Translate

lunedì 3 luglio 2017

Sinonimi: Orrore e Potere



tratto da ilfattoquotidiano - Un festino gay a base di droga. È quello che hanno scoperto gli uomini della Gendarmeria vaticana in un blitz all’interno di un appartamento nel Palazzo dell’ex Sant’Uffizio (inquisizione). Proprio lì dove per un quarto di secolo l’allora cardinale Joseph Ratzinger ha svolto il suo incarico di prefetto della Congregazione per la dottrina della fede prima di essere eletto Papa. 

L’inquilino dell’appartamento, stando a quanto raccontano in Vaticano, è un monsignore che svolge le mansioni di segretario di un importante porporato a capo di un dicastero della Curia romana. L’uomo, subito fermato dalla Gendarmeria, è stato prima ricoverato per un breve periodo nella clinica romana Pio XI per disintossicarsi dalle sostanze stupefacenti, e attualmente si trovain ritiro spirituale in un convento in Italia.


Qualcuno si lascia scappare di essersi lamentato più volte per un continuo via vai dal portone di ingresso, la sera, di persone che erano abituali frequentatori del monsignore fermato. All’interno dei sacri palazzi spiegano che l’appartamento dove si consumavano i festini a luci rosse a base di droga non doveva essere assegnato al segretario di un capo dicastero. Si tratta, infatti, di un’abitazione riservata ai superiori: prefetti, presidenti o segretari della Curia romana e non semplici monsignori. 


Così come aveva destato diversi malumori che il presule in questione avesse una macchina lussuosa con la targa della Santa Sede. Anche questo è un privilegio riservato ad alti prelati. Evidentemente, come emerso anche da alcune ricostruzioni fatte in Vaticano, era proprio questo veicolo che consentiva al suo proprietario di trasportare la droga senza essere mai fermato dalla polizia italiana.


Una location perfetta per godere dei privilegi dell’extraterritorialità senza però dover sottostare né ai controlli dello Stato italiano, né a quelli della Città del Vaticano. Risolta, per usare un eufemismo, la vicenda a dir poco incresciosa del monsignore, resta da chiarire la posizione del cardinale di cui era segretario. “Possibile che non si sia mai accorto di nulla? Eppure diceva che lavoravano insieme fino a tardi”, si lascia scappare ancora un alto prelato.


freeskies – A Roma, gli intrecci tra pedofilia, potere, droga ed immunità varie sono ben noti alla popolazione per bene che è costretta a vivere nei pressi di tanto orrore. I vertici del potere nazionale ed internazionale (diplomazie, nobiltà, clero, industriali, alta finanza) sono usi imbastire intrattenimenti esecrandi con abusi continuati di minori ed assunzione di droghe. Alla base di tali occupazioni, oltre alla perversione personale, c’è un tornaconto energetico. La magia nera conosce bene il potere derivante dalla diffusione di energie negative e dalla chiamata di entità parassitarie.


L’officiante di tali osceni rituali è un medium che permette la trasfusione di energie dirette. Di tali rituali ne hanno parlato (entrambi post mortem) Pier Paolo Pasolini e Stanley Kubricknelle loro opere uscite postume: ‘Salò e le 120 giornate di Sodoma’ e ‘Eyes Wide Shut’.

Si tratta di magia nera per l’utilizzo di energie sessuali, legate alle emozioni di frequenza ultrabassa come la paura, il dolore, la sopraffazione. La presenza dei minori abusati permette uno sfruttamento più intenso data la ‘freschezza’ della fonte.


Pensiamo che le strutture di potere (tutte) nascano comecaptatori di energie negative umaneOgni recinto istituzionale infatti genera dolore, paura, sconforto. Le piramidi di potere si spartiscono l’energia ottenuta in base al proprio posizionamento gerarchico. Spesso la persona più potente è però al di fuori del sistema. Orrore e potere sono sinonimi?
http://offskies.blogspot.it/2017/06/sinonimi-orrore-e-potere.html

Nessun commento:

Posta un commento