Translate

giovedì 31 agosto 2017

GIURAMENTO GESUITA E QUESTO SAREBBE IL REGNO DI DIO O DI SATANA?



13 PRESIDENTI AMERICANI FACEVANO PARTE DEGLI ILLUMINATI
IL
Ti è stato insegnato a piantare insidiosamente il seme della gelosia e dell’odio fra le 
comunità, le province e gli stati che erano in pace, ed a spingerli nel sangue, a 
coinvolgersi in guerre l’uno contro l’altro, ed a creare rivoluzioni e guerre civili in paesi che 
erano indipendenti e prosperi, che coltivavano l’arte della scienza e godevano della 
benedizione della pace. E a prendere posizione con i combattenti e per agire 
segretamente insieme al tuo fratello Gesuita, che potrebbe essere impegnato dall’altra 
parte, e ad essere apertamente in opposizione a ciò con cui tu sei connesso, in modo che 
infine la Chiesa ne tragga vantaggio, alle condizioni fissate nei trattati di pace, e che il fine 
giustifica i mezzi. 
Ti è stato insegnato il tuo dovere come spia, per raccogliere tutti i fatti, le statistiche ed i 
dati in tuo potere da ogni fonte; ad ingraziarti la fiducia dei circoli familiari dei Protestanti e 
degli eretici di ogni classe e carattere, così come quella di commercianti, banchieri, 
avvocati, nelle scuole e nelle università, nei parlamenti e nelle legislature, tra giudici e 
consigli di stato, e ad essere “ogni cosa per ogni uomo” per il bene del Papa, di cui siamo 
servitori fino alla morte. 
Hai ricevuto tutte le istruzioni in qualità di novizio e neofita, ed hai servito come coadiutore, 
confessore e prete, ma non sei stato investito di tutto ciò che è necessario per comandare 
nell’Esercito di Loyola al servizio del Papa. Devi servire nel momento giusto come 
strumento ed esecutore, diretto dai tuoi superiori; poiché nessuno qui può comandare se 
non ha consacrato le sue opere con il sangue dell’eretico; perché senza perdita di sangue 
nessun uomo può essere salvato. Quindi, per adattarti al tuo lavoro ed assicurarti la tua 
salvezza, in aggiunta al tuo giuramento formale di obbedienza al tuo Ordine ed alleanza al 
Papa, ripeterai dopo di me: 
L’ESTREMO GIURAMENTO DEI GESUITI 
Io, ______ ______, adesso, in presenza di Dio Onnipotente, della Benedetta Vergine 
Maria, del benedetto Arcangelo Michele, del benedetto S. Giovanni Battista, dei santi 
Apostolo S. Pietro e S. Paolo e di tutti i santi e dei sacri ospiti dei cieli e di te, mio padre 
spirituale, Generale Superiore della Società di Gesù, fondata da S. Ignazio Loyola, nel 
Pontificato di Paolo Terzo e continuata fino ad oggi, dichiaro e giuro sul grembo di Maria, 
sulla matrice di Dio, sula verga di Gesù Cristo, che sua Santità il Papa è il Vice-reggente di 
Cristo ed è il Vero ed Unico capo della Chiesa Cattolica Universale sulla terra; e che per le 
virtù di legame e della dissoluzione date a Sua Santità dal mio Salvatore Gesù Cristo, egli 
ha potere di deporre re eretici, stati, governi e alleanze che saranno illegali senza il suo 
consenso, e che possano essere distrutti senza problemi. Quindi, fino all’ultimo dei miei 
poteri, io difenderò questa dottrina ed i diritti di Sua Santità contro tutti gli usurpatori di 
qualsiasi autorità eretica o Protestante, ed in particolare la Chiesa Luterana di Germania, 
Olanda, Danimarca, Svezia e Norvegia, e le chiese che ora pretendono autorità di 
Inghilterra e Scozia, e le loro affiliate che si sono stabilite in Irlanda e nel Continente 
Americano ed in altri luoghi, e tutti gli aderenti che si oppongono alla Sacra Madre Chiesa 
di Roma sia che siano usurpatori che eretici. Rinuncio e dismetto qualsiasi alleanza a 
qualsiasi re, principe o stato eretico che si definisca Liberale o Protestante o che 
obbedisca a una di queste leggi o ai loro magistrati e ufficiali. 
I Gesuiti – 1540 
Dichiaro inoltre che le dottrine delle chiese d’Inghilterra e Scozia, dei Calvinisti, degli 
Ugonotti e di altri che si definiscono Protestanti o Liberali sono condannabili, e che essi 
stesso hanno condannato chi non le abbandonerà. 
Dichiaro inoltre che aiuterò, assisterò e consiglierò ogni e qualsiasi agente di Sua Santità 
in ogni luogo dove sarò, in Svizzera, Germania, Olanda, Danimarca, Svezia, Norvegia, 
Inghilterra, Irlanda, America o in qualsiasi altro regno o territorio dove sarò, e farà il 
massimo per estirpare le dottrine Liberali o Protestanti e per distruggere tutti i poteri che 
pretendono, siano essi regali o altri. 
Prometto e dichiaro inoltre nondimeno di essere autorizzato ad assumere qualsiasi eretico 
religioso al fine di propagare gli interessi della Madre Chiesa, e a mantenere segreti e 
privati i consigli dei suoi agenti di tanto in tanto in maniera che possano fidarsi di me, e 
non divulgare questo, direttamente o indirettamente, a voce o per iscritto o in altra 
maniera; ma di eseguire tutto ciò che sarà proposto, affidato o scoperto da te mio padre 
spirituale, o da chiunque di questo sacro convento.
Prometto e dichiaro inoltre che non avrò alcuna opinione o volontà personale, o nessuna 
riserva mentale qualunque essa sia, anche da morto o cadavere (perinde ac cadaver), ma 
che obbedirò senza esitazione ad ogni e qualsiasi comando che io possa ricevere dai miei 
superiori nella Milizia del Papa e di Gesù Cristo. 
Che io andrò in qualsiasi parte del mondo in cui sarò inviato, nelle gelide regioni del Nord, 
nelle infuocate sabbie del deserto dell’Africa, nelle giungle dell’India, nei centri di civiltà 
dell’Europa, o nelle steppe selvagge ed infestate d’America, senza borbottare o 
lamentarmi, e che sarò remissivo verso qualsiasi cosa mi sia comunicata. 
Prometto e dichiaro inoltre che, quando si presenti l’opportunità, muoverò una inarrestabile 
guerra, segretamente o apertamente, contro tutti gli eretici, i Protestanti ed i Liberali, 
perché sono indirizzato a fare questo, ad estirparli e sterminarli dalla faccia della terra; e 
che non farò distinzioni di età, sesso e condizione; e che impiccherò, brucerò, getterò 
nell’immondizia, bollirò, scorticherò, e seppellirò vivi questi eretici infami, strapperò 
stomaco ed utero alle loro donne e schiaccerò contro il muro la testa dei loro bambini, in 
maniera da annientare per sempre questa abominevole razza. Che quando questo non si 
possa fare apertamente, userò segretamente il calice avvelenato, la corda per strangolare, 
il ferro del pugnale, il proiettile di piombo, senza distinzione di onore, rango, dignità o 
autorità della persona o delle persone, qualsiasi sia la loro condizione in vita, sia pubblica 
che privata, e che io possa essere indirizzato a fare questo in qualsiasi momento dagli 
agenti del Papa o dai Superiori della Fratellanza della Santa Fede, della Società di Gesù. 
A conferma di tutto ciò, io dedico la mia vita, la mia anima e tutti i miei poteri corporali, e 
con questo pugnale che io adesso ricevo sottoscrivo il mio nome scritto con il mio sangue 
a testimonianza di questo; dovesse provarsi che sono debole o falso nella mia 
determinazione, che possano i miei fedeli soldati o i soldati della Milizia del Papa tagliarmi 
le mani ed i piedi, e la mia gola da orecchio ad orecchio, aprire la mia pancia e bruciarla 
con lo zolfo, e punirmi con qualsiasi pena che possa essermi inflitta nel mio cuore e possa 
la mia anima essere torturata da demoni in un eterno inferno per sempre! 
I Gesuiti – 1540
Tutto questo io ______ ______ giuro per la santa Trinità ed i santi Sacramenti, che io 
sono qui per ricevere ed eseguire e mantenere inviolabili; e chiamo tutti i gloriosi ospiti del 
cielo a testimoniare queste mie ferme intenzioni per renderle il mio giuramento. 
A testimonianza di questo io ricevo il sacramento più santo e benedetto dell’Eucarestia, e 
ne sono ulteriore testimone, mediante il mio nome scritto con la punta di questo pugnale 
intriso del mio sangue e siglato di fronte a questo convento. 
[Riceve l’ostia dal Superiore e scrive il suo nome con la punta del suo pugnale intrisa del 
suo sangue preso davanti al cuore] 
SUPERIORE 
Adesso ti alzerai in piedi e io ti istruirò del Catechismo necessario per farti riconoscere da 
ogni membro della Società di Gesù che appartiene a questo rango. 
Prima di tutto tu, come fratello Gesuita, scambierai il segno della croce come farebbe 
qualsiasi altro Cattolico Romano ordinario; quindi uno incrocerà i polsi con i palmi delle 
mani aperti, e l’altro come risposta incrocerà i piedi uno sull’altro; il primo punterà con 
l’indice della mano destra il centro del palmo sinistro, l’altro punterà con l’indice della mano 
sinistra il palmo della mano destra; il primo quindi farà un cerchio intorno alla testa con la 
mano destra toccandola, e l’altro con l’indice della sua mano sinistra toccherà il lato 
sinistro del suo corpo appena sotto il suo cuore; quindi il primo passerà la sua mano 
destra attraverso la gola dell’altro, ed il secondo simulerà con la mano destra l’atto di 
tagliare con un pugnale lo stomaco e l’addome dell’altro, verso il basso. Il primo quindi dirà 
‘Iustum’, l’altro risponderà ‘Necare’, il primo dirà ‘Reges’ e l’altro risponderà ‘Impios’. (Il 
significato di questo è già stato spiegato). Il primo quindi presenterà un pezzo di carta 
piegato in una maniera particolare, quattro volte, che l’altro taglierà longitudinalmente e, 
aprendolo, apparirà il nome JESU scritto per tre volte sulla testa e sui bracci di una croce. 
Quindi scambierai e riceverai con lui le seguenti domande e risposte: 
Dom: Da dove vieni? 
Ris: Dalle curve del Giordano, dal Calvario, dalla Santa Sepoltura, ed 
infine da Roma. 
Dom: Cosa hai e per cosa lotti? 
Ris: Per la Santa fede. 
Dom: Di chi sei al servizio? 
Ris: Del Santo Padre a Roma, il Papa, e della Chiesa Romana Cattolica 
Universale nel mondo. 
Dom: Chi ti comanda? 
Ris: I Successori di S. Ignazio Loyola, fondatore della Società di Gesù o i 
Soldati di Gesù Cristo. 
Dom: Chi ti ha ricevuto? 
Ris: Un Venerabile uomo in bianco. 
Dom: Come? 
Ris: Con un pugnale scoperto, ed io inchinato sulla croce sotto le bandiere 
del Papa del nostro sacro Ordine. 
I Gesuiti – 1540 
Dom: Hai fatto un giuramento? 
Ris: Si, di distruggere gli eretici ed i loro governi e governanti, senza 
distinzione di razza, sesso o condizione. Di essere un corpo senza alcuna 
opinione o volontà personale, ma di obbedire implicitamente i miei 
superiori in ogni cosa senza esitazione o lamentela. 
Dom: Lo farai? 
Ris: Lo farò. 
Dom: Come viaggi? 
Ris: Nella barca di Pietro il pescatore. 
Dom: Verso dove viaggi? 
Ris: Verso i quattro quarti del mondo. 
Dom: A che scopo? 
Ris: Obbedire agli ordini del mio Generale e dei Superiori e di eseguire la 
volontà del Papa e ottemperare con fede alle condizioni del mio 
giuramento. 
Dom: Vai tu, quindi, nel mondo e prendi possesso di tutte le terre nel 
nome del Papa. Colui che non lo accetta come Vicario di Cristo e suo Vice 
Reggente in terra, sia maledetto e venga sterminato. 
(Lo stesso identico giuramento si può trovare nel libro ‘Roma Sotterranea’ di Carlos Didier, 
tradotto dal Francese e pubblicato a New York nel 1843. Si può anche trovare nella 
Biblioteca del Congresso, Catalogo Numero 66-43354.) 
Una parte del Giuramento pubblicato nel 1894 dice:
“Rinuncio e dismetto qualsiasi alleanza a qualsiasi re, principe o stato eretico che si 
definisca Liberale o Protestante o che obbedisca a una di queste leggi o ai loro magistrati 
e ufficiali. 
“Dichiaro inoltre che le dottrine delle chiese d’Inghilterra e Scozia, dei Calvinisti, degli 
Ugonotti e di altri che si definiscono Protestanti o Liberali sono condannabili, e che essi 
stesso hanno condannato chi non le abbandonerà.” 
“Dichiaro inoltre che aiuterò, assisterò e consiglierò ogni e qualsiasi agente di Sua Santità 
in ogni luogo dove sarò, in Svizzera, Germania, Olanda, Danimarca, Svezia, Norvegia, 
Inghilterra, Irlanda, America o in qualsiasi altro regno o territorio dove sarò, e farà il 
massimo per estirpare le dottrine Liberali o Protestanti e per distruggere tutti i poteri che 
pretendono siano essi regali o altri. “ 
Una parte del Giuramento è entrata nei Registri del Congresso presa dai cavalieri 
del Quarto Livello dei Cavalieri di Colombo e pubblicata il 15 Febbraio 1913, che 
dice:
“… che io mi munirò di armi e munizioni in modo da essere pronto quando si passi parola, 
o mi sia ordinato di difendere la chiesa sia come individuo che con la Milizia del Papa” 
I Gesuiti – 1540
“A testimonianza di questo ricevo questa santa Eucarestia e testimonio ulteriormente tutto 
questo con la punta del mio pugnale intrisa del mio sangue [Suona familiare al giuramento 
della Mafia chiamato ‘Omertà’ ?] e siglato di fronte a questo santo sacramento….” 
“Dichiaro inoltre che io farò … del mio meglio per estirpare le dottrine Protestanti, Liberali 
o Massoniche e per distruggere tutti i poteri che pretendono, siano essi legali o altro … 
Prometto e dichiaro inoltre che, quando si presenti l’opportunità, muoverò una incessante 
guerra sia segretamente che apertamente contro tutti gli eretici Protestanti, Liberali o 
Massoni perché sono diretto ad estirparli e sterminarli dalla faccia della terra e che non 
farò distinzioni di età, sesso e condizione … E che impiccherò, brucerò, getterò 
nell’immondizia, bollirò, scorticherò, strangolerò, seppellirò vivi questi eretici infami e 
strapperò stomaco e utero alle loro donne, e schiaccerò la testa dei loro bambini contro il 
muro per annientare questa abominevole razza… “ 
“Qualora questo non si possa fare apertamente, utilizzerò in segreto il calice avvelenato, la 
corda per strangolare, il ferro del pugnale, il proiettile di piombo, senza distinzione di 
onore, rango, dignità o autorità della persona o delle persone qualsiasi sia la loro 
condizione in vita, sia pubblica che privata, e che io possa essere diretto in ogni momento 
da qualsiasi agente del Papa o superiore della fratellanza della santa fede della Società di 
Gesù [Non è simile al Giuramento Gesuita?].” 
“Dovessi provarmi falso o debole nella mia determinazione, possa la milizia del Papa 
tagliarmi mani e piedi, tagliarmi la gola da orecchio a orecchio, possa la mia pancia essere 
aperta e bruciata con lo zolfo, possano essermi inflitte tutte le punizioni possibili in terra e 
la mia anima possa essere tormentata dai demoni in un eterno inferno per sempre [Non 
sembra il Giuramento Gesuita?]. Che al momento di votare io voterò sempre per un 
Cavaliere di Colombo preferendolo ad un Protestante, e specialmente ad un Massone …” 
Caro cercatore di verità, i Gesuiti non solo sono autori del suddetto Giuramento dei 
Cavalieri di Colombo ma scrissero anche, come vedremo in seguito, i Giuramenti del 
Rito Massone d’Irlanda oltre cento anni prima della creazione del loro nuovo Ordine. Nel 
1879 Edmond Ronayne, un altro eroe che crede alla Bibbia, convertitosi al Cattolicesimo 
Romano ed in passato Maestro della Loggia Keystone di Chicago, diede alcune linee 
guida dalla sua Guida Massonica che evidenziano che i Giuramenti dei supposti nemici 
della Massoneria e dei Gesuiti minori, ‘i Cavalieri di Colombo’, erano praticamente identici: 
“Quando un fratello rivela uno qualsiasi dei nostri grandi segreti, per esempio dice 
qualcosa di Boaz, Tubalcain, Jachin, o il terribile Mah-hah-bone (il nome del grande dio 
Massonico), o anche quando un ministro preghi nel nome di Cristo in una delle nostre 
assemblee, devi sempre essere pronto a tagliargli la gola da parte a parte, tirare fuori la 
sua lingua dalla base, e seppellire il suo corpo in fondo a qualche lago o stagno. 
Naturalmente tutto questo deve avvenire in segreto, come nel caso di quel famoso 
Morgan, perché sia la legge che la civiltà sono opposte a tali barbari crimini; ma quindi 
sappi che devi vivere per i tuoi obblighi e, fintanto che hai giurato di farlo, con il tuo essere 
ligio ed obbediente sarai libero dal peccato.

Nessun commento:

Posta un commento