Translate

lunedì 7 marzo 2016

Indagato Gianni Tonelli per aver detto la verità


Dopo  44 giorni di sciopero della fame personale della Questura di Roma  ha notificato un avviso di garanzia al segretario generale del Sap,  l’ispettore capo Gianni Tonelli e ad altri quattro assistenti e agenti della polizia di Stato, un avviso di garanzia e di conclusione delle indagini preliminari ai sensi dell’articolo 415 bis del codice di procedura penale.
La Procura di Roma ha contestato a Gianni Tonelli i delitti di concorso in interruzione di pubblico servizio e in abbandono del posto di servizio nonché la contravvenzione di pubblicazione o diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose atte a turbare l’ordine pubblico, in qualità di concorrente morale, promotore e organizzatore.
La contestazione  di falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale  è venuta fuori nei confronti  dei tre poliziotti.che  in alcune trasmissioni televisive avevano mostrato l’inadeguatezza degli equipaggiamenti della polizia di Stato e sulla cui veridicità è in corso un  indagine della magistratura.
Un gesto distensivo e un ascoltare le ragioni di un bravo poliziotto non sarebbe stato un sacrilegio,considerando tutte le volte che  è stata data attenzione al Sorosiano Marco Pannella,e qui apro una parentesi,a quanto pare gli unici deputati che conoscevano il fiscal compact erano i radicali,sia quelli eletti con il centro destra e sia quelli eletti con il centro sinistra.
Tonelli non è Pannella,è un bravo poliziotto che ha giurato sulla Costituzione e a questo punto è bene che si vada fino in fondo.
Questi pupazzi teleguidati messi la per fare gli interessi di banche e multinazionale dicessero qual è il loro vero compito,in questi casi la parola amore non compare,la solidarietà non esiste ,loro vogliono soli distruggere tutto ciò che è italiano,paese e essere umani è questa la loro vera missione.

Alfredo d’Ecclesia


2 commenti: