Translate

venerdì 28 febbraio 2020

LA NATO HA DECISO DI ESSERE COINVOLTA NELLA GUERRA IN SIRIA CONTRO LA RUSSIA



La NATO ha annunciato lo spiegamento della difesa aerea contro gli aerei russi in Siria.
I paesi della NATO hanno deciso di essere coinvolti in un conflitto militare in Siria, contro la Russia. Come contromisura, l’Alleanza intende rafforzare la difesa aerea nella regione, mentre, ovviamente, stiamo parlando della sconfitta di aerei ed elicotteri sul territorio della Siria, che indica le intenzioni di distruggere, inclusi gli aerei russi.
I dati su questo argomento sono stati presentati dal capo dell’Alleanza del Nord Atlantico, Jens Stoltenberg, affermando che oltre a rafforzare la difesa aerea nella regione, la NATO sosterrà fortemente Recep Erdogan. Parlando questi contro la Russia e la Siria, nonostante l’occupazione diretta di territorio siriano da parte della Turchia.
Gli Alleati condannano i continui attacchi aerei indiscriminati del regime siriano e del suo alleato, la Federazione Russa, nella provincia di Idlib. Nessuna parola sugli attacchi dei terroristi trincerati ad Idlib contro la popolazione civile.
“Noi li esortiamo a fermare l’offensiva”, ha detto Stoltenberg.
“A rispettare il diritto internazionale (?).
E sostenere gli sforzi delle Nazioni Unite per una soluzione pacifica.
Questa pericolosa situazione deve essere eliminata al fine di evitare un ulteriore deterioramento della terrificante situazione umanitaria nella regione e di fornire un accesso umanitario urgente alle persone intrappolate in Idlib. Chiediamo un ritorno immediato al cessate il fuoco nel 2018. L’incontro di oggi è un segno di solidarietà con la Turchia. La Turchia è l’alleata della NATO più colpita (?) dal terribile conflitto in Siria, che è stata colpita dalla maggior parte degli attacchi terroristici e dove vivono milioni di rifugiati. La NATO continua a sostenere la Turchia attraverso una serie di misure, anche rafforzando la sua difesa aerea, che aiuterà la Turchia a contrastare la minaccia di attacchi missilistici dalla Siria. Ringrazio la Turchia per aver informato regolarmente gli Alleati sulla situazione in Siria., – dice il farneticante messaggio della NATO”.
Erdogan e suoi ufficiali
Non è noto quale tipo di sistemi di difesa aerea siano in questione, tuttavia, gli esperti ritengono che questo approccio costituisca una minaccia diretta per la Russia.
Nota: La NATO, sulla base di questo comunicato, ritiene un fatto compiuto l’occupazione di una provincia di territorio siriano (Idlib) da parte della Turchia e non si capisce dove sarebbe in questo “il rispetto del diritto internazionale” a cui accenna il comunicato. La NATO definisce la Turchia come il paese “più colpito” dal conflitto in Siria, rovesciando totalmente la realtà visto che, al contrario, è la Turchia il paese che più si è impegnato a introdurre le bande terorriste sul territorio siriano nel tentativo di rovesciare il legittimo governo di Damasco. La Siria è il paese più colpito da 8/9 anni di guerra per procura scatenata da potenze esterne (fra cui USA, Arabia Saudita, Turchia e Israele), che ancora subisce le sanzioni da parte dei paesi occidentali e che ha subito la distruzione delle sue infrastrutture e oltre 500.000 vittime di cui la maggior parte civili. Per non parlare della occupazione delle forze USA della zona petrolifera di Deir El Zor, con il deliberato intento di saccheggiare le risorse petrolifere siriane. Tutto questo completamente ignorato e deliberatamente falsato nel comunicato della NATO. Si aspetta la reazione della Russia alle minacce dei vertici della NATO.
Fonte: Avia pro.news
Traduzione: Sergei Leonov Nota: Luciano Lago

Nessun commento:

Posta un commento