Translate

lunedì 15 agosto 2016

Alfano tranquillizza tutti e continua a negare la realtà.

Copasir: Cambia scenario, più probabile arrivo miliziani Is su barconi
Nell’estate del 014 l’ambasciatore italiano a Tripoli, Giuseppe Buccino, denuncia che l'operazione Mare Nostrum fa correre all'Italia grossi rischi, oltre che da un punto di vista sanitario anche da un punto di vista terroristico, perché con la “Libia nel caos, vanno tenuti d’occhio i barconi”, dice l'ambasciatore.
A quanto pare parte di questi fanatici assassini che uccidono e distruggono senza pietà, vedere le scene a Mosul per farsi un idea,si stanno imbarcando per venire in Italia a ingrassare le cellule dormienti già ben rappresentate.
Anche i servizi italiani hanno denunciato questo rischio
Chiaramente con mare nostrum in corso e con una grande disinformazione e distrazione di massa sempre presente nel laboratorio Italia, l’ambasciatore anzi l’ex qualche giorno fa è stato sostituito ,non viene preso in considerazione da nessuno.

Qualche giorno fa  veniamo a sapere  che è…

"Realisticamente è cambiato lo scenario" e se prima della liberazione di Sirte dall'Is l'arrivo di terroristi con i barconi dei migranti era "altamente improbabile" oggi "una minaccia di questo tipo è possibile". A sottolinearlo è il presidente del Copasir, Giacomo Stucchi.
http://alfredodecclesia.blogspot.it/2016/07/iterroristi-usano-i-barconi-per-venire.html

Un abile parata di culo e solito tentativo di cancellare le responsabilità degli ineletti pupazzi ineletti che ci governano.
Non contento Angelino Alfano deve insultarci parlando di sicurezza,dovrebbe parlare davanti a dei magistrati sia lui che i suoi collaboratori di governo,a cominciare da Renzino.
La galera a vita sarebbe una pena troppo mite a questi lacchè conto terzi.
Addirittura Alfano ha il coraggio di dire che è stata rinforzata la sicurezza <<l sistema della sicurezza in Italia non ha nulla di invidiare agli altri Paesi. L’Italia è un Paese fin qui sicuro anche se nel contesto generale il rischio zero non esiste>>
 <<Noi eravamo già in grado di dirvi che non c’erano riscontri di quanto pubblicato sui giornali. Sirte non si è manifestato fin qui come luogo di partenza per chi intende arrivare sull’altra sponda del Mediterraneo . Il nostro sistema di controllo dei migranti avviene ormai con grande perizia. Non era così nel 2014 . Oggi usiamo la foto segnalazione con un livello maggiore di identificazione. Contiamo di aprire presto delle sedi distaccate per effettuare il rimpatrio di chi non ha titolo per restare in Italia». Sui controlli e sul lavoro di identificazione svolti tutti i giorni sui migranti, il ministro Alfano ha voluto ringraziare la polizia e il direttore del Dipartimento della pubblica sicurezza, prefetto Franco Gabrielli e il direttore del Dap (Amministrazione penitenziaria) , Santi Consolo, per l’opera di prevenzione contro il rischio radicalizzazione che c’è nelle nostre carceri affollate di detenuti nordafricani e mediorientali>>.
«Per quanto riguarda i treni — ha detto Alfano — abbiamo potenziato nel limite del possibile i controlli antiterrorismo: ci sono più persone di quelle che si vedono in divisa. Lo sforzo cui qualcuno ambisce è quello che prevede 60 milioni di italiani e 6o milioni di poliziotti. Noi ci impegniamo in uno sforzo immane in un contesto in cui il rischio zero non esiste». 

Bene limportante è non turbare il business dei migranti ,poi se accadrà qualcosa la colpa  è del fato,mare nostrum non centra niente con larrivo dei terroristi in Italia e se sono cambiati gli scenari non è colpa di questo governo.
Certo che gli scafisti continuano tranquillamente il loto business,devono avere degli appoggi molto ma molto importanti visto che nessuno li va a neutralizzare,sicuramente assolvono una missione  misericordiosa,con la benedizione del Papa ,delle ong di Soros e di tutti i suoi pupazzi presenti in Italia  e in Europa.

Alfredo  dEcclesia

Nessun commento:

Posta un commento