Translate

giovedì 4 luglio 2019

C'E' DEL MARCIO IN DANIMARCA i conti pubblici italiani sono "in ordine" lo certifica la Commissione europea

L'immagine può contenere: 1 persona

C'E' DEL MARCIO IN DANIMARCA
i conti pubblici italiani sono "in ordine"
lo certifica la Commissione europea
alla faccia dei gufi che "facevano il tifo" per una procedura di infrazione... (marcirete in un qualche inferno, lo meritate)
Dovremmo essere soddisfatti... e invece sono addolorato e deluso
conti in ordine, nell'ottica della Commissione, vuol dire che lo Stato ha prelevato dalle tasche dei cittadini più soldi di quanti non ne abbia spesi per erogare servizi e fare investimenti
si chiama "avanzo primario", che però sommato agli interessi sul debito diventa un disavanzo (il famoso 2,04)
la differenza va ad alimentare interessi sul debito pubblico, pagati agli investitori istituzionali di tutto il mondo (soldi che escono dal paese)
ed il debito cresce, ogni anno, perché NULLA VIENE FATTO per moderare il livello di quegli interessi, troppo alto
INTERVENIRE SULLA POLITICA DI GESTIONE DEL DEBITO, E' POSSIBILE E URGENTE.
permette di abbassare il costo per interessi e di liberarci dal ricatto dello spread
ma nulla viene fatto, e ci raccontiamo che i conti sono "in ordine"
caro Giuseppe Conte
i conti sono in ordine, vero
ma nel paese restano milioni di poveri
milioni di disoccupati
milioni di precari
mentre ci sono montagne di cose urgenti e importanti da fare
e mentre ci sono migliaia di miliardi di risparmi italiani inoperosi
Possono essere utilizzati da un sistema di banche pubbliche per FAR SPARIRE materialmente e rapidamente povertà, disoccupazione e precariato
vengono invece dirottati sui mercati internazionali da un sistema finanziario speculativo, privato e sostanzialmente straniero, che dalla nostra povertà, dalla disoccupazione e dal precariato trae grandi benefici
sfrutta infatti meglio il (poco) lavoro
e compra a due soldi le ricchezze materiali del Paese
nel silenzio assordante della politica
che aveva promesso la banca pubblica (come aveva promesso i Cir, come aveva promesso i minibot) ma non muove un dito in quella direzione
viviamo drammaticamente AL DI SOTTO delle nostre possibilità
ma siamo orgogliosi di avere i conti in ordine !
Giuseppe Conte, Matteo Salvini, Luigi Di Maio, da che parte state?
Guido Grossi

Nessun commento:

Posta un commento