Translate

mercoledì 29 marzo 2017

Un tentativo di colpo di stato Soros in Russia


Giorgetto Soros è sempre in prima fila,doveva creare l’anti Putin,doveva globalizzare la politica russa,doveva creare problemi all’immagine di uno stato,quello russo,  che attualmente è l’unico baluardo verso l’orrore creato dalla elite.
La trappola è scattata organizzando manifestazioni non autorizzate a Mosca e a San Pietroburgo.
Subito la stampa di regime della elite da The Guardian, Newsweek, Chicago Tribune, BBC e del New York Times ha suonato la grancassa  
Usa e Ue hanno condannato la Russia insieme a tutti i governi  presieduti dai loro pupazzi
Elogi alla libertà e al libero pensiero si sono diffusi  ovunque(questi paraculi sono diventati bravi nell’inganno programmato).
Comunque era tutto pronto,ora come è successo per la campagna elettorale americana avremo anche le notizie quotidiane dalla Russia e sul nuovo martire della libertà che ha denunciato la corruzione dei leader russi.
Il mondo deve respirare l’aria di Giorgetto,i suoi pensieri,le sue palpitazioni,le sue emozioni devono essere condivise,e qualcuno deve sempre narrare come faceva ad esempio la Botteri,che c’è una Clinton in testa sui sondaggi.

Alfredo d’Ecclesia

Nessun commento:

Posta un commento