Translate

lunedì 23 maggio 2016

napolitAno: «Ho dato l'incarico a Renzi, come prima a Letta, con l'impegno di portare avanti queste riforme e anche altre, come quelle del lavoro» Di Stefano Davidson

napolitAno: «Ho dato l'incarico a Renzi, come prima a Letta, con l'impegno di portare avanti queste riforme e anche altre, come quelle del lavoro»
Considerando quanto previsto nell'attuale Carta Costituzionale e quanto espresso dalla Consulta con la Sentenza n. 1/2014 questa è una vera e propria pubblica confessione a mezzo stampa.
Possibile che non esista un Generale che sia uno, o un Procuratore della Repubblica (sic) che sia uno, che agisca in base ai propri giuramenti o alla propria deontologia professionale?
PS: se servissero le prove basta ascoltare l'abusivo che aderisce: “Napolitano mi ha detto: devi fare la riforma del lavoro, della legge elettorale, la riforma costituzionale e quella della pubblica amministione..."
Ovvero oltre al resto l'ex ayatollah ha anche travalicato abbondantemente i limiti del proprio incarico sconfinando in un inyenzionale Alto Tradimento conclamato.
Stefano Davidson

Nessun commento:

Posta un commento