Translate

giovedì 10 novembre 2016

USA, le star miliardarie non accettano la democrazia e contestano il voto

di Alessandro Morelli
USA, le star miliardarie non accettano la democrazia e contestano il voto
I giornaloni che davano Hillary Clinton vincente fino all'ultimo secondo descrivono 
un'America bloccata da manifestazioni contro il neoeletto presidente degli Stati Uniti,
 Donald Trump. Non paghi della figuraccia rimediata solo poche ore fa, le testate 
giornalistiche del Belpaese investono il loro spazio dando risalto alle proteste
 delle star miliardarie e di alcuni cittadini contro il presidente.
Dopo la cocente delusione per non poter ripagare come promesso i sostenitori 
di Hillary, la cantante Madonna alla ricerca di ispirazione posta sui social una foto 
con un'opera che rappresenta dei clown, come se per fare il pagliaccio avesse bisogno 
di suggerimenti di altri. Lady Gaga invece scrive: "L'amore odia Trump", 
una vera lezione di idiozia in termini. Non solo donne, anche Bon Jovi, 
sostenitore della Clinton della prima ora, decide di palesare la sua amarezza 
mentre rimane silente Bruce Springsteen che non si è ancora ripreso dallo shock
 della sconfitta.

Molte star promuovono sui loro social le immagini di una manifestazione che ha coinvolto
 alcune centinaia di persone a New York, adunata che grazie alla pubblicità di cantanti e 
attori sta avendo una eco mondiale e subito le testate giornalistiche italiane, malgrado 
la trombata raccolta solo poche ore fa, si lanciano nell'esprimere il loro compiacimento. 
Uno tra tutti è la firma del Corsera Beppe Severgnini che titola: "Perché si può, anzi 
si deve criticare Trump". Noi sorridiamo, guardando dalla riva tanti brandelli 
di informazione che passano nel fiume, più si agitano prima la gente si accorgerà 
delle menzogne che l'intellighenzia ha rifilato per tanti anni, chiudendo definitivamente
 la porta in faccia a chi ha gestito, guidato e pontificato sulla testa dei cittadini.





































































Alessandro Morelli
fonte http://www.ilpopulista.it/news/10-Novembre-2016/6941/usa-le-star-miliardarie-non-accettano-la-democrazia-e-contestano-il-voto.html

Nessun commento:

Posta un commento