Translate

giovedì 10 novembre 2016

Con l'elezione di Trump, cade la foglia di fico ..di Fernando Rossi.


Con l'elezione di Trump, cade la foglia di fico ...
---------------------------------------------------------------
E’ interessante vedere oggi emergere nei commenti quella realtà che media e partiti USA, con loro dipendenti europei al seguito, ci hanno nascosto fino a 24 ore prima:
- milioni di poveri e di disoccupati;
- lavoratori assunti negli ultimi anni, ma con tagli salariali del 20%.
A denti stretti, per spiegare le ragioni della vittoria di Trump, ci viene detto che l’opinione della maggioranza, di quanti hanno esercitato il diritto di voto, immigrati compresi, è contraria a:
- nuove ondate migratorie indotte, da un lato per ridurre salari e diritti, dall’altro per potenziare la rete del crimine;
- nuove guerre e/o sostegni al terrorismo, per espandere il potere globale delle multinazionali e delle grandi banche;
- ulteriori liberalizzazioni che costringano a ridurre ancora redditi e diritti, per competere con gli stati che li tengono più bassi.
Un sondaggio, che girava anche alcune settimane prima del voto, portava il dato che il 70 % degli intervistati riteneva la Clinton ‘bugiarda’, ma nei commenti, pur sottolineando che negli Usa, per ragioni etico-religiose, la questione è molto più importante che da noi (?!), si dissotterrava il detto di Montanelli (‘Votare turandosi il naso’), pur di non votare chi era razzista, misogino, folle, ignorante, e chi più ne ha più ne metta, magari pasticcandosi come De Niro o Madonna ..
Andrà analizzato ciò che democratici e repubblicani, sostenuti da media, fondazioni e università della grande finanza stanno già facendo e faranno in seguito per fermare e/o condizionare Trump, ma vorrei sottolineare i riflessi che potrà avere da noi ciò che è in atto negli Usa.
Nella mia città, Ferrara, e in rete io trovo che i famosi 20 anni di distanza con gli accadimenti e trasformazioni in atto negli USA si siano di molto accorciati.. e per il boss locale, Franceschini, come nazionalmente per Renzi-Verdini, stia suonando una campana…
Ma forse loro lo sanno già, però stando dentro al sistema e alle regole che i partiti delle banche e delle multinazionali sono venuti fissando per l’Unione Europea, non possono farci nulla.
Possono solo pregare che la foglia di fico tenga e siano pochi quelli che si accorgono delle loro continue bugie, vecchie e nuove, sull’Euro, sull’Unione Europea, sulla svendita delle proprietà pubbliche, sulla globalizzazione e delocalizzazione produttiva, sulla disoccupazione nascosta dai Voucher Inps, sui diritti del lavoro negati dal Job Act, … sulla scuola, sulla sanità, sul debito, sulle guerre, sul terrorismo, sulla Nato, sulle banche, sulla TAV, sull’Expo, su Mafia Capitale e sulle loro speculazioni, non solo politiche, che si nascondono dietro le porte aperte alla immigrazione clandestina.
Le bugie, le promesse e gli espedienti (vedi 80 Euro), che risultano efficaci, producono un momentaneo rallentamento del conto alla rovescia, ma hanno i giorni contati.

Fernando Rossi
https://www.facebook.com/fernando.rossi.10/posts/1293433730707713

Nessun commento:

Posta un commento