Translate

mercoledì 18 luglio 2018

#nigrantiemigranti . di Stefano Davidson



Per la precisione e, soprattutto, in risposta a chi parla di mancata accoglienza da parte italiana, faccio presente che la questione non è solo "nigranti" dall'Africa ma anche, e molto, "migranti" dall'Est europeo visto l'aumento degli ingressi nel Paese da lì è aumentato dell'81% (da Grecia e Turchia) nel primo semestre 2018.
Frontex, l'agenzia europea della guardia di frontiera e costiera, nel suo ultimo report riservato e appena pubblicato sottolinea come da gennaio a giugno, a fronte del calo dell'80% dei movimenti dalla Libia, il flusso di migranti da Atene e Istambul verso l'Europa centrale è salito a a 24.337 persone rispetto alle 13.464 dello stesso periodo 2017.
La resistenza ai nuovi arrivi (e se fossero pubblicizzati quelli da Est come quelli da Sud sarebbe più facile spiegarlo) non è una questione di razzismo, ma di spazio e di opportunità.
Se infatti non ci fossero gli "sporchi" interessi di qualcuno sugli arrivi dall'Africa (vedi questione Aquarius, Valencia, espulsioni etc...) che fanno più notizia e che riguardando coloured, muovono immediatamente la parola "razzismo" nelle bocche dei più cretini, magari si parlerebbe anche dei migranti dall'Est Europa e non, ridotti a schiavi per la raccolta dei fiori (in Inghilterra per esempio) e si saprebbe quanti ne arrivano a "rubare opportunità" a quelli che invece giungono in nave dalla Libia o dalla Tunisia, probabilmente "ordinati" da qualcuno.
Se ne parlerebbe e, magari, si aiuterebbero anche quei migranti i quali, anche tutt'ora, NON sono solo quelli che vengono imbarcati sulle navi delle ONG, che li prelevano dai barconi, ovvero i mezzi di trasporto ufficiali, quelli che servono a viaggiare alla luce del sole, a fare pubblicità ai buonisti e a sputtanare mediaticamente i "cattivissimi loro" che non li vogliono accogliere (ma l'agitazione intorno a questa pratica per assicurarsene di più e far più notizia - soldi? - alle volte mi fanno pensare a squali in frenesia alimentare) ma anche quelli che arrivano via terra.
Esistono migliaia di camion, che valicano i confini di molti Stati europei ed arrivano in Italia celando carichi di disperati nei rimorchi. E di questi esseri umani (che sono bianchi, per cui fanno meno notizia per chi sfrutta il razzismo come scusa per difendere il proprio bieco interesse, economico o politico che sia) ne sono stati trovati morti a decine e decine all'interno di celle frigorifere, rimorchi arroventati o troppo stipati per respirare...
...ma di questi nisciuno se ne impuorta...
... ONG e FrancesKo in testa.

Stefano Davidson

Nessun commento:

Posta un commento