Translate

martedì 21 febbraio 2017

Orge gay pagate dal governo: ecco chi è il direttore dell'Unar



Rom, camminanti, migranti, omosessuali. Nella vita di Francesco Spano c'è tutto questo.
Avvocato, classe 1977 nel suo curriculum appaiono il dottorato alla Scuola superiore "Sant'Anna" di Pisa e gli studi presso l’"Institut catholique de Paris" e la "School of Law" della University of California di Berkeley. Un profilo di tutto rispetto, ma che in queste ore è finito nella bufera dopo che Le Iene hanno documentato il finanziamento da parte dell'Unar (di cui Spano è direttore) di associazioni gay nei cui circoli si praticano orge e prostituzione invece delle normali attività culturali. Una brutta bega.
Scorrendo la pagina Facebook di Spano si può disegnare un profilo di questo giurista che ha insegnato diritto, politica e religione presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Siena e in un master della "Sapienza” a Roma. Immagini sacre e frasi della Bibbia, post a difesa dei diritti dei gay, elogi alla Legge Cirinnà per i matrimoni omosessuali. Poi ancora l'incontro con il Vescovo di Milano, Angelo Scola e quella "venerazione" per il calice di San Carlo Borromeo. Sembra che Spano faccia convivere agevolmente credo religioso e diritti dei gay, nonostante le forti proteste del mondo cattolico durante l'approvazione del Ddl Cirinnà.
Sulle posizioni politiche, invece, ci sono pochi indizi. Alcune apparizioni a dibattiti promossi dal Partito Democratico, l'augurio ai musulmani per le loro feste religiose, il Sì al referendum costituzionale e diversi post contro Matteo Salvini. Chiare le posizioni pro-Europa, visto che in occasione delle elezioni in Austria esultò "per i nostri fratelli austriaci che hanno bocciato il candidato della destra populista. W l'Europa". Nella scalata ai vertici dell'Unar, Spano è stato anche coordinatore della Consulta giovanile per il pluralismo religioso e culturale, ha collaborato con il Ministro dell’Interno Giuliano Amato ed è stato consulente dell’UNICRI ed il Consiglio d’Europa. Sullo sfondo sempre le "questioni relative alla tutela delle minoranze, al dialogo inter religioso ed alle politiche di contrasto alla radicalizzazione"."Vorrei un'Italia in cui Michael ed Anna potessero avere le stesse opportunità, gli stessi giochi, gli stessi capricci, le stesse coccole a consolarli", scrive sotto una foto in cui si vede una giovane mamma immigrata.
Ora, dopo un'intera giornata sotto il fuoco incrociato di partiti e associazioni cattoliche,Francesco Spano si è dimesso dalla guida dell'Unar. Le Iene lo avevano messo di fronte a due documenti che dimostrerebbero come è anch'egli socio dell'Anddos, l'associazione cui fanno riferimento i circoli smascherati dal servizio di Filippo Roma. Il finanziatore è socio di chi viene finanziato consoldi pubblici? A questa domanda Spano ha risposto con un secco diniego, anche se le Iene dicono di essere in possesso della fotocopia del tesserino di adesione. Di certo c'è che il 21 ottobre scorso partecipò ad un "interessante convegno promosso da Anddos e dall'Unione forense per la tutela dei diritti umani". Ma forse è solo un caso.
fonte http://www.ilgiornale.it/news/cronache/orge-gay-pagate-governo-ecco-chi-direttore-dellunar-1366754.html



Nessun commento:

Posta un commento