Translate

venerdì 5 marzo 2021

IN ISRAELE È UN INFERNO: PASSAPORTO GRATUITO, VACCINAZIONE OGNI 6 MESI, BRACCIALETTO ELETTRONICO

 


Come ha ammesso il CEO di Pfizer Albert Bourla in un’intervista alla NBC , Israele è il laboratorio del mondo :

“Credo che Israele sia diventato il laboratorio del mondo in questo momento perché usano il nostro vaccino solo in questo stato e hanno vaccinato una parte molto ampia della loro popolazione, quindi possiamo studiare sia sull’indice economico che su quello sanitario”.

Ascoltando tutti i canali e i giornali francesi, italiani ed europei, sembra che tutto sia meraviglioso in Israele, la vaccinazione è tremendamente efficace, è bello viverci … Solo che in realtà le cose sonopiuttosto diverse poiché Israele è diventato non solo un parco giochi per testare la vaccinazione sulla popolazione, ma anche un test per una serie di operazioni ancora più incredibili.
Esempio: se una persona ritorna dall’estero, gli verrà imposto un braccialetto elettronico per conoscere i suoi fatti e gesti, in modo che effettui la sua quarantena a casa sua, un po’ come i prigionieri in libertà vigilata, con la differenza che quest’ultimo può lasciare la propria casa!

Un’altra gioia, di cui vanta la tecnicità della Meyer Habib, il passaporto verde consentirà agli israeliani di andare nei ristoranti – come i giornalisti BFM – in ogni caso quelli che si sottopongono a vaccinazione, con una piccola novità che non sembra prevedibile: dovranno essere vaccinati ogni sei mesi. E un ultimo piccolo dettaglio per la strada: una legge ora permette alle autorità di conoscere l’identità delle persone non vaccinate. E poiché Israele è in prima linea, questo sarà il futuro dell’Europa e del mondo.

Nei media nel 4-4-2 , dobbiamo riconoscere una cosa, il CEO di Pfizer ha ragione, come lui aveva spiegato, Israele è il laboratorio del mondo ed è bello viverci… per i padroni del mondo!

Fonte: https://lemediaen442.fr

Traduzione: Gerard Trousson

https://www.controinformazione.info/in-israele-e-un-inferno-passaporto-gratuito-vaccinazione-ogni-6-mesi-braccialetto-elettronico/


giovedì 4 marzo 2021

Mons. Viganò: Draghi spietato esecutore dell’agenda globa lista




04/03/2021 - ET CONCULCABIS LEONEM ET DRACONEM


Super aspidem et basiliscum ambulabis,
et conculcabis leonem et draconem. (Ps. 90, 13)

I liberi pensatori, sino al secolo scorso, potevano propagandare le proprie idee intrise di principi massonici e di retorica perché il corpo sociale non era liberale; potevano rimanere sul sagrato delle chiese, la domenica mattina, mentre le loro donne e i loro figli assistevano alla Messa, andavano a catechismo, venivano istruiti dalla Chiesa e dallo Stato ai principi morali e ai valori condivisi dell’onestà, del senso del dovere, dell’amor patrio. Potevano mandare a morire in guerra milioni di giovani vite, in nome di ideali che ancora erano legati ad un mondo essenzialmente cristiano, anzi profondamente cattolico e romano: quel mondo in cui i nostri soldati al fronte recitavano il Rosario, pregando per i propri cari e per la cara Italia, terra benedetta dalla Provvidenza, culla della civiltà e sede del Papato. Ma quei principi liberali e massonici, pur denunciati dai Pontefici e combattuti da Vescovi, predicatori e teologi, sono riusciti a far breccia nella nostra società, soprattutto dopo la Seconda Guerra Mondiale ed ancor più dopo il nefasto Sessantotto.

Ci siamo così ritrovati, per il necessario e inevitabile ricambio generazionale, ad avere un’intera classe dirigente che è stata formata alla scuola del libero pensiero, all’ideologia massonica, all’indifferentismo religioso, alla laicità dello Stato e alla conseguente crisi morale del Paese. Decenni di indottrinamento hanno cancellato l’eredità religiosa e morale dell’Italia, portando gli Italiani a vergognarsi di un passato glorioso e a rinnegare duemila anni di Cristianità.

Doveva essere una scelta di progresso, senza privilegiare la verità a discapito dell’errore, senza riconoscere il primato del bene sul male, senza imporre leggi e dottrine con la forza ma promuovendone l’applicazione con la scelta consapevole; ci ritroviamo una Nazione corrotta, che approva il concubinato e l’aborto, promuove la sodomia e la perversione, riconosce diritti al crimine e deride o addirittura condanna l’onestà, la rettitudine, la virtù.
In nome della tolleranza ci è stato chiesto di consentire legittimità al male, rassicurandoci che comunque il bene non sarebbe stato ostacolato: oggi lo Stato garantisce e tutela il male ed è giunto a vietare il bene.

Si possono commettere i crimini più abominevoli, come uccidere una creatura innocente nel ventre materno o l’anziano inerme e il malato terminale nel letto d’ospedale, ma è proibito difendere la vita, la famiglia, la Religione.

D’altra parte, l’essenza del liberalismo – che, ripeto, è l’applicazione politica e sociale dei principi della Massoneria – risiede proprio nel disarmare progressivamente la maggioranza dei buoni, e al contempo nel sostenere e rafforzare la minoranza dei corrotti, sotto il pretesto di una presunta quanto assurda parità di diritti. Eppure non dovrebbe essere così difficile, se si usasse un po’ di raziocinio, comprendere che la sola idea di uguaglianza è assurda, perché presuppone un appiattimento delle differenze, un’omologazione delle diversità che di fatto finisce col cancellare ciò che viceversa dovrebbe rendere il corpo sociale – e quello ecclesiale per coerenza – efficiente in tutte le sue membra, diverse ma armonicamente connesse.

Pretendere che un piede possa vedere o che una mano possa ascoltare, o ridurre le funzioni degli organi al minimo comun denominatore è un’operazione assurda e sciagurata, come lo sarebbe pretendere che in un’automobile la frizione svolga la funzione delle ruote o che il motore faccia il lavoro dei fari. Eppure nella cosa pubblica si lascia comandare chi non è costituito in autorità, si permette di definire famiglia un’unione che per natura è destinata alla sterilità del vizio, si riconosce il diritto di decidere se una legge sia giusta non a chi ha la saggezza e la prudenza di farlo, ma a chi antepone il proprio interesse particolare al bene comune. E si finisce con l’adorare il vitello d’oro rifiutando il culto esclusivo al Dio vivo e vero. In questo la democrazia rivela la sua debolezza, dal momento che pone come postulato una bontà innata nella moltitudine, che viceversa è incline al male e al peccato e che ha bisogno di esser guidata da un’autorità che abbia come modello valori trascendenti.

Questa corsa verso il baratro ha i chiarissimi connotati della nemesi, punizione di una hybris che non conosce freni, che sfida il Cielo, che nella vertigine della ribellione e del caos rifiuta ogni gerarchia e ogni ordine impresso dal Creatore e Signore di tutte le cose. Solo così possiamo comprendere le decisioni scellerate dei governanti, dalla gestione dell’emergenza pandemica all’indiscriminata accoglienza degli immigrati clandestini; solo così riusciamo a vedere la follia che unisce in un unico disegno fatti apparentemente scollegati tra loro. Cercare una qualche ragionevolezza nelle parole del sedicente esperto che impone le mascherine per proteggere la popolazione da un virus influenzale, o nell’ordine dell’autorità di chiudere le scuole e i ristoranti mentre sui mezzi pubblici i cittadini sono costretti a viaggiare stipati asseconda questa follia, riconoscendole una razionalità e una logicità che non può avere.

Così come è assurdo contestare la presunta inevitabilità dei prestiti che l’Italia dovrebbe richiedere all’Unione Europea, dopo che questa – con modalità criminali degne dei peggiori usurai – ha creato scientificamente le premesse sociali ed economiche della crisi economica. È altrettanto assurdo chiedersi perché le cure per il Covid siano boicottate per favorire cosiddetti vaccini sperimentali realizzati con feti abortivi e dagli effetti ancora ignoti, quando è evidente che la pandemia è stata pianificata con lo scopo da un lato di arricchire spropositatamente la lobby farmaceutica e dall’altro di imporre misure di controllo altrimenti inaccettabili.

Ma se questo nostro atteggiamento costruttivo e aperto al confronto poteva in qualche modo esser giustificato e scusato fino a qualche anno fa in nome di una parziale comprensione del quadro globale, oggi esso rischia di degenerare in una sorta di complicità ottusa, perché la presunzione di buonafede da parte dei nostri interlocutori è stata ampiamente sconfessata. Le vicende recenti della crisi del governo Conte bis e la fiducia accordata al governo del Presidente Draghi non fanno eccezione, e se non stupisce il generale entusiasmo dei partiti anche della cosiddetta opposizione, lascia sconcertati il consenso delle vittime alla nomina di un carnefice ben peggiore dell’avvocato di Volturara Appula.

Pare anzi che l’avvento del cinico tecnocrate sia stato salutato con sollievo, dopo un anno di reboanti proclami e plateali fallimenti del predecessore e di tutta la sua grottesca accolita di impresentabili. Se infatti vi è stato chi fino a ieri deplorava la pessima gestione della pandemia a colpi di DPCM tanto illegittimi quanto devastanti, oggi l’efficienza nel perseguimento del medesimo piano sembra rappresentare un miglioramento, come se il condannato a morte si rallegrasse della migliore affilatura della lama della scure, mentre abbassa consenziente il capo sul ceppo per ricevere il colpo del boia.

Gli Italiani, indotti alla soggezione e alla servitù dal martellamento dei media e da un’operazione di manipolazione delle masse, sono stati ancor più obbedienti di altre Nazioni apparentemente più disciplinate: mentre nelle nostre città qualche politico raccomanda il distanziamento sociale durante timide manifestazioni di protesta, in molti Paesi europei i cittadini scendono in piazza spontaneamente e fronteggiano la repressione violenta delle forze dell’ordine con determinazione.

Mentre la nostra “opposizione” si scandalizza per l’inefficienza del commissario Arcuri nella distribuzione dei vaccini, all’estero gruppi di avvocati e medici ne denunciano la pericolosità e si oppongono all’obbligo vaccinale, ottenendo che le stesse autorità ne vietino la distribuzione. E se c’è chi viola per esasperazione norme palesemente illegittime, in Italia è criticato come irresponsabile proprio da coloro che, non fosse che per calcolo politico, dovrebbero cavalcare la rivolta e dimostrare quanto sia assurdo chiudere le attività commerciali in assenza di evidenze scientifiche che legittimino l’adozione di misure così drastiche.
Mario Draghi rappresenta la quintessenza della tirannide del Nuovo Ordine, nella sua cinica competenza, nella professionalità della sua azione devastatrice, nell’efficienza dei suoi funzionari.

E non stupisce che egli sia stato educato, come Joe Biden e tanti altri leader globalisti, alla scuola ideologica dei Gesuiti. Non stupisce, ed anzi non avrebbe potuto essere altrimenti: solo una struttura fortemente gerarchica e quasi militare poteva manipolare le giovani coscienze di intere generazioni, con diabolica lungimiranza, preparando l’avvento di una società tirannica e disumana.

L’abbiamo visto in Italia, ben prima del Sessantotto, quando i professori universitari salutavano con scomposto entusiasmo l’elezione di Roncalli, amico del modernista Bonaiuti, ben sapendo come la sua apparente bonomia nascondesse una mente avvelenata dalle dottrine combattute da San Pio X e ancora avversate da Pio XII fin sul letto di morte.

L’abbiamo visto negli Atenei di mezza Europa e nelle Università cattoliche americane, da cui sono usciti i protagonisti del Vaticano II e del postconcilio, gli agit-prop del Movimento Studentesco e dei sindacati di sinistra, i terroristi delle Brigate Rosse e gli ideologi della Teologia della Liberazione, i teorizzatori della liberazione sessuale, del divorzio e dell’aborto.

Potremmo affermare che negli ultimi decenni non si sia avuto alcun evento politico, sociale, culturale e religioso che non abbia trovato un potente ispiratore nei Gesuiti. I quali, dopo aver rinnegato il giuramento e i voti pronunciati il giorno della loro Professione, hanno messo a disposizione del nuovo padrone la loro rete di relazioni e la loro capacità di infiltrare i propri emissari nei posti chiave della politica, dell’amministrazione pubblica, dell’istruzione, della cultura, dei media, dell’imprenditoria e della finanza. Una rete che replica, forse con maggior efficienza e incisività, quella non meno eversiva delle sette massoniche e delle conventicole di cospiratori.

Giuseppe Conte, homo novus sponsorizzato oltretevere da Prelati ampiamente compromessi con la peggiore politica democristiana e cattocomunista, ha svolto la sua funzione di inconsistente burattino dalle ambizioni tanto ridicole quanto velleitarie: la sua parabola ha consentito il perseguimento di un progetto di ingegneria sociale che prevedeva proprio un avvocato sine nomine come ignaro esecutore degli ordini del burattinaio globalista. E che proprio facendo leva sulla sua vanità ha potuto usarlo per imporre alla popolazione decisioni devastanti, senza alcuna ratifica del Parlamento né tantomeno della volontà degli elettori. Ma il suo ruolo chiaramente temporaneo, quasi come una comparsa, si doveva esaurire nel momento in cui, divenuta evidente la sua inconsistenza e imperizia su tutti i fronti, si sarebbe reso necessario quel “cambio di passo” che già dalla scorsa estate qualche raro osservatore della politica italiana prevedeva si sarebbe realizzato con l’avvento di Mario Draghi, ex Governatore della BCE, esponente della lobby finanziaria e naturale erede di Mario Monti.

Potremmo vedere un istruttivo parallelo di questa situazione nello speculare ruolo che il gesuita Jorge Mario Bergoglio si è visto assegnare dalla cosiddetta Mafia di San Gallo: anche l’Argentino, fino ad allora quasi sconosciuto, è stato eletto Papa per demolire le ultime vestigia della Chiesa Cattolica; e come Conte, anche Bergoglio crede di essere l’autore di un cambiamento radicale ed irreversibile, pensando di passare alla storia mentre chi lo manovra ha già designato chi prenderà il suo posto. Anche in questo caso la vanità, l’egocentrismo, anzi il delirio di onnipotenza del personaggio gli impediscono di comprendere di essere usato e che l’appoggio di cui oggi beneficia si tramuterà in spietato cinismo non appena i suoi disastri saranno abilmente enfatizzati dai media. L’uno e l’altro hanno un simile destino, né farà eccezione Joe Biden, la cui Vicepresidente Kamala Harris attende con impazienza il momento in cui il copione prevederà l’estromissione del corrotto democratico col pretesto della sua salute mentale e fisica.

È quindi importantissimo, e parimenti ineludibile, che quanti hanno a cuore le sorti della Patria comprendano che il Presidente Draghi in nulla si discosterà dall’agenda globalista, se non nella maggiore efficienza con cui la realizzerà. Nutrire la speranza che il tecnocrate al quale si deve la devastazione della Grecia possa in qualche modo venir meno al suo compito è da sprovveduti, così come è ogni forma di collaborazione o di supporto a questo governo non può che condurre inesorabilmente alla ulteriore perdita di sovranità nazionale e all’asservimento completo al Nuovo Ordine. Non dimentichiamo che il gabinetto del Primo Ministro annovera personaggi quali Vittorio Colao e Roberto Cingolani, per i quali il Great Reset è ormai in stadio avanzato di compimento, con o senza il consenso degli elettori.

Chi governa oggi, in Italia come negli Stati Uniti, non considera minimamente rilevante che il proprio potere sia usurpato con manovre di palazzo o con frodi elettorali, né che il totem della democrazia grazie al quale ha potuto illudere le masse sia sostituito da una crudele dittatura, con o senza l’alibi dell’emergenza pandemica. Sappiamo bene che era tutto programmato da anni, e che per realizzare fino in fondo il progetto globalista l’élite non esiterà a violare i diritti fondamentali, col pretesto di farlo “per il nostro bene”. Ma sappiamo anche che quanto più ci avviciniamo alla fine dei tempi, tanto più la Provvidenza moltiplica le grazie per il pusillus grex che rimane fedele al Signore.

Se sapremo capire che ciò che avviene in Italia fa parte di un unico copione sotto un’unica regia, riusciremo a cogliere la coerenza tra fatti apparentemente eterogenei, e soprattutto comprenderemo che le motivazioni che vengono addotte per legittimare provvedimenti in violazione delle libertà naturali degli individui non sono altro che pretesti, tanto falsi quanto razionalmente incongruenti.

E siccome tutto si regge su una colossale menzogna, sarà sufficiente che crolli uno solo degli inganni per far sprofondare l’intera Torre di Babele globalista, i suoi gerarchi, i suoi sacerdoti, i suoi cortigiani, i suoi servi. Cadent a latere tuo mille, et decem millia a dextris tuis; ad te autem non appropinquabit: il Salmo 90 ci ricorda la protezione dell’Altissimo, la punizione che aspetta i peccatori; ci sprona a riporre la nostra fiducia in Dio, il Quale manderà i Suoi angeli per proteggerci lungo il nostro cammino.

Non lasciamoci sedurre dall’apparente ineluttabilità del male: Satana è l’eterno sconfitto, sia che cerchi di distruggere la Chiesa di Cristo – roccia incrollabile per le stesse parole del Salvatore – sia che si accanisca su quel che rimane dell’umano consorzio. E se davvero dev’esserci un Great Reset della nostra società, esso si compirà solo con il pentimento per le colpe pubbliche delle Nazioni, con un nuovo rinascimento della Cristianità, con un ritorno alla Legge di Dio.

Fiat volutas tua, recitiamo nel Padre nostro: sia questa la nostra agenda, sull’esempio della Vergine Santissima, Nostra Signora e Regina, che per prima ha calpestato l’aspide e il basilisco, ha schiacciato la testa del leone e del drago.

Carlo Maria Viganò, Arcivescovo – 3 Marzo 2021
https://ilsapereepotere2.blogspot.com/2021/03/mons-vigano-draghi-spietato-esecutore.html

Israele “laboratorio del mondo”

 

Fresco di stampa: l’A.D. di Pfizer Albert Bourla ammette che Israele è il “laboratorio del mondo”.

 

Gilad Atzmon – The UNZ Review – 27 febbraio 2021

 

Se gli israeliani sono confusi dal fatto che il loro governo li tratta come animali da laboratorio, se si chiedono perché la loro libertà di viaggiare, di socializzare o anche di guadagnarsi da vivere è evaporata, l’A.D. di Pfizer Albert Bourla si è prodotto ieri in una risposta sincera. In un’intervista alla NBC Bourla ha detto:

Ritengo che in questo momento Israele sia il laboratorio del mondo, perché stanno usando solo il nostro vaccino in tutto lo stato ed hanno vaccinato una gran parte della popolazione; possiamo quindi studiare sia l’economia che gli indici di salute“.

Non ho alcun problema con gli esperimenti medici che coinvolgono esseri umani se i partecipanti sono pienamente consapevoli di tutte le possibili circostanze ed implicazioni del loro consenso. Questo non è successo in Israele. Per mezzo di “passaporti verdi”, il governo minaccia praticamente di penalizzare chiunque sia riluttante a partecipare a un esperimento “di laboratorio” per una gigantesca compagnia farmaceutica con un passato a dir poco discutibile.

I risultati di questo esperimento Pfizer-Israele non sono proprio incoraggianti. Sebbene sia possibile, come suggeriscono alcuni studi, che la maggior parte delle persone vaccinate abbia almeno una protezione a breve termine dalla Covid-19, nessuno può negare il fatto sorprendente che in sole 8 settimane di vaccinazione di massa il numero totale di morti per Covid-19 nello Stato ebraico è quasi raddoppiato rispetto al totale nei dieci mesi precedenti.

Da quando Israele si è trasformato in una nazione di cavie, un virus che di solito colpiva gli anziani e le persone con gravi problemi di salute ha ora cambiato completamente la sua natura. Dopo appena 2 mesi di una campagna di vaccinazione di massa “di successo”, il 76% dei nuovi casi di Covid-19 si riscontra sotto i 39 anni. Solo il 5,5% ha più di 60 anni. Il 40% dei pazienti critici ha meno di 60 anni. Il paese ha anche rilevato un forte aumento dei casi di Covid-19 tra le donne incinte, con più di qualcuna in condizioni critiche. Nelle ultime settimane, i casi di Covid-19 nei neonati hanno avuto un’impennata del 1.300% (da 400 casi in bambini sotto i due anni il 20 novembre a 5.800 nel febbraio 2021).

Le prove raccolte in Israele indicano una stretta correlazione tra vaccinazione di massa, casi e morti. Questa correlazione indica la possibilità che siano i vaccinati a diffondere effettivamente il virus o addirittura che una serie di mutazioni sia responsabile del cambiamento radicale dei sintomi di cui sopra.

Quando la NBC ha chiesto a Bourla se sia possibile infettare altri dopo aver ricevuto due dosi di vaccino, Bourla ha ammesso:

È qualcosa che deve essere confermato, e i dati del mondo reale che stiamo ottenendo da Israele e da altri studi ci aiuteranno a capirlo meglio“.

Se Bourla non è sicuro che il suo “vaccino” impedisca la diffusione della malattia, perché lo vende in tutto il mondo? Perché qualsiasi governo dovrebbe permettere l’uso di questa sostanza prima che siano state prese tutte le precauzioni necessarie? Inoltre, alla luce della preoccupazione emergente che i vaccinati possano diffondere la malattia (che Bourla non nega), qual è il significato del “passaporto verde”? Immagino che un tale documento potrebbe essere facilmente sostituito da un “certificato di fessaggine” assegnato a coloro che sono stati abbastanza idioti da affidarsi al vaccino.

Ma Bourla non deve aspettare ancora molto per i “risultati” del suo “laboratorio”. Posso fornirgli i numeri più rilevanti, supponendo che lui o chiunque altro in Pfizer sappia leggere grafici elementari. Ogni paese che è caduto nella trappola della vaccinazione di massa ha visto un simile picco senza precedenti di casi e di morti.

I grafici che seguono evidenziano indicano l’innegabile correlazione tra la vaccinazione di massa e un’impennata esponenziale di casi e morti di Covid-19. Il picco di casi viene spesso rilevato solo 2-3 giorni dopo l’inizio della campagna di vaccinazione di massa.

Nel momento in cui Israele ha iniziato le vaccinazioni, si stava verificando un brusco aumento esponenziale della morbilità e della mortalità. La Palestina, letteralmente la stessa terra, vedeva invece crollare il suo numero di casi e di morti

Bourla e il premier Netanyahu dovrebbero fare uno sforzo intellettuale e spiegarci come sia possibile che a Gaza, una prigione a cielo aperto e uno dei pezzi di terra più densamente popolati del pianeta, il numero dei casi di Covid-19 sia minimo e [soprattutto] senza “vaccino”.

Ma la Palestina non è sola, poiché la situazione in Giordania è simile. Mentre Israele ha visto le cifre di mortalità per Covid-19 sfondare il tetto, le morti per Covid-19 in Giordania da metà novembre in poi sembrano una pista da discesa libera.

La Gran Bretagna ha vissuto una tragica esperienza simile, se non identica. Ha avviato la campagna di vaccinazione di massa il 7 dicembre solo per vedere il suo numero di casi e morti di Covid-19 aumentare come mai in precedenza.

A quella data, la Gran Bretagna ha visto il proprio Servizio Sanitario (NHS) andare in pezzi, mentre i paesi vicini, che erano stati lenti a prendere una decisione sulla vaccinazione, vedevano il numero di casi di Covid-19 diminuire rapidamente.

Ovviamente non sono l’unico a vedere che qualcosa è andato drammaticamente storto in Israele. Un gruppo di ricercatori dissenzienti che ha esaminato i numeri coinvolti nell’attuale esperimento israeliano della Pfizer ha pubblicato due settimane fa uno studio dettagliato. “Concludiamo“, hanno scritto, “che i vaccini Pfizer, per quanto riguarda gli anziani, hanno ucciso durante il periodo di vaccinazione di 5 settimane circa 40 volte più persone di quanto la malattia stessa avrebbe ucciso, e circa 260 volte più persone della malattia tra la classe di età più giovane.”

Sulla base dell’esperimento di “laboratorio” Pfizer/Israele, ho tratto la seguente sarcastica conclusione: se ti prendi il coronavirus puoi morire, ma se segui il percorso della Pfizer, non solo vedi scendere la tua possibilità di sopravvivenza dal 99,98% della Covid-19 al 95%, ma puoi anche uccidere altre persone lungo il cammino.”

 

Link: https://www.unz.com/gatzmon/hot-off-the-press-pfizer-ceo-albert-bourla-admits-israel-is-the-worlds-lab/

Traduzione di Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

 https://comedonchisciotte.org/israele-laboratorio-del-mondo/

Il vaccino di Gates modifica il DNA: Scienziati ed esperti di etica danno l’allarme

 





Il vaccino di Gates modifica il DNA: Scienziati ed esperti di etica danno l’allarme

Big Pharma sta sviluppando 80 vaccini contro il COVID, ma Gates & Fauci stanno spingendo sul laboratorio “Moderna https://www.modernatx.com/”, dove il vaccino utilizza una nuova, non testata e molto controversa tecnologia sperimentale RNA (https://www.modernatx.com/ecosystem/strategic-collaborators/foundations-advancing-mrna-science-and-research) che Gates sostiene da oltre un decennio.

Invece di iniettare un antigene e un adiuvante come nei vaccini convenzionali, si vorrebbe iniettare un piccolo pezzo del codice genetico del coronavirus nelle cellule umane. Cambia il DNA in tutto il corpo umano e riprogramma le nostre cellule per produrre anticorpi per combattere il virus. I vaccini contro l’MRNA sono una forma di ingegneria genetica nota come “manipolazione del gene germinale”.
Le modificazioni genetiche di Moderna vengono poi trasmesse alle generazioni future. Nella Dichiarazione di Ginevra di gennaio, i maggiori esperti di etica e scienziati del mondo hanno chiesto la fine di questo tipo di esperimenti.

I prodotti di Moderna non hanno mai venduto un prodotto per portarlo sul mercato, non sono mai stati sottoposti a test clinici o hanno avuto un vaccino approvato dalla FDA. Nonostante gli investimenti di Gates, la società si è trovata sull’orlo del fallimento con 1,5 miliardi di dollari di debiti prima della COVID.


Con il sostegno di Fauci, l’azienda ha ottenuto un sorprendente finanziamento federale di 483 milioni di dollari per accelerare lo sviluppo. Il dottor Joseph Bolen, ex capo della Ricerca e Sviluppo di Moderna, è rimasto scioccato dalla scommessa di Fauci: “Non so a cosa stiano pensando”, ha detto alla CNN https://www.dailymail.co.uk/news/article-8279017/Americas-big-bet-company-promised-vaccine-weeks-despite-having-no-track-record.html, “quando l’ho letto, sono rimasto abbastanza stupito”. Moderna e Fauci hanno iniziato a Seattle il 3 marzo scorso, gli esperimenti umani sono finanziati con fondi federali.

Il dottor Peter Hotez https://edition.cnn.com/2020/03/31/us/coronavirus-vaccine-timetable-concerns-experts-invs/index.html ha messo in guardia dalle conseguenze potenzialmente letali del mancato superamento dei test sugli animali: “Coronavirus vaccine candidate uses new, never-before-approved technology – The vaccine under examination was created using a new, potentially revolutionary technology platform that, if successful, could indeed cut months from the development process. However, the technology — called a messenger RNA vaccine — has never been approved as a product for distribution; this would be the first. Developed by NIAID scientists and researchers at Moderna, a Massachusetts biotech company, the experimental product — unlike most other licensed vaccines — does not use any part of the live virus. Rather, the researchers built their vaccine from the genetic information on the coronavirus provided by China. Called mRNA-1273, the vaccine uses messenger RNA (ribonucleic acid) to direct cells in the body to make proteins to prompt an immune response that prevents or fights disease.”

Il dottor Suhab Siddiqi, ex direttore della chimica di Moderna, ha affermato alla CNN: “Non permetterei che il [vaccino] venga iniettato nel mio corpo https://edition.cnn.com/2020/05/01/us/coronavirus-moderna-vaccine-invs/index.html .

Non esistono dati sulla sua nocività e tossicità, l’ex scienziata dell’NIH Dr. Judy Mikovits, in questo video dice che è criminale testare i vaccini contro l’MRNA sull’uomo perché può causare il cancro e altri gravi danni che possono richiedere anni per svilupparsi.

Per precauzione Moderna ha ordinato ai partecipanti allo studio di non fare sesso non protetto o di fare donazioni di sperma.
Viene da chiedersi se Gates spera di vendere la sua tecnologia sperimentale “di modificazione genetica” su una buona parte di 7 miliardi di persone, magari una parte si trasforma “in una nuova specie OGM”.

Su https://www.instagram.com/robertfkennedyjr/ se ne sta occupando anche Robert F. Kennedy Jr.
Nel frattempo viene completamente ignorata la nuova cura: purtroppo è economica ed molto veloce nel risolvere il Covid19, no buona per il Mercato dei Vaccini mondiali:


Molto sono i media stranieri che parlano di Bill Gates e della sue ricerche, molti iniziano ad attaccarlo e stavolta, rispetti agli anni precedenti, non hanno bisogno di fare nessun tipo di complotto. Col Covid19 Gates è venuto fuori allo scoperto, con tutta la sua filantropia e la voglia di cambiare il mondo “come lui desidera”. In totale onestà ho persino paura che la sua ricerca danneggi in modo molto negativo chi con fatica suda ogni giorno per trovare vere cure e vaccini per sconfiggere il Covid19. Danneggia chi studia e chi testa nel completo rispetto dell’essere umano. La vera scienza ha chiesto tempo, non ha promesso miracoli, vuole fare lunghi test e a loro vanno i miei applausi per la ricerca e il rispetto dell’essere umano. Alessia C. F. (ALKA)

Ora Zero
https://www.vocidallastrada.org/2020/05/il-vaccino-di-gates-modifica-il-dna.html

mercoledì 3 marzo 2021

Un secondo olocausto?

 


Il ministero della Salute israeliano conclude che il vaccino Pfizer Covid è più mortale del Covid

Una nuova analisi del ministero della Salute israeliano ha concluso che il vaccino COVID di Pfizer ha ucciso "circa 40 volte più persone (anziane) di quanto la malattia stessa avrebbe ucciso" durante un recente periodo di vaccinazione di cinque settimane, e 260 volte più giovani di quanti sarebbero morti a causa del virus.

https://childrenshealthdefense.org/defender/israel-pfizer-vaccine-killed-more-elderly-than-covid/ 

https://www.paulcraigroberts.org/2021/03/03/a-second-holocaust/




La madre di tutte le false bandiere

 


La madre di tutte le false bandiere

di Stephen Lendman ( stephenlendman.org - Home - Stephen Lendm an)

L'11 settembre sponsorizzato dallo stato ha tenuto la dubbia distinzione fino a quando la varietà di influenza stagionale / influenza da giardino è stata ribattezzata covid l'anno scorso dalle forze oscure occidentali guidate dagli Stati Uniti.

L'analista Doug Casey ha definito la nuova madre in carica di tutte le false flag sponsorizzate dallo stato "la distrazione più ingegnosa mai creata".

Innumerevoli milioni di persone sono state manipolate per autoinfliggersi danni a breve e lungo termine con il falso pretesto di auto-protezione non ottenuta.

Hanno sacrificato la libertà lasciandosi ingannare dalla madre di tutte le truffe.

Quello che è successo nell'ultimo anno non ha nulla a che fare con la protezione da un virus killer.

Ha tutto a che fare con il controllo sociale e lo spostamento della ricchezza pubblica verso interessi privilegiati a spese della gente comune.

Si tratta di trasformare le società libere e aperte in società governanti-servi - uno schema diabolico pianificato molto prima della sua rivelazione.

Casey ha spiegato gli eventi machiavellici nell'ultimo anno come segue:

"Storicamente, ogni volta che è stato inteso un drammatico passaggio del governo al collettivismo, la prima mossa è quella di bloccare le persone". 

"Convinceteli che solo il governo può o dovrebbe avere il potere di decidere se i suoi sudditi possono salire su un aereo, frequentare la scuola o addirittura uscire per un panino".

Portare la maggior parte delle persone negli Stati Uniti, in Europa e altrove ad accettare blocchi draconiani e quarantene, maschere per il viso che non proteggono e rischiano danni, test PCR inutili, distanziamento sociale che distrugge le normali interazioni tra le persone e vaccinazioni che non proteggono e rischiano eventi avversi gravi o la morte trasformano società libere e aperte in società controllate peggiori di quanto immaginassero Orwell o Huxley.

 

L'accettazione della sottomissione da parte delle diaboliche forze oscure ha fatto avanzare il dominio totalitario in Occidente verso la tirannia, dirigendosi verso il divenire in piena regola.

Un danno senza precedenti è stato e continua ad essere inflitto alla gente comune, quindi i privilegiati possono trarne enormi benefici a loro spese.

Quello che sta succedendo peggiorerà finché non ci sarà un risveglio pubblico su come siamo stati manipolati in massa, ingannati e inflitti con danni senza precedenti.

Oltre a quanto sopra, Casey e David Stockman hanno lanciato l'allarme su quella che chiamano una "terra di nessuno economica", aggiungendo:

“C'è una bolla del mercato azionario, una bolla immobiliare, una superbolla obbligazionaria ... una bolla di tutto.

È la più GRANDE bolla nella storia umana ”che può finire solo molto male per la maggior parte delle persone.

Guardando al futuro, vedono "instabilità finanziaria, economica, politica, sociale, culturale o militare ... estremamente pericolosa".

Gli eventi in corso includono la più grande truffa di salute pubblica mai vista, disordini sociali e un imminente crollo del mercato azionario.

Credono che "Everything Bubble ... abbia trovato il suo perno".

"Ci stiamo dirigendo verso la doppia sconfitta di una crisi politica e un fragoroso crollo finanziario allo stesso tempo".

Ciò che si sta già svolgendo in tempo reale è già abbastanza grave.

Il coraggioso dominio distopico del nuovo mondo sta avvenendo in bella vista, facilitato dalla paura sponsorizzata dallo stato / sostenuta dai media.

Ciò che era inconcepibile prima del 2020 è il nuovo anormale in Occidente e altrove.

Il grande ripristino svelato a gennaio è un nuovo ordine mondiale aggiornato, un diabolico "rinnovamento" socioeconomico in tutto il mondo.

Se raggiunto, la vita come una volta esisteva sarà sostituita dall'Inferno di Dante.

Ciò che sta accadendo include il jabbing di massa con le tossine che infettano e non proteggono, la sorveglianza di massa digitale per controllare la nostra vita quotidiana e il potenziamento degli interessi privilegiati a spese della gente comune.

Vendere il peggio di tutti i mondi possibili è facilitato dall'inganno di massa supportato dai media.

Nulla di ciò che sta succedendo mira a migliorare la salute pubblica, il benessere, la sicurezza e le società in cui vivere, al contrario.

Rifiutare e resistere sono le uniche opzioni.

L'alternativa è la riduzione in schiavitù del Nuovo Ordine Mondiale da parte di un potere superiore che è ostile a un mondo sicuro e in grado di vivere.

fonte https://stephenlendman.org/2021/03/the-mother-of-all-false-flags/

martedì 2 marzo 2021

Il nuovo giornalismo ci sta distruggendo


Sta diventando sempre più difficile e più pericoloso dire la verità.   La censura sta chiudendo le informazioni affidabili.   L'establishment ha perso la pazienza con coloro che contestano le sue narrazioni.

La scienza viene politicizzata. Il buco della memoria di Orwell si sta aprendo di più.   La responsabilità sta scomparendo ovunque poiché le libertà civili sono violate dalle agende dell'Elite.

Oggi la verità è l'ultima cosa che si può dare per scontata. Pensa a questo mentre consideri il mio appello.

Ora per la colonna di oggi:

Il nuovo giornalismo ci sta distruggendo

Paul Craig Roberts

Presstitute è una contrazione della stampa prostituta.   È un termine che è diventato molto diffuso per descrivere il servizio dei media a favore delle narrazioni dell'establishment al potere occidentale corrotto.   Che i giornalisti servano gli interessi materiali e politici dei proprietari del loro stabilimento è del tutto ovvio.   Ma i media non hanno rinunciato alla loro integrità solo per interessi materiali. I media sono diventati accoliti dell'ideologia religiosa della “giustizia sociale. "

Nel numero dell'inverno 2021 del City Journal del Manhatten Institute ,  Martin Gurri spiega che i media hanno abbandonato ogni pretesa di rendicontazione oggettiva, perché i media, o abbastanza, credono che l'obiettività sostenga il razzismo sistemico e sconfigga la giustizia sociale. 

L'ideologia del razzismo sistemico è istituzionalizzata nel sistema educativo statunitense e nel "Progetto 1619" del NY Times.  (Vedi: https://www.paulcraigroberts.org/2021/02/22/the-demonization-of-white-americans-is-official-educational-corporate-and-government-policy/ )   Questa ideologia comprende la mente- set della generazione sveglia e spiega il disprezzo dei media per i fatti e l'intolleranza per altre opinioni.   Secondo l'ideologia, poiché i bianchi sono razzisti sistemici, la giustizia sociale può essere ottenuta solo rovesciando la bianchezza.   Questo rovesciamento è ora lo scopo dei media.

Gurri sottolinea che i proprietari di giornali e gli editori hanno accettato questo modello di business per vendere un credo e un'agenda ad abbonati online che la pensano allo stesso modo. I liberali / progressisti / di sinistra possono comodamente andare online per ottenere la correzione dell'odio per la giornata. Questo ti dice tutto quello che devi sapere sugli abbonati del NY Times.

L'elezione di Trump nel 2016 è stata un vantaggio per il lancio del nuovo post-giornalismo. Durante i quattro anni di Trump, gli abbonamenti digitali del NY Times sono aumentati del 600%. Gurri scrive che l'intento del giornalismo ideologico non è quello di riportare la realtà dei fatti e informare il pubblico, ma di fomentare e giustificare l'odio verso il nemico. 

Il Russiagate ha fornito la narrazione. Gurri riferisce che una ricerca su Google ha portato alla luce 3.000 articoli del NY Times Russiagate - più articoli al giorno - durante i quattro anni di Trump.   “Questo era giornalismo come condotto sotto l'impulso di una personalità ossessivo-compulsiva. Praticamente ogni segnalazione implicita o proclamata colpevolezza. Ogni giorno nelle notizie ha segnato l'inizio della fine dei tempi trumpiani ".   Il NY Times ha organizzato la sua redazione per una singola storia che si è rivelata vuota.   Secondo le regole del vero giornalismo, il NY Times ha sperimentato l'imbarazzo di un enorme fallimento, ma con le nuove regole il NY Times ha avuto un enorme successo nel fomentare l'odio e stabilire la narrativa.

Fomentare l'odio è ora ciò che fanno i media, tutto questo: non solo il NY Times ma anche CNN, NPR, MSNBC, Washington Post e gli altri. Tutti gli obiettivi di odio sono ancora in giro - Trump, la bianchezza, la Russia, l'Iran, la Cina - e probabilmente lo saranno per un po 'di tempo.   Se questi obiettivi si logorano e non riescono a portare abbonamenti digitali, quale infrazione risvegliata produrrà il nuovo obiettivo? 

Nel frattempo, il targeting post-giornalistico dei sostenitori di Trump e Trump finirà per radicalizzare i bianchi e dividere ulteriormente il paese.   Le demonizzazioni di Russia, Iran e Cina porteranno alla guerra e alla sconfitta umiliante per l'America. Il dollaro perderà il suo ruolo di valuta mondiale e gli Stati Uniti non saranno in grado di pagare i suoi conti.

Quelli di noi che possono vederlo arrivare saranno messi a tacere per discorsi non approvati mentre il nostro paese andrà all'inferno.

fonte https://www.paulcraigroberts.org/2021/03/02/the-new-journalism-is-destroying-us/