali del ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi,
"In Italia le società petrolifere pagano solo il 10% di royalties, contro l’80% chiesto da Norvegia e Russia, e hanno diritto a franchigie: non versano nulla se estraggono meno di 20mila tonnellate su terra e meno di 50mila in mare. Se superano le soglie, scatta una detrazione. E il Paese non ci guadagna: i posti di lavoro creati sono pochi e i conti delle regioni hanno scarsi benefici" (Luisiana Gaita, il fatto quotidiano)
A tutto questo, come se non bastasse, bisogna aggiungere il fatto che in pratica a comunicare le quantità di petrolio e gas estratte sono gli stessi concessionari con un’autocertificazione che nessuno controlla. Non a caso nel 2010 la Cygam Energy, una società petrolifera canadese, in un suo dossier raccomandava di investire in Italia perché “la struttura italiana delle royalties è una delle migliori al mondo”. Ossia: “Trivelliamo in Italia tanto gli italiani sono imbecilli!”
Gli italiani infatti non traggono alcun beneficio diretto dal consumare petrolio prodotto sul territorio nazionale. Al consumatore italiano non cambia nulla, che il petrolio venga dalla Basilicata o dal Golfo Persico.
La Shell ha praticamente il monopolio della produzione di silicio di grado solare utilizzato nella produzione dei pannelli fotovoltaici grazie a consorelle, ed ora utilizzerà questa tecnologia per estrarre il petrolio. La multinazionale olandese infatti e il sultano dell’Oman stanno spendendo 53 milioni di dollari in un progetto che porterà all’uso di energia solare sui pozzi di petrolio stesso (giuro che è vero. Siamo alla surrealtà totale!). Così abbatterà il costo di estrazione e potrà rifiorire, prima lei e poi quelli a cui fornirà questa tecnologia.
Il tutto a ovvie spese dell’ambiente.
Spero che fare 2+2 non sia troppo difficile.
Stefano Davidson

Nessun commento:

Posta un commento