Translate

giovedì 29 settembre 2016

No alle Olimpiadi, si al Ponte: l'alleanza della finanza globale e degli speculatori locali è di nuovo salda.

No alle Olimpiadi, si al Ponte: l'alleanza della finanza globale e degli speculatori locali è di nuovo salda.

di Francesco Erspamer*
Il fiasco delle Olimpiadi non era nei patti: chi aveva sovvenzionato e appoggiato il regime per lucrare sul Grande Evento non è contento. Ecco allora, immediato e necessario, l'annuncio di una Grande Opera: il Ponte sullo stretto. Un progetto vecchio e inutile ma costosissimo -- almeno dieci miliardi, che potrebbero diventare quindici, venti, chissà, una volta iniziato, come non completarlo? Meglio dei Giochi. L'alleanza della finanza globale e degli speculatori locali è di nuovo salda.

*Professore all'Harvard University. Post facebook del 27 settembre 2016
fonte http://www.lantidiplomatico.it/dettnews-no_alle_olimpiadi_si_al_ponte_lalleanza_della_finanza_globale_e_degli_speculatori_locali__di_nuovo_salda/82_17259/

Nessun commento:

Posta un commento