Translate

sabato 22 luglio 2017

Alto tradimento?Una pura formalità,una pura normalità.



Un vero capolavoro tattico, la servitù globale sull’orlo di una profonda crisi isterica cerca e continua ad aggrapparsi a qualsiasi piccolo dettaglio,a qualsiasi piccolo battito d’ali pur di non rispondere,pur di continuare all’infinito a negare ogni forma di evidenza,pur di continuare a mentire ad oltranza e continuare a prendere ordini da chi ha ordito questa grande vigliaccata ai danni dell’Italia e degli italiani
Ora sappiano che qualcuno, in base  a quale logica non si sa,ovvero si può supporre,ma non si può ancora dire …qualcuno ha firmato un qualcosa che consente a tutte le navi del mondo,Ong,commerciali,militari di raccogliere migranti in mare e portarli in Italia.
Venti milioni sono in partenza dall’Africa,i bengalesi sono i migranti più numerosi forse Triton è gia estesa anche in Asia e perché non estenderla in tutto il mondo?
C’è poco da scherzare ,bisognerebbe chiedere e rispondere,se la Bonino non apriva bocca non si sarebbe saputo niente e di cosa si parla ora ? Di come rivedere Triton ? Di chiudere i porti? Di rivedere i trattati e di ritornare al trattato di Dublino?
No assolutamente no.Dei pazzi scatenati continuano a parlare di mancanza di solidarietà europea,di porti che non si vogliono aprire di frontiere che devono stare apertee …
Per la prima volta un tg ha nominato Giorgetto Soros,indicato dal premier ungherese Orban  come il responsabile del progetto invasione migranti .
Il premier Paolo Gentiloni ha avuto il piacere e l’onore di ricevere direttamente da Giorgetto gli ordini e forte di questo onore continua a trincerarsi nella menzogna che rasenta il delirio.
Sentite Gentiloni come vuole risolvere il  problema : "Dai Paesi dell'Ue abbiamo diritto di pretendere solidarietà, non accettiamo lezioni, tanto meno possiamo accettare parole minacciose. Noi facciamo il nostro dovere, pretendiamo che l'Europa intera lo faccia al fianco dell'Italia invece di dare improbabili lezioni al nostro Paese. L'Italia - ha sottolineato Gentiloni - è un Paese impegnato a farsi carico di non alimentare odi e paure, impegnato a farsi carico di un peso che dovrebbe essere più condiviso in Europa".
Il Presidente ungherese Orban aveva anticipato il  contenutodi una lettera inviata a Gentiloni dai leader del gruppo Visegrad,   , comprendente anche Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca..
". "Le nostre frontiere esterne devono essere protette", affermano. Per questo i quattro leader spiegano, "l'Ue ed i suoi Stati dovrebbero mobilitare risorse finanziarie e di altro genere per creare condizioni sicure e umane in hotspot o centri di accoglienza fuori dall'Ue", e offrono un "contributo significativo".

"Il flusso immigratorio deve essere fermato in Libia" e "se non verranno chiusi i porti ai migranti - scrivono i leader  - il problema diventerà ingestibile, dato che tedeschi e austriaci chiuderanno presto le loro frontiere". All'obiezione che in Libia non esiste un potere pronto a mettere in atto il piano italiano (portare sulle coste libiche la linea di confine a Sud dell'Europa fermando lì i migranti in centri supervisionati da Onu e ong) e a collaborare con l'Ue per fermare i trafficanti, Orban risponde: "Penso ad azioni militari". Il premier ungherese critica infine anche le stesse organizzazioni non governative che stanno aiutando i profughi in mare e per le quali l'Ungheria fronteggia una nuova procedura di infrazione dalla Commissione Ue per la sua legge anti-ong. "Sono finanziate ed appoggiate da George Soros", il miliardario americano di origine ungherese, secondo il premier di Budapest.

Rievocando il "muro", Orban spiega che nel 2015, all'epoca della crisi dei flussi lungo la rotta balcanica, l'Ungheria aspettò tre mesi una soluzione europea e poiché, questa non arrivava, chiuse le frontiere e modificò le leggi. "E' ciò che consiglio di fare a tutti", ha aggiunto Orban, perché l'assistenza Ue è inefficace. "Non abbiamo bisogno di una politica comune europea sui migranti, e non abbiamo bisogno di un'agenzia comune europea per i migranti, perché porteranno soltanto caos, difficoltà e sofferenza". Presto, secondo Orban e il V4, lo faranno anche Austria e Germania, che "ne hanno abbastanza". E se lo faranno "tutti i migranti che arrivano da Sud resteranno in Italia. Per questo l'Italia dovrebbe smettere di far sbarcare i migranti nei suoi porti".

Il Premier Gentiloni non ha ancora dato una risposta sugli ordini ricevuti da Soros.Renzi e Alfano continuano a parlare di politica e di campagna elettorale.
Le opposizioni,a parte qualcuno  si trastullano nel niente istituzionale,forse qualcuno non vuole vedere l’alto tradimento nei confronti dell’Italia e degli italiani,questi vanno fermati e processati e bisogna bloccare Triton.Se un pazzo o un venduto firma un accordo del genere ,ora laboratorio o non laboratorio va fermato,e subito,non si può far finta di niente e continuare a parlare del più e del meno.
Chi doveva vigilare e non l’ha fatto  e ancora più responsabile.Sembra che sia in atto in Italia una lotta a mostrarsi servi degni e affidabili.
I nomi e i partiti si sanno,sono anche negli elenchi pubblicati in rete,ora tocca ai rappresentanti dei cittadini e ai cittadini denunciare e chiedere che la nostra Costituzione sia rispettata.
E Gentiloni prima di dimettersi racconti al paese gli ordini ricevuti da Giorgetto Soros.

Alfredo d’Ecclesia




Nessun commento:

Posta un commento