Translate

mercoledì 1 maggio 2019

Facebook vieta tutti i contenuti sulla consapevolezza del vaccino, compresi i fatti sugli ingredienti del vaccino, sul pregiudizio del vaccino e sulla collusione nell'industria del vaccino

Immagine: Facebook vieta tutti i contenuti sulla consapevolezza del vaccino, compresi i fatti sugli ingredienti del vaccino, sulla lesione del vaccino e sulla collusione nel settore dei vaccini

Naturale News ) Proprio come avevamo avvertito, i giganti della tecnologia ora si stanno muovendo in modo aggressivo per mettere al bando tutti i discorsi che contraddicono qualsiasi posizione "ufficiale" si decida di essere "la verità" dall'istituzione corrotta. Questa settimana, Facebook ha annunciato che bloccherebbe tutti i contenuti su Facebook che mettono in discussione il dogma ufficiale sui vaccini , che insiste falsamente sul fatto che i vaccini non hanno mai fatto del male a nessuno (una bugia esilarante), che i vaccini contengono solo ingredienti sicuri (un evidente inganno) e che i vaccini sempre lavorare su tutti (un'altra bugia ridicola).
Facebook sta raggiungendo questo obiettivo etichettando le informazioni sulla consapevolezza del vaccino "disinformazione" o "bufale". In cima alla lista c'è l'affermazione che i vaccini sono legati all'autismo - qualcosa che persino lo scienziato di prima classe del CDC rivela essere vero , eppure il vaccino l'industria sostiene che è tutto uno scherzo (al fine di coprire i crimini di violenza medica contro i bambini che vengono commessi dagli spacciatori di vaccini).
In particolare, i giganti della tecnologia stanno mettendo al bando le informazioni sulla verità del vaccino etichettandolo come "disinformazione" esattamente nello stesso modo in cui vietano il contenuto conservativo etichettandolo come "incitamento all'odio". Semplicemente inventano una falsa categoria per giustificare il divieto, il tutto mentre schiaccia la libertà di parola degli utenti (e in definitiva portando alla vaccinazione di milioni di bambini innocenti). Sotto questo sistema contorto di polizia del linguaggio, possono vietare qualsiasi contenuto che non piace semplicemente etichettandolo come "falso" o "odioso", anche se è vero e importante.
Non ti piace l'infanticidio e l'uccisione di neonati umani dopo la loro nascita? Questo è "discorso d'incitamento contro le donne", presto Facebook dichiarerà. E ti verrà vietato parlare di aborto.
Preoccupato per il fluoruro e come danneggia lo sviluppo del cervello e riduce il QI dei bambini? Quello sarà etichettato come una "beffa" da parte di Facebook, anche se è scientificamente verificato attraverso più studi per essere vero .

Il trucco della censura: limitazione del contenuto a "informazioni autorevoli"

"Monika Bickert, vicepresidente di Facebook per la gestione delle politiche globali, ha affermato che la rete dei social media ridurrebbe la distribuzione di dati falsi e fornirebbe agli utenti informazioni autorevoli sulle vaccinazioni", riferisce AFP, tramite Breitbart .
Certamente, "informazione autorevole" significa qualsiasi propaganda che lo stato profondo del vaccino sta spingendo al momento. L'industria dei vaccini è immersa in conflitti di interesse e una lunga storia di sopprimere scienziati e informatori che tentano di mettere in guardia il pubblico sugli effetti tossici degli ingredienti del vaccino come il Thimerosal (contenente mercurio), i coadiuvanti di alluminio, il glutammato monosodico, la formaldeide e altre neurotossine apertamente ammessi dal CDC come ingredienti usati nei vaccini somministrati ai bambini .
Proprio di recente, l'Associazione dei medici e chirurghi americani ha denunciato i vaccini obbligatori , citando "nessun rigoroso studio sulla sicurezza" e avvertendo della corruzione della scienza del settore dei vaccini. La loro dichiarazione include quanto segue:
  • I produttori sono praticamente immuni dalla responsabilità del prodotto, quindi l'incentivo a sviluppare prodotti più sicuri è molto diminuito. I produttori possono persino rifiutarsi di rendere disponibile un prodotto ritenuto più sicuro, come il vaccino monovalente contro il morbillo in preferenza all'MRU (morbillo-parotite-rosolia). Il rifiuto dei consumatori è l'unico incentivo a fare meglio.
  • Vi sono enormi conflitti di interesse che implicano relazioni redditizie con i fornitori di vaccini.
  • La ricerca sui possibili effetti avversi del vaccino viene annullata, così come il dissenso dei professionisti.
  • I vaccini non sono sicuri al 100% né efficaci al 100%. Né sono gli unici mezzi disponibili per controllare la diffusione della malattia.
Eppure Facebook, sotto la pressione del radicale e squilibrato democratico Adam Schiff, è stato vittima di bullismo nel mettere al bando le conversazioni sui vaccini per placare l'industria dei vaccini e coprire i suoi crimini.

Questo è solo l'inizio: Facebook bandirà presto opinioni umane su cancro, OGM, pesticidi, fluoro, aborto e politica

Il quadro generale di tutto questo va ben oltre la questione dei vaccini, ovviamente. Con questa decisione, Facebook sta ora segnalando che metterà al bando tutte le conversazioni o contenuti che contraddicano le "posizioni ufficiali" su qualsiasi argomento. Questi argomenti verranno rapidamente ampliati per includere OGM, trattamenti contro il cancro, fluorizzazione dell'acqua , politica, elezioni, aborti , pesticidi e nutrizione.
Non è più difficile immaginare che Facebook metta al bando tutte le conversazioni sulla nutrizione , citando l'assurda posizione della FDA che non esiste una sostanza nutritiva che possa prevenire, curare o trattare qualsiasi malattia o condizione di salute. Questa è la reale posizione "autorevole" della FDA, quindi con la stessa logica che Facebook ha applicato al dibattito sui vaccini, potrebbero semplicemente vietare tutti i post su vitamina D, vitamina D, resveratrolo, astaxantina o qualsiasi altro integratore.
Immagina di essere bandito da Facebook per aver detto che la vitamina C aumenta la tua funzione immunitaria. Questo è esattamente ciò che sta arrivando.
Peggio ancora, Facebook potrebbe dichiarare che "fonti autorevoli" hanno concluso che il presidente Trump ha colluso con i russi. Qualsiasi opinione umana che contraddica quella "fonte autorevole" sarebbe bandita su Facebook.

Le fonti "autorevoli" sono spesso le fonti più corrotte e fuorvianti gestite dall'establishment farmaceutico globalista

Il problema con Facebook che si basa sulle cosiddette "fonti autorevoli" per la censura è che tali fonti rappresentano quasi sempre il punto di vista globalista corrotto, pro-farmaceutico, pro-establishment che è intriso di frodi, inganni e falsità. I vaccini, per esempio, sono così pericolosi che il governo statunitense ha ora pagato circa 4 miliardi di dollari in premi a famiglie di bambini danneggiati dal vaccino, tuttavia qualsiasi menzione di quelle statistiche governative che sono state pubblicamente pubblicate da HHS ( VAERS.HHS.gov ) essere falsamente etichettato come "bufala" da Facebook, dal momento che l'industria del vaccino insiste falsamente sul fatto che i vaccini non hanno mai danneggiato nessuno.
Così, la verità diventa una "bufala", ma le bugie diventano la "verità ufficiale". Facebook diventa il Ministero della Verità (o più precisamente, il Ministero delle Bugie), e tutte le voci di verità e ragione sono messe a tacere nel nome della protezione corrotta industrie nocive che sacrificano i bambini a scopo di lucro.
Questo è quello a cui è arrivato tutto ora, motivo per cui le persone lasciano Facebook in numero enorme.
In poco tempo, Facebook non permetterà affatto alcuna opinione umana e il sito dei "social media" non sarà nient'altro che i robot AI che vomitano propaganda ufficiale che soddisfa la definizione di informazioni "autorevoli" dall'establishment globalista.

Nessun commento:

Posta un commento