Emmanuel Macron e Angela Merkel hanno parlato di "diritto comune di asilo per i rifugiati". Una proposta che ci viene dal piano per i migranti scritto da George Soros nel settembre 2015.
Il trasferimento di sovranità richiede, la maggior parte delle leggi francesi sono una trasposizione nella nostra legge delle direttive europee. Vi sono, tuttavia, altre iniziative, a prima vista "indipendenti", ma che in realtà trovano la loro origine in influenze esterne. Il caso della "crisi" dei "migranti" ci ha già fornito almeno due illustrazioni.
In primo luogo, Bernard Cazeneuve, in una circolare del 1 ° 2016 agosto abolita de facto (non in questi termini, come potrebbe lasciare supporre a prima vista come un forum [1] ) la distinzione tra immigrazione immigrazione legale e illegale , sostenendo l'introduzione di "benefici" per i migranti. [2]Se questa fusione progressiva tra i due tipi di immigrazione non è semanticamente esplicita, questo è un primo passo. Il PICUM 2012 (Piattaforma internazionale per immigrati privi di documenti), influente a livello europeo, che ha pubblicato il rapporto "Garantire l'accesso all'assistenza sanitaria per gli immigrati in Europa" il 3 ottobre 2013, sarà considerato qui: quale ruolo possono giocare le autorità locali e regionali? [3]Finanziato dalla Commissione europea e, dal 2014, anche dalla Open Society[4]PICUM ha pubblicato nel 2014 solo un libretto esplicativo breve appositamente progettato per convincere bandire dal nostro vocabolario i termini "senza documenti" e "irregolare", e per non parlare di "clandestino" o "illegale" perché una persona non potrebbe essere "illegale". L'opuscolo si basa su una citazione dell'ex commissario europeo per gli affari interni, la svedese Cecilia Malmström. Si noti che DC Leaks aveva rivelato un documento interno dell'Open Society, per il quale Malmström era uno dei punti di forza europei per il phishing, perché poteva essere utile a cinque rami dell'Open Society: Soros Economic Development Fund, US Programs, Programma di informazione, Ufficio regionale per l'Africa, Ufficio regionale per l'Asia Pacifico. [5]
In secondo luogo, Emmanuelle Cosse, durante l'estate del 2016, aveva proposto che i privati ​​ospitassero i migranti a casa per compensare la mancanza di posti nei centri di accoglienza, con un sostegno pubblico di 1.500 persone all'anno. [6] .Un'idea che non viene naturalmente da lei. In collaborazione con il Migration Policy Institute, l'International Migration Initiative della Open Society [7] aveva finanziato e co-autore di due rapporti, uno dei quali, datato 16 dicembre 2015, era intitolato "Greeting Commitment". In che modo la sponsorizzazione privata può rafforzare la composizione dei rifugiati nell'Unione europea " [8] .
***
Oggi è Emmanuel Macron, il presidente della Repubblica francese, che cammina molto chiaramente sulle orme di George Soros. Oltre la somiglianza di nome traMoveOn.org (piattaforma supportata tra l'altro da Soros) e "En Marche!Emmanuel Macron ha parlato con Angela Merkel su "un diritto comune di asilo per i rifugiati" [9] . Questa decisione è una continuazione del programma en marchigiano sull'immigrazione e l'asilo [10] e l'ideologia del delegato nazionale del movimento, Jean-Marc Borello, delegato nazionale di En Marche, "vero capo "[11] di Macron e presidente del gruppo SOS - che si occupa in particolare della distribuzione dei migranti da Calais ai villaggi francesi [12]Nella sezione microdon del sito Web di Accenture, Jean-Marc Borello ha affermato che "accogliere i migranti non è un peso, ma una possibilità per il nostro paese. Ci sono posti di lavoro disponibili che nessuno vuole, i boss chiamano per dire che hanno bisogno di manodopera. Sono perfettamente in grado di integrarsi, dobbiamo mettere in atto le condizioni per farlo " [13] .
Gruppo SOS
In che modo il "diritto di asilo comune" di Macron è collegato a Soros? È semplicemente la terza delle sei domande del piano Soros del 26 settembre 2015 per i migranti nell'Unione europea [14] , che riassumiamo qui:
  • L'Unione europea deve accettare un milione di richiedenti asilo ( migranti e ) all'anno, che i paesi si divideranno in modo equilibrato, in base alle preferenze dei richiedenti. L'UE darebbe a ciascun migrante 15.000 euro per i primi due anni di sostenerli nelle loro spese. Come finanzia l'UE? Prenderebbe in prestito sui mercati finanziari ...
  • L'UE deve finanziare Libano, Giordania e Turchia per € 5.000 per rifugiato, per un totale di € 20 miliardi, questi tre paesi con 4 milioni di migranti. Poiché gli affari non sono mai lontani dalle preoccupazioni di Soros, l'Unione europea dovrebbe contribuire a creare zone economiche speciali con uno status commerciale adeguato, specialmente in Marocco e Tunisia (aree attraverso le quali arrivano anche i migranti, prima di attraversare il confine. Mediterraneo), al fine di attrarre investimenti e creare posti di lavoro per rifugiati e cittadini di questi paesi. [Ricordiamo che Soros ha detto a settembre 2016: "Investirò in start-up, aziende consolidate, iniziative sociali e attività fondate da migranti e rifugiati stessi" [15] , checonfermato il bilancio preventivo dell'Open Society.]
  • L'UE deve omologare il proprio sistema di asilo e stabilire regole comuni a tale riguardo.
  • Devono essere create strade sicure (corridoi) che possano trasportare in sicurezza i migranti dalla Grecia e dall'Italia verso la loro destinazione finale. In una seconda fase, l'UE dovrà allargare queste strade per proteggere i passaggi dei migranti attraverso il Mar Mediterraneo. Saranno quindi meno inclini a limitarsi a un luogo di transito ... ma saranno incoraggiati a proseguire il loro viaggio.
  • I meccanismi pratici e finanziari messi in atto dall'UE dovrebbero essere usati per stabilire norme globali per il trattamento dei richiedenti asilo e dei migranti.
  • Per assorbire e integrare più di un milione di migranti all'anno, l'UE dovrebbe coinvolgere il settore privato (ONG, gruppi religiosi e società), in particolare al fine di garantire una fornitura di fondi sufficienti.
***
Quindi sappiamo cosa aspettarci. Nel 2016, gli stati dell'UE hanno più che raddoppiato i diritti di asilo, con 710.400 domande accettate quell'anno. L'accordo è completo su questo argomento tra Emmanuel Macron e Angela Merkel, l'infografica qui sotto condotto da Ovest della Francia [16] sulla base dei dati Eurostat consentono al lettore di anticipare il futuro della Francia sul campo ea medio termine, con uno sguardo alla Germania.
asilo
Thibault Kerlirzin
NOTE
[4] http://picum.org/en/about-us/annual-reports/ , guarda anche il footer del sito.
fonte https://sorosconnection.wordpress.com/2017/05/16/migrants-emmanuel-macron-deja-dans-les-pas-de-george-soros/