Translate

martedì 26 gennaio 2021

Peter Koenig - Solo una massiccia disobbedienza civile può salvarci

 


















Non lo stanno nascondendo. L'insegna massone è nell'angolo in alto a sinistra di questo video. 
Guarda: otto previsioni per il 2030, tra cui noleggerai tutto e mangerai molta meno carne.

I nostri incapaci antenati hanno dato tutte le carte di credito nazionali ai nostri peggiori nemici: il cartello bancario centrale ebraico massonico. Adesso progettano di espropriare e rendere schiava l'umanità. Il denaro è CONTROLLO. I nostri politici, di solito massoni,  servono il cartello bancario tramite l'ONU, la Banca Mondiale, il FMI, il WEF. Servono denaro. Disprezzano la democrazia e i veri diritti umani. Siamo stati traditi nel modo più eclatante; e la maggior parte delle persone non l'ha ancora capito. 


Peter Koenig - "È necessaria una massiccia disobbedienza civile - e questo piuttosto prima che poi.  Più aspettiamo con l'azione, più ci addormentiamo in questo disastro umano assoluto".


Di Peter Koenig
(abbreviato da henrymakow.com) 


Il World Economic Forum (WEF) ha appena pubblicato (ottobre 2020) un cosiddetto White Paper, intitolato "Resetting the Future of Work Agenda - in a Post-Covid World".

Questo documento di 31 pagine si legge come un progetto su come "eseguire" - perché un'esecuzione (o implementazione) sarebbe - "Covid-19 - The Great Reset" (luglio 2020), di Klaus Schwab, fondatore e CEO (dal fondazione del WEF nel 1974) e il suo socio Thierry Malleret ...

Promette un futuro orribile a circa l'80% in più della popolazione (sopravvissuta). "1984" di George Orwell si legge come una fantasia benigna, rispetto a ciò che il WEF ha in mente per l'umanità.

Il lasso di tempo è di dieci anni - entro il 2030 - l'agenda delle Nazioni Unite 2021-2030 dovrebbe essere implementata.

Misure aziendali pianificate in risposta a COVID-19:

+ Un'accelerazione dei processi di lavoro digitalizzati, che porta all'84% di tutti i processi di lavoro come conferenze digitali o virtuali / video.
+ Circa l'83% delle persone è programmato per lavorare a distanza - cioè non più interazione tra colleghi - assoluta distanza sociale, separazione dell'umanità dal contatto umano.
+ Circa il 50% di tutte le attività è pianificato per essere automatizzato - in altre parole, l'input umano sarà drasticamente ridotto, anche durante il lavoro a distanza.
+ Accelerare la digitalizzazione dell'upskilling / reskilling (ad es. Fornitori di tecnologie per l'istruzione): il 42% dell'aggiornamento delle competenze o della formazione per nuove competenze sarà digitalizzato, in altre parole, nessun contatto umano - tutto su computer, intelligenza artificiale (AI), algoritmi
+ Accelerare l'attuazione dei programmi di riqualificazione / riqualificazione - Il 35% delle competenze è pianificato per essere "riqualificato" - ovvero le competenze esistenti sono pianificate per essere abbandonate - dichiarate defunte.
+ Accelerare le trasformazioni organizzative in corso (ad esempio la ristrutturazione) - si prevede di "ristrutturare" il 34% degli attuali assetti organizzativi - o, in altre parole, le strutture organizzative esistenti saranno dichiarate obsolete - per fare spazio a nuove serie di quadri organizzativi, strutture digitali che forniscono il massimo controllo su tutte le attività.
+ Riassegnare temporaneamente i lavoratori a compiti diversi: si prevede che toccherà il 30% della forza lavoro. Ciò significa anche scale retributive completamente diverse - molto probabilmente salari invivibili, che renderebbero anche il pianificato "stipendio base universale" o "reddito di base" - un salario che ti consente a malapena di sopravvivere, un evidente bisogno. - Ma ti renderebbe totalmente dipendente dal sistema - un sistema digitale, dove non hai alcun controllo.
+ Riduzione temporanea della forza lavoro: si prevede che interesserà il 28% della popolazione. Si tratta di una cifra aggiuntiva sulla disoccupazione, sotto mentite spoglie, poiché il "temporaneo" non tornerà mai a tempo pieno.
+ Riduzione permanente della forza lavoro - 13% della forza lavoro ridotta in modo permanente.
+ Aumentare temporaneamente la forza lavoro - 5% - non c'è alcun riferimento a che tipo di forza lavoro - probabilmente manodopera non qualificata che prima o poi verrà sostituita anche dall'automazione, dall'intelligenza artificiale e dalla robotizzazione del posto di lavoro.
+ Nessuna misura specifica implementata - 4% - significa che solo il 4% rimarrà intatto? Dall'algoritmo e dai nuovi posti di lavoro diretti dall'IA? - per quanto piccola e insignificante sia la figura, suona come un "pio desiderio", da non realizzare mai.
+ Aumentare permanentemente la forza lavoro - solo l'1% è previsto come "forza lavoro permanentemente aumentata". Questo ovviamente non è nemmeno cosmetici. È uno scherzo.

wfh.jpg
Il Great Reset prevede anche che uno schema di credito, in base al quale tutti i debiti personali sarebbero "condonati" - contro la consegna di tutti i beni personali a un ente o agenzia amministrativa - potrebbe essere il FMI.

Quindi, non possederesti nulla e sarai felice. Perché tutte le tue necessità saranno soddisfatte.

Inoltre, non ti dovrebbe venire in mente di non essere d'accordo con il sistema, perché - ormai ognuno di voi è stato vaccinato con covid e nano-chip - in modo che con il 5G e presto il 6G, la vostra mente possa essere letta e influenzata.

Per favore, non chiamatela teoria della cospirazione. Si tratta di un Libro bianco, un "rapporto autorevole" del WEF.

DARPA - Defense Advanced Research Projects Agency, fa parte del Pentagono e anni fa ha sviluppato la tecnologia. È solo questione di tempo per implementarlo. E lo sarà implementato, se Noi, il Popolo, non protestiamo - è necessaria una massiccia disobbedienza civile - e questo piuttosto prima che poi. Più aspettiamo con l'azione, più dormiamo in questo disastro umano assoluto.

Le relazioni sociali e umane vengono sviscerate.

VANTAGGI 

Ciò ha diversi vantaggi per questo nuovo approccio "totalitario" del WEF all'umanità: il controllo dell'umanità.

- Noi, il popolo, non possiamo ribellarci, non abbiamo più coesione tra di noi,

- "We, The People", sarà giocato l'uno contro l'altro - e c'è un controllo digitale assoluto sull'umanità - eseguito da una piccola super élite.

-Non abbiamo accesso a questo controllo digitale - è ben oltre la nostra portata. L'idea è che gradualmente ci cresceremo dentro - quelli di noi che potrebbero sopravvivere. Entro una generazione o giù di lì, dovrebbe diventare la Nuova Normale.

L '"angolo di sopravvivenza" è un aspetto non menzionato direttamente né in The Great Reset , né nella "Implementation Guide" - ovvero nel Libro bianco "Resetting the Future of Work Agenda - in a Post-Covid World".

raid.jpg
SPOPOLAMENTO

Bill Gates, i Rockefeller, Kissinger e altri, non hanno mai nascosto la loro ferma opinione che il mondo sia sovrappopolato e che il numero di persone debba essere letteralmente ridotto. Abbiamo a che fare con eugenetisti.

Un metodo perfetto per ridurre la popolazione mondiale sono i programmi di vaccinazione avviati da Bill Gates e supportati dall'OMS. Scandali di tali disastrosi programmi di vaccinazione con conseguente morte di bambini sono stati registrati in India (negli anni '90), Kenya (2014 e successivamente) e in altre parti del mondo.

Vedi anche un TedTalk molto rivelatore di Bill Gates del febbraio 2010, "Innovating to Zero" , proprio nel momento in cui è stato pubblicato il "Rapporto Rockefeller 2010" - lo stesso rapporto che ci ha fornito finora, il "Lock Step Scenario" - e lo stiamo vivendo adesso. Difficilmente protestando - il mondo intero - 193 paesi membri delle Nazioni Unite - è stato cooptato o costretto a seguire questo abietto abuso dei diritti umani su scala globale.

Ciò che nessuno dei due rapporti, The Great Reset e "Resetting the Future of Work Agenda" non menziona, è chi imporrà queste nuove regole draconiane? - Si suppone che siano le stesse forze che ora vengono addestrate per la guerra urbana e per sopprimere rivolte e disordini sociali: sono la polizia e l'esercito.

klaws3.jpg
Parte della nostra Organizzazione popolare per la disobbedienza civile, sarà su come concentrarsi e parlare con, educare, informare la polizia e l'esercito di ciò per cui verranno utilizzati da questa piccola élite e che alla fine sono anche solo esseri umani , come tutti noi, quindi è meglio che si alzino in difesa del popolo, dell'umanità. Lo stesso deve essere fatto agli insegnanti e al personale medico: l'informazione, la verità senza restrizioni.

Questa è la sfida. Se ci riusciamo, il gioco finisce. Ma è una lunga strada.

La disinformazione dei media è brutale e potente e difficile da contraddire per "noi", senza un budget considerevole per la contro-propaganda, e come gruppo di persone, che è sempre più diviso dagli stessi media. L'obbligo di indossare maschere e l'allontanamento sociale - ha già fatto nemici di ciò che eravamo, colleghi, amici, anche all'interno delle famiglie.

Questo stesso diktat è riuscito a creare spaccature, divisioni e discordie all'interno delle nostre società

Nessuna paura - ma distruggere letteralmente "Resetting the Future of Work Agenda" e "The Great Reset" - con un'alternativa umana che eliminerebbe organizzazioni come il WEF e le agenzie delle Nazioni Unite cooptate, come WHO, UNICEF, WTO, Banca mondiale, FMI - e forse anche l'intero sistema delle Nazioni Unite. I leader politici e aziendali dietro questo progetto devono essere confrontati. Devono essere applicati i principi fondamentali del diritto internazionale, compresa Norimberga.

-------------

Peter Koenig è un economista e analista geopolitico. È anche uno specialista in risorse idriche e ambientale. Ha lavorato per oltre 30 anni con la Banca Mondiale e l'Organizzazione Mondiale della Sanità in tutto il mondo nei settori dell'ambiente e dell'acqua. 

fonte https://www.henrymakow.com/2021/01/Globalists-Implement-a-Dystopian-Nightmare.html?_ga=2.188206760.1226485153.1611661185-872242280.1606513006

Bill Gates fa incetta di terreni agricoli. A noi dicono: “Non possederete nulla e sarete felici”

 


Bill Gates diventa il più grande proprietario di terreni agricoli negli Stati Uniti » Notizie IN

di Francesco Capo

Avete capito che faccia tosta hanno questi globalisti? “Non possederete nulla e sarete felici”, così recita un recente slogan apparso su uno spot del World Economic Forum di Davos, aggiungendo che “questo potrebbe essere il nostro futuro entro il 2030”.

Del resto, lo sappiamo, nel progetto del Grande Reset dei globalisti, tanto sponsorizzato dal direttore esecutivo del forum economico mondiale Klaus Schwab, c’è l’azzeramento dell’economia (la nostra, quella delle piccole e medie imprese, non quella della grande finanza) e la distribuzione di un “reddito di cittadinanza” in cambio di rinunce a diritti e libertà.

Bill Gates, un nuovo latifondista

Predicano bene e razzolano male perché è notizia di pochi giorni fa che Bill Gates sta facendo incetta di terreni agricoli negli Stati Uniti, dove è diventato il più grande proprietario terriero. In poco tempo e silenziosamente il fondatore di Microsoft è arrivato ad acquistare circa 269 mila acri di terreno, più di un 1 miliardo di metri quadrati. La notizia l’ha rivelata “The Land Report”, il principale magazine di proprietari agricoli degli USA.

Il multimiliardario americano ha un portafoglio di campi agricoli sparsi in ben diciotto Stati. I possedimenti più grandi sono in Louisiana (69.071 acri), Arkansas (47.927 acri) e Nebraska (20.588 acri). Secondo The Land Report, Bill Gates li possiede direttamente o tramite “Cascade Investments”, il suo principale fondo d’investimento personale. Quella dell’agricoltura, per il quarto uomo più ricco al mondo, è una fissa.

La Super Banca di semi finanziata dalla Gates Foundation

La Bill and Melinda Gates Foundation fu il principale investitore della Svalbard Global Seed Vault, letteralmente il deposito globale di semi delle Svalbard. Si tratta di una super banca dati di sementi costruita in Norvegia, nelle isole Svalbard, a circa un migliaio di chilometri dal polo nord. Il deposito è stato attrezzato in una grotta scavata nel permafrost, ipertecnologica e ultra protetta: portoni a prova di bomba, rilevatori di movimento, pareti di cemento armato e titanio.

Il suo obiettivo dichiarato è la conservazione delle circa 4 milioni di diverse sementi (un vero e proprio patrimonio), che l’uomo ha sviluppato negli ultimi 10.000 anni della sua storia, ovvero dalla nascita dell’agricoltura, per fare in modo che la biodiversità sia preservata in caso di disastri nucleari o naturali. Altri promotori del progetto sono la Fondazione Rockfeller, Monsanto, DuPont Pioneer e Sygenta, le tre aziende che controllano il 90% del mercato mondiale dell’agricoltura.

Viene in mente una vecchia frase di Henry Kissinger, uno dei grandi vecchi maitre à penser del mondialismo, che diceva: «Chi controlla il petrolio controlla i Paesi, chi controlla il cibo controlla le popolazioni».

Come falliranno i Progetti dei globalisti

Un obiettivo, quello del controllo delle popolazioni, che non riuscirà, grazie al Risveglio collettivo delle coscienze, al ritorno del primato della politica sulla finanza e all’applicazione delle Carte Costituzionali nazionali.

Articolo di Francesco Capo

Fonte: https://www.byoblu.com/2021/01/19/bill-gates-fa-incetta-di-terreni-agricoli-a-noi-dicono-non-possederete-nulla-e-sarete-felici/

https://www.conoscenzealconfine.it/bill-gates-fa-incetta-di-terreni-agricoli-a-noi-dicono-non-possederete-nulla-e-sarete-felici/

lunedì 25 gennaio 2021

domenica 24 gennaio 2021

IL LATIFONDISMO DEI GLOBALISTI

 





La rivista Forbes (1) ha pubblicato una quantità enorme di materiale la scorsa settimana affermando che il miliardario e globalista Bill Gates, oltre alle sue principali risorse finanziarie, può anche essere considerato un grande proprietario terriero.

La rivista Land Report , dopo molti anni di pubblicazione di rapporti su come Bill Gates stava acquistando terreni agricoli in luoghi come Florida e Washington (2), ha dedicato un numero speciale alla proprietà privata in cui rivela come Gates, con un patrimonio netto di quasi $ 121 miliardi, ha creato un enorme emporio di prodotti sulla base di terreni per l’agricoltura che si estende su circa 18 stati. Le sue più grandi aziende sono in Louisiana (69.071 acri), Arkansas (47.927 acri) e Nebraska (20.588 acri). Finanzia anche parte di un’area di circa 25.750 acri a West Phoenix, in Arizona, che si sta sviluppando come nuovo sobborgo.

Secondo lo studio Land Report , questi terreni sono di proprietà diretta di Bill Gates o di società gestite da terze parti come “Cascade Investments”, che è la società di investimento personale di Gates. Altri investimenti Cascade includono la società per la sicurezza alimentare Ecolab, il rivenditore di auto usate Vroom e le ferrovie nazionali canadesi.

Forbes scrive che “sebbene possa sembrare sorprendente che questo miliardario sia anche il più grande proprietario di terreni agricoli del paese, non è la prima volta che Gates si avventura nell’agricoltura. Nel 2008, la Bill and Melinda Gates Foundation ha annunciato 306 milioni di dollari in sovvenzioni per lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile tra i piccoli agricoltori dell’Africa subsahariana e dell’Asia meridionale Il Fondo ha anche investito nello sviluppo e nella diffusione di “super colture” resistenti a qualsiasi clima e vacche da latte che danno una performance superiore “.

Le prime tre aziende includono anche un’azienda che ha 190.000 acri a Ron Offut (Minnesota), così come la partecipazione di Steward e Linda Resnick in questo stesso territorio, essendo questa la prima azienda familiare legata alla coltivazione di patate. E nel secondo caso, la coppia guadagna anche molti soldi dalla vendita di frutta e noci. In altre parole, è un’azienda basata sull’economia agricola tradizionale.

In termini di proprietà terriera individuale, Gates è ancora molto indietro rispetto al magnate dei media John C. Malone, che è al primo posto con 2,2 milioni di acri di ranch e foreste, e il fondatore della CNN Ted Turner, che possiede 2 milioni di acri di ranch.

Latifondista John Malone

Tuttavia, se i summenzionati magnati dei media e imprenditori agricoli sono una sorta di impresa moderna, allora Bill Gates, con le sue numerose iniziative, può essere considerato uno dei fautori attivi del globalismo. Molti dei suoi progetti hanno una reputazione dubbia, ma come George Soros, investe milioni dei suoi soldi in questi progetti e li utilizza in un’area pratica di attività economica che si sovrappone quasi sempre alla politica mondiale.

Significativamente, anche un altro imprenditore IT, come il proprietario di Amazon Jeff Bezos, si occupa di acquistare terreni, mentre allo stesso tempo è attivamente coinvolto nella politica. I media della sua azienda hanno criticato regolarmente il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e lui dispone di più di 300.000 acri in Texas (3), rendendolo tra i primi dieci proprietari terrieri negli Stati Uniti.

C’è un altro metodo per controllare le risorse naturali. Il metodo è di natura indiretta, ma il prossimo caso che citeremo mostra che questo approccio è anche abbastanza efficace e pericoloso dal punto di vista degli interessi particolari dei cittadini.

Negli Stati Uniti, la “Walton Family Foundation” investe miliardi di dollari nel bacino del fiume Colorado. Questa fondazione è guidata dall’erede del fondatore della Walmart, Sam Walton (4) e dona 25 milioni di dollari ogni anno a organizzazioni senza scopo di lucro impegnate a preservare il fiume Colorado. Ufficialmente la fondazione si occupa del fiume, soprattutto nell’ambito dell’uso razionale delle risorse idriche. Parte del suo denaro va alla ricostruzione del fiume o alla costruzione di un sistema di irrigazione più efficiente.

Ma l’interesse principale della fondazione è quello di promuovere “la richiesta della gestione delle risorse naturali”, cioè il suo schema mira specificamente alla commercializzazione dell’acqua. In base a questo concetto, vengono corrisposti benefici in denaro agli agricoltori rurali in modo che smettano temporaneamente di utilizzare i loro sistemi di irrigazione.

Nel novembre 2020, il “Colorado Water Conservation Board” ha approvato questo programma che “richiedeva la gestione delle risorse” trasformandolo in un piano di lavoro e compiendo il passo successivo, che è quello di convertire formalmente questo concetto in una politica praticata attraverso tutti gli Stati in cui il Colorado realizza passaggi fluviali come New Mexico, Wyoming e Utah. Ufficialmente, queste idee sono presentate come un piano contro la siccità.

Latifondo agricolo acqua pubblica

Tuttavia, questo approccio, che mira a trasformare l’acqua pubblica in un bene commerciabile, solleva molte domande. Quanto è efficace questo sistema per il fiume Colorado? E c’è stato un dibattito pubblico che ha coinvolto ambientalisti indipendenti, dato che questa è una fonte d’acqua vitale per 40 milioni di persone?

La fondazione è nota per aver sostenuto più di 60 organizzazioni non profit legate al fiume Colorado nella regione negli ultimi quattro anni, raccogliendo tra $ 5.000 e $ 2,9 milioni ogni volta, con sette organizzazioni tra cui l’ “Environmental Defense Fund” , il Conservation Fund e “Western Resource Defenders”, che hanno ricevuto un milione di dollari o più nel 2019. Una parte significativa della donazione annuale di 25 milioni di dollari della Walton Foundation è andata anche per approvare la causa di gestione di numerosi corsi d’acqua e affluenti nei bacini superiori del fiume Colorado, New Mexico e Wyoming.

La Walton Foundation ha anche pagato milioni di dollari all’Environmental Defense Fund per implementare importanti aspetti di un programma pilota che mira a richiedere la gestione di 29 milioni di dollari negli stati del bacino inferiore del Nevada, California e Arizona.

Ma oltre a tutto questo, la Walton Foundation finanzia i media per creare storie sul fiume Colorado. È allarmante che molte pubblicazioni tacciono sul ruolo della Fondazione Walton in questa difesa che svolge chiedendo la gestione delle risorse naturali. In altre parole, la famiglia Walton acquista dal pubblico così come da politici e beneficiari per raggiungere i propri obiettivi a lungo termine. Sebbene questo approccio non acquisti direttamente o indirettamente la terra o l’acqua stessa, l’intervento nella politica pubblica attraverso il basso, cioè attraverso programmi di sussidi per gli agricoltori e il finanziamento di organizzazioni pubbliche e la comunicazione dei media, può diventare un importante precedente.

I critici del globalismo negli Stati Uniti osservano con sgomento che “il fatto che filantropi e tecnocrati miliardari stiano acquisendo terra a un ritmo rapido sembra indicare al grande pubblico che, in futuro, la proprietà privata cesserà praticamente di esistere” (5). .

Questo diagramma mostra la relazione tra miliardari, globalisti e i loro fondi negli Stati Uniti.

Un ottimo esempio è fornito dal libro del fondatore del World Economic Forum e difensore del globalismo Klaus Schwab, The Fourth Industrial Revolution , dove parla con gioia dell’abolizione della proprietà privata nel prossimo futuro.

Latifondista Turner a sinistra

Tuttavia, sembra che la proprietà privata non scomparirà per tutti. È solo che la stragrande maggioranza dei cittadini vivrà in uno stato di dipendenza costante di fronte a un piccolo numero di famiglie ricche che possiederanno tutto e avranno gli strumenti per controllare le masse.

A differenza del Medioevo, ora i signori feudali saranno miliardari che allo stesso tempo possiedono i giganti della tecnologia globale e gli schiavi saranno gli utenti che dipendono dai loro servizi. Tutto questo sta già accadendo negli Stati Uniti in questo momento.

Note:

  1. https: //www.forbes.com/sites/arielshapiro/2021/01/14/americas-biggest-ow …
  2. https://landreport.com/2021/01/bill-gates-americas-top-farmland-owner/
  3. https: //www.wsj.com/articles/the-many-places-amazon-ceo-jeff-bezos-calls …
  4. https://inthesetimes.com/article/walmart-family-foundation-colorado-river
  5. https: //www.zerohedge.com/political/bill-gates-becomes-americas-largest -…

https://www.controinformazione.info/il-latifondismo-dei-globalisti/

Pechino testa il COVID-19 usando tamponi anali

 


Secondo gli esperti in tale sede il virus può sopravvivere più a lungo.

 

Fan Anqi e Deng Xiaoci – Global Times – 23 gennaio 2021

 

Pechino ha riferito che un bambino di 9 anni è risultato positivo al Covid-19 la scorsa settimana, quando la sua scuola ha condotto una varietà di test tra cui test degli anticorpi del siero, tamponi nasali, della gola e anche anali su tutto il personale e sugli studenti, spingendo molti a chiedersi se i tamponi anali potrebbero essere più accurati nel rilevare il virus rispetto ad altre misure.

Li Tongzeng, un vice direttore responsabile delle malattie infettive presso l’ospedale You’an di Pechino, ha detto che gli studi hanno dimostrato che il coronavirus sopravvive più a lungo nell’ano o negli escrementi che nei tratti superiori del corpo, e in alcuni portatori “silenti” il virus può essere presente nella gola da 3 a 5 giorni, facendo sì che alcuni test forniscano risultati falsi negativi.

Prelevare tamponi anali potrebbe aumentare la precisione nei gruppi chiave, ha aggiunto Li durante un’intervista con la rete China Central Television. Tuttavia, dato che il metodo non è conveniente come i tamponi faringei, sarà applicato solo ai gruppi chiave nei centri di quarantena.

Nel frattempo, questo metodo di test ha suscitato reazioni controverse tra gli esperti. Yang Zhanqiu, vice direttore del dipartimento di biologia dei patogeni all’Università di Wuhan, ha detto al Global Times che, poiché il virus ha dimostrato di essere contratto attraverso il tratto respiratorio superiore piuttosto che il sistema digestivo, i test più efficaci sono ancora i tamponi rino-faringei.

Ci sono stati casi in cui il coronavirus è stato rilevato negli escrementi di un paziente, ma nessuna prova ha portato a concludere che sia stato trasmesso attraverso l’apparato digerente“, ha aggiunto Yang.

Pechino condurrà anche test degli anticorpi del siero su tutti i viaggiatori provenienti da oltremare entrati nella capitale cinese dal 10 dicembre, nel tentativo di trovare la catena di trasmissione nelle ultime infezioni a grappolo nel distretto Daxing della capitale, ha dichiarato il governo venerdì scorso.

Gli esperti sanitari cinesi hanno detto che i test degli anticorpi per i viaggiatori in entrata hanno rivelato che l’epidemia nel distretto di Daxing è iniziata un mese prima che il primo caso fosse riportato domenica, e i test dell’acido nucleico non sono in grado di trovare il “paziente zero”.

Link: https://www.globaltimes.cn/page/202101/1213668.shtml

Traduzione di Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

Commento del redattore: sarà profetica questa immagine?

https://comedonchisciotte.org/pechino-testa-il-covid-19-usando-tamponi-anali/


venerdì 22 gennaio 2021

La gabbia del 5G – il documentario di James Corbett [VIDEO]


 




Sinossi del documentario di James Corbett -The 5G Dragnet- tradotta in Italiano

Le società di telecomunicazioni si sono lanciate nell’implementazione della tecnologia cellulare di quinta generazione. Ma il mondo del 5G è un mondo dove tutti gli oggetti sono connessi tra loro e continuamente scambiano dati. L’oscura verità è che lo sviluppo di reti 5G e la moltitudine di prodotti connessi che vedremo nascere nelle infrastrutture delle città smart globali, rappresenta la più grande minaccia alla libertà della storia umana.

James Corbett

 

Introduzione di Giulio Bona, traduttore e doppiatore del documentario:

James Corbett, Canadese di nascita, Giapponese di adozione, giornalista indipendente, analizza molto lucidamente l’attuale stato di questa nuova tecnologia, che si sta sviluppando ultimamente. Mai nella storia c’è stata una repulsione così diffusa tra il popolo, ed alla stessa misura una così grande ostinazione da parte delle multinazionali, per l’implementazione di una tecnologia così inutile, frivola, nociva per la salute, e soprattutto, che distrugge la libertà e la privacy degli individui.

In un mondo dove il cancro ed i tumori sono tra le cause più diffuse di morte, e dove è anche ultra risaputo che le radiazioni sono tra le maggiori cause di queste malattie, oggi ci stiamo impegnando in una saturazione completa dell’etere di onde e radiazioni. Il 5G porterà questo e molto altro, e senza un motivo o un bisogno apparente di questa tecnologia.

Il motivo per molti definiti “complottisti” è la costruzione di un’infrastruttura che raccoglierà costantemente dati in tempo reale sulla normale vita delle persone, questi dati verranno poi trattati dalle raffinatissime intelligenze artificiali, le quali potranno estrarre profili accurati e prevedibili delle persone comuni. Queste informazioni poi chissà dove vengono portate, come vengono elaborate, o chi, magari tra i servizi di intelligence, prende vantaggio da queste stesse informazioni.

Potere prevedere o controllare le persone nella propria intimità è il sogno proibito di tutti i tiranni della storia, probabilmente essi stessi credono che nella storia abbiano sempre fallito perché non potevano prevedere le mosse del popolo così nel dettaglio, così da vicino, se solo avessero potuto…

Be’, oggi si può! La tecnologia di oggi ce lo consente. E questo non è “complottismo”, è un semplice dato di fatto.

Ed io mi chiedo… Ma quale potrebbe essere il motivo primario per questa ostinazione, investimenti e sforzi per: installare decine di migliaia di sensori e trasmettitori, allacciarli tutti a delle strutture centralizzate di raccolta dati, mandare in orbita migliaia di nuovi satelliti, mandare una marea di pubblicità, coinvolgere i politici, trattare con leggerezza o volutamente ignorare gli studi sulla salute, mentire nei progetti dei nuovi dispositivi installando dispositivi nascosti e miniaturizzati dentro di essi (la dottoressa Shoshana Zuboff ha fatto uno splendido studio su questo), inondare il mercato di suddetti dispositivi, stanziare miliardi e spenderli tutti, stanziare altri miliardi e spenderli tutti, corrompere, avere gente nei posti chiave delle autorità di controllo preposte a proteggere il pubblico… è veramente uno sforzo MASTODONTICO per avere i telefonini che vanno più veloce o per fare in modo che il frigo ordini da solo la birra quando sta per finire!
Corbett si focalizza poco sull’aspetto della salute, lui si preoccupa molto di più di ciò che riguarda sia le libertà individuali che la semplice privacy. Tutti i dati raccolti da questi oggetti smart, se usati impropriamente possono diventare letteralmente un incubo distopico per le persone. L’aspetto della salute non va sottovalutato, ma se in futuro queste compagnie ed entità che stanno spingendo per questo, riusciranno a rendere questa tecnologia innocua per quanto riguarda la salute, non ci sarà più alcuna scusa per non fare un uso selvaggio di essa che avvantaggierà solo coloro che sono al potere.

Le persone crederanno di usare queste tecnologie ma sarà l’esatto contrario, queste tecnologie sfrutteranno le persone come risorse. Ma poniamoci anche un’altra domanda: coloro che possiedono oggi queste tecnologie sono davvero meritevoli della nostra fiducia?
Crediamo davvero che Google o Facebook o qualunque società di comunicazione, applichi alcuna etica nelle loro politiche aziendali? Sono compagnie private che (per statuto) vogliono 2 cose: tendere al monopolio sul mercato e fare soldi.

Questo è troppo potere persino nelle mani delle entità pubbliche statali, che in tanti esempi nella storia hanno abusato del proprio potere a discapito del popolo. Figuriamoci se in mano di compagnie private il cui unico scopo è soffocare la concorrenza e riempirsi le tasche. Non credo sia complottismo avere sfiducia di queste entità sia statali che private, ritengo sia molto ingenuo ed incosciente pensare il contrario, historia docet.

La previsione di Corbett è che se questa tecnologia sarà implementata, funzionerà esattamente come una rete da pesca che intrappola le sue prede mentre viene trascinata in mare. In lingua Italiana ho pensato che la “Gabbia”, che si chiude sulla sua preda, fosse una figura retorica equivalente e della stessa efficacia.

Ricordate che la preda viene sempre attratta dentro la gabbia da luci e suoni magici… e bellissimi… e che la preda siamo noi.

Buona Visione.

 

PER APPROFONDIRE

La gabbia del 5G – Sceneggiatura (Italiano)

Versione originale: QUI

Dal sito CorbettReport.com: QUI

https://comedonchisciotte.org/la-gabbia-del-5g-il-documentario-di-james-corbett-video/

mercoledì 20 gennaio 2021

LA SCELTA DI BIDEN: MR. MONSANTO SEGRETARIO DEL DIPARTIMENTO AGRICOLTURA USA

 

Di Nicola Venturini –

Dopo la recente notizia che vede Bill Gates al primo posto per possesso di terreni agricoli in USA, un altro magnate, Tom Vilsack, ricchissimo democratico dell’establishment con innumerevoli interessi aziendali in ballo, è la scelta di Biden per il Dipartimento dell’Agricoltura USA.

Mentre Biden tenta di onorare i progressisti con scelte di governo “storiche”, è chiaro il suo disinteresse e quello del Partito Democratico al cambiamento reale. Avere qualcuno come Vilsack al timone del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) garantirà la continuazione delle politiche razziste, di sfruttamento e pericolose che hanno plasmato l’eredità dell’USDA negli ultimi 150 anni – un’eredità che Vilsack è più che pronto a sostenere.

Vilsack ha ricoperto in precedenza la carica sotto l’amministrazione Obama, dal 2009 al 2017. Questa decisione ha deluso molti democratici progressisti che speravano che le scelte di governo di Biden includessero una coalizione più diversificata e segnalassero una spinta a sinistra. Il suo record in negativo per quanto riguarda la promulgazione dei diritti civili a rende Vilsack una scelta pericolosa per il segretariato all’agricoltura. Durante gli anni di Obama il magnate dimostra una grave mancanza di interesse, nella migliore delle ipotesi, a proteggere i diritti degli agricoltori o dei lavoratori indipendenti.

Vilsack è una vittima ben intenzionata di un aggressivo lobbismo aziendale. Ha legami profondi con l’industria agricola e ha approfittato di ogni passo decisionale come segretario dell’agricoltura, guadagnandosi il soprannome di Mr. Monsanto. Sotto la guida di Vilsack, l’USDA non solo non è riuscita a far passare i regolamenti ai sensi del Packers and Stockyards Act, ma ha anche promosso un piano che essenzialmente consente all’industria del confezionamento della carne di autoregolamentarsi.

In un settore in cui le quattro maggiori società controllano oltre l’80 per cento della quota di mercato, l’incapacità di regolamentare dell’USDA ha causato danni irreparabili agli agricoltori indipendenti. Questa mancanza di regolamentazione significa anche una minore supervisione sulle condizioni di lavoro notoriamente scadenti negli impianti di confezionamento della carne, che sono peggiorate durante la pandemia Covid.

Considerando che Vilsack è portavoce del settore lattiero-caseario aziendale, da cui guadagna milioni di dollari all’anno, la sua nomina è un’ulteriore prova che Biden e i Democratici non vogliono alcun cambiamento reale. Continueranno a promuovere politiche pericolose che sostengono lo status quo e danneggiano la classe lavoratrice, nascondendosi dietro il fumo e gli specchi di pochi gesti solo apparentemente democratici. 

Fonte: leftvoice.org

FONTE https://www.insidemagazine.it/2021/01/19/mr-monsanto-segretario-agricoltura/

Chi altro abbiamo?

Scrive Fulvio Grimaldi : Colgo fiore da fiore.

Samantha Power, capo di USAID; falchissima iperinterventista, ex-ambasciatrice all’ONU, agenzia per la cooperazione, protagonista di tuttte le rivoluzioni colorate e i colpi di Stato sotto Obama. Victoria Nuland, sottosegretario di Stato; golpista di Maidan in Ucraina, che, “mandandola a farsi fottere” (“fuck you Europe”), impose all’UE il proprio candidato a premier dopo il regime change. Tony Blinken, Segretario di Stato; già vice-segretario di Stato e consigliere di Biden per la Sicurezza Nazionale, rappresenta gli interessi dei High Tech di Silicon Valley. Generale Lloyd Austin, già capo di Stato Maggiore e capo di Centcom nelle aggressioni e nei genocidi in Iraq, Siria, Afghanistan.

Janet Ellen, Segretario del Tesoro; già a capo dello Staff economico con Clinton, poi presidente della Federal Reserve 2014-2018, quando la Fed non fece che stampare miliardi di dollari, inducendo crisi in varie parti del mondo e incrementando il debito pubblico USA a 23mila miliardi di dollari. Avril Haines , direttore Intelligence Nazionale, comprensivo di 17 Servizi Segreti; già vicedirettrice della CIA e principale consigliera di Obama per la Sicurezza Nazionale. Protagonista di un’Intelligence impegnata nella tortura, nelle carceri segrete, nell’assassinio di cittadini USA “sospettati” di terrorismo e nelle “operazioni speciali”. Neera Tanden, Segretario al Bilancio; già presidente del Centro per il Progresso Americano, ente affiancato alla CIA e alla NED (National Endowment for Democracy) nelle destabilizzazioni di Stati ritenuti disobbedienti. Insieme agli altri organismi impegnati nelle guerre ibride, porta la responsabilità per decine di migliaia di morti. Legatissima a Hillary Clinton, è stata impegnata in tutte le sue campagne elettorali. Quanto alla (vice)presidente, Kamala Harris,...articolo integrale qui

Una notizia che ha ricevuto molta attenzione da parte dei media: Rachel Levine porterà la stabile leadership e l’ampia conoscenza di cui abbiamo bisogno per affrontare la pandemia – ha spiegato Biden . Affiancherà il ministro della Salute Xavier Becerra. E’ la prima persona transgender a ricoprire un incarico federale.

fonte https://www.nogeoingegneria.com/motivazioni/economico/la-scelta-di-biden-mr-monsanto-segretario-del-dipartimento-agricoltura-usa/