Translate

domenica 9 giugno 2013

Il Ministro degli esteri Emma Bonino in un intervista a Rai 3 parla di tutto e di tutti,escluso i marò,di loro non si parla ne ora e ne mai.


Il Ministro degli esteri Bonino in un intervista rilasciata a Lucia Annunziata ha parlato dei vari scenari internazionali,prima di tutto ha smentito che l’attentatore in Afghanistan  fosse un bambino di 11anni,e poi ha parlato di Siria,Turchia,Libia e difesa europea. Solito piglio,solito tentativo di ostentare competenze celesti e solite domande e risposte,solito tutto,come se la banalità fosse diventata il linguaggio dominante.
“L'attentato a Farah sarebbe stato compiuto da un adulto, non da un ragazzino di 11 anni, come vorrebbe far credere la "propaganda talebana". Ha detto il ministro degli Esteri Emma Bonino, “Le dichiarazioni di Erdogan  sono un segnale di debolezza, soprattutto quando si tira in ballo il complotto internazionale". Quanto alla Siria, il ministro ha detto che l'unica via possibile è quella del dialogo. "Non c'è alcun avvicinamento a un intervento militare [...] L'unica strada è quella del dialogo, e l'Europa deve fare di più per fare in modo che Ginevra 2 abbia luogo e successo".
Anche di Libia ha parlato il ministro e di esercito europeo: "Non ho ancora capito la verità su quello che è successo in Libia", ha detto Bonino a In Mezzora, aggiungendo che comunque l'intervento militare nel paese nordafricano poteva essere condotto in modo diverso”.
"Mi colloco sulla linea della costruzione di un esercito europeo, che abbia mezzi tecnicamente validi", dice Bonino sulla partecipazione italiana al programma F-35.Bisogna costituire un esercito europeo che abbia mezzi tecnicamente validi. Ventisette eserciti nazionali sono inutili e costosi".
Parla anche del finanziamento pubblico ai partiti,ma dei due marò non parla. Siccome le domande e le risposte vengono concordate,l’argomento marò non è stato ritenuto degno nemmeno di essere citato.
Forse perché poteva far nascere dei dubbi sulla diplomazia italiana? O forse perché avrebbe dovuto spiegare la priorità del caso,annunciato all’insediamento di questo governo.
L’arrogante e antipatica Bonino dovrebbe capire che non può e non deve più permettersi di giocare con i cittadini italiani. E se non è in grado di affrontare il problema,si faccia da parte,fino a quando non si risolve il problema dei due marò qualsiasi argomento,e qualsiasi parola suonano offensive nei confronti del popolo italiano. E se il problema lo vogliono risolvere cosi come lo avete concordato con l’India avete sbagliato tutti i calcoli,preparate le vostre dimissioni per indegnità morale,non siete degni di rappresentare il popolo italiano,soprattutto lei ,arrogante e ipocrita Ministro Bonino.

Nessun commento:

Posta un commento