Translate

martedì 25 giugno 2013

Equitalia pignora pensione minima e conto corrente: 74enne alla fame

Un 74enne di Voghera si è visto pignorare da Equitalia la pensione minima di 600 euro al mese e i soldi che aveva sul conto corrente. Aveva debiti passati con lo Stato. Ora non ha nulla con cui mantenersi.
 La pensione da 600 euro al mese? Pignorata da Equitalia, assieme ai 3.000 euro che aveva sul conto corrente. E' questa la triste vicenda di cui è protagonista G.S. Un pensionato 74enne di Voghera, ex commerciante. La sua storia è raccontata su La Provincia Pavese e ripresa, oggi, dal blog di Beppe Grillo. A quanto racconta la Provincia Pavese l'uomo si è presentato in posta come tutti i mesi per ritirare la sua pensione. 600 euro di minima, appena necessari per pagare l'affitto di casa, le bollette e per fare la spesa. Purtroppo però l'uomo, negli scorsi anni deve essersi dimenticato di pagare qualche tassa e così i debiti con lo Stato si sono fatti sempre più grandi, fino a raggiungere la somma di 40 mila euro.
PIGNORATI I 3.000 EURO DEL CONTO Come fare per recuperare tutti quei soldi? L'unico modo era aggredire l'anziano signore nell'unica fonte di sostentamento che aveva: la sua pensione mensile. Il fisco si è anche impossessato del suo conto corrente, prelevando i 3.000 euro che l'uomo era riuscito a mettere da parte. Ora l'uomo ha chiesto l'aiuto di un avvocato per poter rientrare in possesso della sua pensione mensile. Per il momento è aiutato da alcune sorelle. E' però assurdo, ha spiegato l'avvocato, che la Stato con una mano eroghi una pensione sociale e poi con l'altra la blocchi. Eppure lo scorso 22 Aprile il numero uno di Equitalia, Attilio Befera, aveva annunciato lo stop immediato ai pignoramenti sui conti corrente in banca o alle poste, dove vengono versati i soldi di stipendi e pensioni. La procedura sarebbe stata utilizzata, avevano annunciato da Equitalia, solo in caso di redditi superiori ai 5 mila euro al mese

fonte http://www.net1news.org/cronaca/crisi/equitalia-pignora-pensione-minima-e-conto-corrente-74enne-alla-fame.html

Nessun commento:

Posta un commento