Translate

martedì 28 febbraio 2017

Matteo Renzi, il viaggio in California pagato dai Clinton

L’endorsement, alla fine, qualcosa ha pagato. Pochi giorni prima delle presidenziali Usa,Matteo Renzi fu l’unico premier di un grande Paese al mondo a schierarsi apertamente a favore di Hillary Clinton e contro Donald Trump.
Pareva una scelta a basso prezzo, visto che la democratica era data per strafavorita nei sondaggi. Poi le cose sono andate in modo leggermente diverso… e non solo alle elezioni americane. Trump è finito alla Casa Bianca, Renzi a casa.

Nei giorni scorsi, l’ex premier è tornato da semplice cittadino (l’altra volta c’era andato da capo del governo) in California, a farsi un giro tra le realtà e i protagonisti della Silicon Valley.E il quotidiano Il Giornale scrive che a pagargli la trasferta sia stata la Clinton Global Foundation. Non solo come “ringraziamento” per l’endorsment dello scorso novembre. Il quotidiano di via Negri rivela come negli anni i vari governi di centrosinistra che si sono succeduti al potere dal ’96 a oggi abbiano contribuito finanziariamente alla fondazionedell’ex presidente Bill (e consorte). L’ultima volta, come appare sul sito ufficiale della stessa Foundation, nel 2015 quando figura un contributo governativo italiano tra i 101mila e i 250mila dollari.
http://www.direttanews24.com/matteo-renzi-viaggio-california-pagato-dai-clinton/


Nessun commento:

Posta un commento