Translate

martedì 22 novembre 2016

Napolitano il burattinaio della riforma renziana voterà si, dicono i suoi presstitutes.




Giorgio Napolitano è il burattinaio di questa riforma costituzionale per cui andremo a votare il 4 dicembre e con la sua faccia di Presidente demerito fa pure finta di indignarsi nei confronti di quelli che non capiscono l’importanza di questa riforma voluta e commissionata dalla elites…
Sicuramente saranno altre 50000 euro al mese per il Presidente demerito che non lascia  niente, comunque questa carogna traditore è l’autore,è il killer della Costituzione italiana ,si fa pure intervistare questo traditore venduto,privo di qualsiasi moralità.
JP Morgan,la banca d’affari americana in un documento del 28 maggio 2013   indica il percorso,tutto documentato e il burattinaio Napolitano si presta,visto che l’hanno messo la per questo,a realizzarlo.
La Maria Elena Boschi  dichiarò  pubblicamente : Il Presidente Napolitano visto che l’esperienza del Governo Letta sulle riforme costituzionali si era interrotta, nel dare l’incarico a Renzi chiede di formare un Governo che avesse come oggetto della propria attività la ripresa delle riforme costituzionali e della legge elettorale“.
Come vedete questo è il loro compito,consegnare il paese alla elites.
Hanno assoldato un esercito di venduti gente che dopo aver dato la disponibilità a votare si ha ripreso a lavorare vedi Benigni Santoro ,Lerner un esercito immenso di venduti che ostenta anche le buone maniere ipocritamente nei confronti degli avversari.
Quindi Renzi è stato messo da Giorgetto Napolitano per completare il lavoro sporco iniziato da Monti e Letta.
Non è un caso che entrambi Burattino e burattinaio ora parlano di spread,il solito linguaggio mafioso da ostentare per i richiami subliminali ai poveri fessi.
Per la Clinton i richiami scattavano con la parola sondaggio,per gli italiani invece con la parola spread.
C’è da dire e sono arciconvinto di questo che questa gentaglia esercito di servi compresi farà una figura ancora peggiore di quella fatta dalla Clinton e co…

Alfredo d’Ecclesia








Nessun commento:

Posta un commento