Translate

mercoledì 3 agosto 2016

5 anni di menzogne e bufale sulla Siria demolite in pochi giorni

5 anni di menzogne e bufale sulla Siria demolite in pochi giorni
di Federico Pieraccini
Quello che sta avvenendo ad Aleppo spiega ancora una volta, a chi non fosse chiaro, il ruolo di Assad e dell'Esercito Arabo Siriano per liberare il paese dalla piaga che tiene in ostaggio una nazione da 5 lunghi anni.

In particolare pochi giorni fa sono iniziate le operazioni di soccorso verso la popolazione civile. Stando a quanto ci raccontano i media mainsteam:

Assad grazie all'Esercito Arabo Siriano uccide i suoi stessi cittadini volontariamente. Le rivolte nel 2011 ad Aleppo erano spontanee, i rivoltosi inizialmente cittadini inermi, poi rivoluzionari, poi moderati.

Infine hanno raccontato che la popolazione, in maggioranza, era al fianco dei rivoltosi.

Riflettiamo.

Il fatto che ci siano dei corridoi umanitari ad Aleppo significa che una parte consistente della popolazione vuole attraversarli per transitare da un luogo ad un altro.
Da una zona meno sicura ad una più sicura. Mi pare scontato.

Altrettanto evidente è la provenienza del flusso che origina dalle zone in mani agli oppositori del governo di Assad (Al Nusra etc), verso le zone liberate dall'Esercito Arabo Siriano ed in mano al governo legittimo di Assad.

Alla prima occasione i cittadini di Aleppo fuggono dalle zone in mano ai terroristi (rischiando la vita e spesso venendo uccisi) verso le zone sicure della città in mano al EAS.

E' in questo preciso istante, una volta razionalizzata questa dinamica, che tutto il muro di disinformazione, menzogne e bugie che politici e giornali europei ed americani hanno raccontato negli ultimi 5 anni sulla Siria si sgretola. Come sempre.
Fonte: L'Antidiplomatico

Nessun commento:

Posta un commento