Translate

martedì 16 luglio 2019

IL PIANO PER FREGARE SALVINI - ECCO IL VERO SCOPO DELL'INTESA PD-5STELLE A BRUXELLES



IL PIANO PER FREGARE SALVINI - ECCO IL VERO SCOPO DELL'INTESA PD-5STELLE A BRUXELLES. CORDONE SANITARIO INTORNO ALLA E PROVE TECNICHE DI ALLEANZA UTILI ANCHE PER L'ITALIA IN CASO DI CRISI DI GOVERNO - C'È IL VIA LIBERA DA FRANCIA E GERMANIA CON IL BENESTARE DEI PRINCIPALI CONSIGLIERI DEL COLLE, VICINISSIMI A PAPA FRANCESCO E DA SEMPRE TIFOSISSIMI DI UN GOVERNO PD-5STELLE…

Marco Antonellis per Dagospia

matteo salvini e giuseppe conte approvazione decreto sicurezza bis 2MATTEO SALVINI E GIUSEPPE CONTE APPROVAZIONE DECRETO SICUREZZA BIS 2
Anche oggi Giuseppe Conte non le ha di certo mandate a dire commentando l'incontro di Salvini con i sindacati e le associazioni: "Se oggi qualcuno pensa che non solo si raccolgono istanze per conto delle parti sociali, ma anticipa dei dettagli di quella che ritiene debba essere la manovra economica, questo non è corretto affatto e si entra sul terreno di scorrettezze istituzionale. I tempi li decido comunque io".

Il Capitano, però, era ben consapevole che i rapporti con il Premier erano ai minimi termini così con il leader grillino Di Maio tanto che nei giorni scorsi con largo anticipo sui giornaloni odierni Dagospia ne riportava le lamentele.

LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINILUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI
Ma i problemi per Salvini vengono da lontano, spiegano da Bruxelles, e più precisamente dall'elezione di David Sassoli a capo dell'Europarlamento, elezione arrivata con il via libera di Francia e Germania ma soprattutto, udite udite, anche dei 5Stelle che in cambio hanno avuto per se (grazie all'intercessione Piddina) la vicepresidenza a favore del loro Fabio Massimo Castaldo (cosa che in altri tempi sarebbe stata impensabile non avendo Castaldo nemmeno un gruppo parlamentare europeo alle spalle dato che i 5Stelle sono rimasti in mezzo al guado dei non iscritti).
NICOLA ZINGARETTINICOLA ZINGARETTI

Insomma l'alleanza Pd-5Stelle per l'Italia la si sta preparando in Europa con il benestare dei popolari europei e persino dei principali consiglieri del Colle, supercattoliconi stimatissimi da Papa Francesco e da sempre vicini ad alcuni tra i principali esponenti Pd (Dario Franceschini su tutti) nonchè tifosissimi di una soluzione di governo Pd-5stelle (i bene informati sanno perfettamente che è sempre stata questa la soluzione preferita dal Capo dello Stato).

dario franceschiniDARIO FRANCESCHINI
Le dichiarazioni dei giorni scorsi poi, della candidata alla Presidenza della commissione , Ursula Von der Leyen, che ha persino rifiutato di incontrare il capo gruppo della Lega al Parlamento Europeo, Marco Zanni, non hanno fatto altro che aumentare i sospetti. Insomma, nei fatti "un'alleanza tra Partito Democratico e Movimento 5 stelle esiste già al Parlamento Europeo, forte di un accordo che ha consegnato Presidenze e Vice Presidente a partiti che hanno perso le elezioni, anzichè a  quelli che le hanno vinto", spiegano da Bruxelles. Esattamente quello che potrebbe accadere in Italia con il “governo degli sconfitti”: i 5Stelle hanno malamente perso le ultime europee così come i Piddini avevano straperso le politiche.
Mattarella BergoglioMATTARELLA BERGOGLIO

Il colpo di grazia, la certificazione che l’operazione è in corso, sono state le parole ad effetto, un vero e proprio “avviso ai naviganti”, sparate sabato scorso da David Sassoli all'Assemblea nazionale Pd: "Dobbiamo riprendere a fare politica, come sta facendo il Partito Democratico con Nicola Zingaretti...se siamo forti della nostra identità, orgogliosi del nostro passato, cosa può metterci paura ad incrociare storie diverse, temperamenti molto lontani dai nostri, gente che ci ha criticato, gente che viene da lontano, interessi che non ci appartengono?", ha spiegato il Presidente dell'Europarlamento. Dichiarazioni che sono tutto un programma a maggior ragione se provengono direttamente da Bruxelles. Insomma, caro Salvini stai sereno.

I MEDIA ATLANTISTI HANNO DIFFUSO UN ALTRO FALSO SUI “NEO NAZISTI” ITALIANI CHE HANNO COMBATTUTO NEL DONBASS



Nuove falsificazioni della stampa di sinistra e atlantista: gli estremisti neonazisti arrestati in nord Italia e provenienti dall’Ucraina sarebbero stati dalla parte della Russia.
Di recente, la polizia italiana e la Divisione Investigazioni speciali hanno condotto un’operazione contro gruppi estremisti radicali che hanno preso parte alle ostilità nel Donbass.
Secondo le principali agenzie di stampa, tre persone sono state arrestate durante un raid in varie zone del Nord Italia, mentre, durante la ricerca, la polizia ha trovato un arsenale di armi e simboli nazisti.
Quindi, se stiamo alla corrispondenza delle agenzie internazionali, la CNN ha riportato questa notizia:
“Secondo la polizia, il magazzino di armi è stato scoperto da agenti di polizia che stavano indagando sulle attività degli italiani – sostenitori dell’ideologia estremista, che hanno combattuto al fianco delle forze separatiste sostenute dalla Russia nel Donbas, nell’Ucraina orientale, nel luglio dello scorso anno”.
Simile la corrispondenza del Network britannico BBC:
” …(Gli estremisti arrestati) Sono stati riconosciuti colpevoli di aver partecipato alle ostilità dalla parte dei separatisti sostenuti dalla Russia, che controllano la maggior parte delle regioni dell’Ucraina di Donetsk e Lugansk”.
Così Il Corriere della Sera: “…..Già l’anno scorso, dalle autorità di Kiev era stato trasmesso alla nostra magistratura un elenco di 25 cittadini italiani che avrebbero combattuto dal 2014 nel Donbass dalla parte dei ribelli filorussi. La lista, redatta dai servizi segreti ucraini, era stata consegnata da un deputato di Kiev all’ambasciata italiana. In base al codice di procedura penale (articolo 331) i nostri diplomatici hanno provveduto a informare le autorità inquirenti che hanno aperto un fascicolo”.
Peccato per il Corriere della Sera e per le atre agenzie che questi elementi arrestati hanno combattuto con l’Esercito Ucraino sotto la guida di istruttori della NATOcontro gli indipendentisti filo russi del Donbass (esattamente il contrario).
Così anche il Giorno che riferisce della notizia: “….L’inchiesta è partita dal monitoraggio di cinque italiani, non coinvolti nel procedimento, che in passato hanno combattuto con le milizie filorusse nella regione ucraina del Donbass”.
Secondo l’agenzia stampa Associated Press:
“La polizia ha detto che queste perquisizioni e detenzioni sono il risultato di una precedente inchiesta sugli italiani che hanno preso parte all’insurrezione sostenuta dalla Russia nell’Ucraina orientale”.
Altrettanto la “prestigiosa” Reuters:
“Le forze di polizia d’élite hanno scoperto questa proprietà (di armi) in tutto il nord Italia dopo un’inchiesta sugli italiani che hanno combattuto dalla parte delle forze separatiste sostenute dalla Russia nell’est dell’Ucraina, ha detto la polizia in una dichiarazione”.
Di conseguenza, per i media occidentali, tutto è chiaro: gli estremisti che hanno combattuto dalla parte dei separatisti filo-russi sono stati arrestati. Ma per qualcuno che segue gli eventi nell’est dell’Ucraina, è impossibile immaginare che i sostenitori di destra del nazismo stiano combattendo dalla parte delle Repubbliche del Donbass.
Armi e simboli nazisti sequestrati a estremisti Italo-Ucraini al servizio dellUcraina e della NATO
Pertanto, passiamo alla fonte originale. Ecco il sito della polizia di stato italiana.
“L’indagine è iniziata circa un anno fa, quando la polizia di Torino, coordinata dal dipartimento di polizia centrale per la prevenzione, ha monitorato un numero di persone associate a movimenti politici di estrema destra e che ha combattuto nella regione ucraina del Donbass contro i separatisti”.
Non una sola parola sulla Russia, ma è chiaro che i neonazisti hanno combattuto CONTRO i ribelli di Donetsk, insieme agli estremisti della famigerata “Pravyj Sektor” (Settore Destro), che sono parte delle Forze armate dell’Ucraina.
Per creare un falso, tutto quello che dovevi fare è tradurre una parola, alterando leggermente la dichiarazione ufficiale della polizia, e assicurarti di mettere il mantra “sostenuto dalla Russia” che, di questi tempi, fa sempre effetto.
Uno di questi “volontari”, un ucraino, Vitaliy Markiv, che ha la cittadinanza italiana, è stato recentemente condannato a 24 anni di carcere dal tribunale della città di Pavia per aver partecipato agli omicidi nell’est dell’Ucraina.
Neo Nazisti ucraina agli ordini di Kiev e della NATO

Naturalmente i media della sinistra in Italia sono immediatamnete balzati sul fatto per la campagna sul “pericolo fascista e nazista “, dimenticando che i nazisti in Europa esistono e si trovano in Ucraina (e nei paesi baltici) protetti dalla NATO ed alleati degli Anglo USA. Una verità scomoda ma difficile da confutarenonostante le falsificazioni dei media.
Luciano Lago (Fonti varie )

lunedì 15 luglio 2019

Breve storia della schiavitù umana


Un bel cartone animato censurato negli USA



Moscopoli? Solo un polpettone complottaro per screditare, ancora una volta, l'unico governo in Europa autenticamente (ancorché blandamente) euroscettico


Di Federica Francesconi
Moscopoli? Solo un polpettone complottaro per screditare, ancora una volta, l'unico governo in Europa autenticamente (ancorché blandamente) euroscettico. Tangentopoli servì a spazzare via una classe politica corrotta sì, ma anche patriottica. Moscopoli si prefigge lo stesso obiettivo, ché a Bruxelles le bizze antieutopeiste della Lega destano forti preoccupazioni, sebbene sabotate dalla componente filo sistema del M5S. Chiaro come l'acqua che l'obiettivo sono le dimissioni di Salvini, vera spina nel fianco dell'orticello europeista. La magistratura italiana, ancora una volta, si presta ad essere uno strumento di destabilizzazione degli equilibri politici del Paese. Dietro l'angolo è pronto il governo tecnico di Draghi. Le maschere stanno miseramente cadendo a terra.
Federica Francesconi

domenica 14 luglio 2019

JUNCKER AFFONDA URSULA VON DER LEYEN: ''E' STATA NOMINATA CON ACCORDI SOTTOBANCO''

DIETRO LE QUINTE / JUNCKER AFFONDA URSULA VON DER LEYEN: ''E' STATA NOMINATA CON ACCORDI SOTTOBANCO'' (SILURO IN ARRIVO)

LONDRA - Sono in molti a lamentarsi del fatto che il modo in cui il nuovo capo della commissione europea è stato scelto non sia affatto trasparente, ma fa un certo effetto vedere che tra costoro c'e' pure Jean Claude Juncker.
A tale proposito, pochi giorni fa il presidente fuoriuscente della commissione europea ha dichiarato che la scelta del suo successore, Ursula von der Leyen non e' stata affatto trasparente e questo significa che avra' meno legittimita' democratica di quanto ne abbia avuta lui. Il che, è tutto dire...
Juncker ha poi aggiunto che lui e' stato scelto in modo trasparente visto che faceva parte del partito che ha avuto piu' voti al parlamento europeo mentre la von del Leyen e' stata scelta con accordi sottobanco fatti dai principali leader europei in modo piuttosto oscuro.
Certo che Juncker e' la persona meno adatta per parlare di trasparenza e credibilità, non fosse altro perchè ha un problema serio con l'alcol, ma probabilmente questa sua lamentela nasconde una preoccupazione profonda per il fatto che tale nomina possa rafforzare i movimenti euroscettici e l'opposizione alla UE.
A tale proposito e' importante notare come la stampa euroscettica britannica abbia usato queste nomine come prova che la UE e' una dittatura da cui bisogna uscire al piu' presto possibile e anche in Italia per la prima volta alcuni importanti opinionisti hanno sostenuto la necessita' dell'Italia di uscire dalla UE.
A parlare apertamente di Italexit sono stati Diego Fusaro e Paolo Guzzanti e se Fusaro e' famoso per il suo euroscetticismo lo stesso non si puo' dire di Guzzanti e non e' da escludere che altri diventeranno euroscettici specie se la von der Leyen appoggera' politiche lacrime e sangue a danno dei cittadini.
Da parte nostra continueremo la nostra battaglia per far uscire l'Italia dalla UE e saremo ben felici se anche altri giornalisti mainstream appoggeranno la nostra battaglia.
GIUSEPPE DE SANTIS - Londra

DUE PESI DUE MISURE


                                                                 

“Carola Rackete, Notre Dame de l’Europe”. E dietro lo striscione affisso sul ponte dell'Arcivescovado
 di Parigi la cattedrale di Notre Dame distrutta dall’incendio. Qui c’è tutta la stupidità francese e la miseria
di quel telaio psicologico europeo che è l’umanitarismo che li spinge ad accostare la devastazione
di quell’immenso patrimonio cristiano a chi lavora per distruggere la coesione dei paesi europei. È entropia.
 È una profanazione che incarna l'impetuosa e suicida corsa alla mediocrità, all’egocentrismo, alla futilità, all’infantilismo e alla decadenza dell’Occidente. Notre Dame brucia!

G-Meotti

Congo: come possono essere messi 6 milioni di morti sotto silenzio



Il genocidio è in corso, più di 6 milioni di persone (la metà delle quali ha meno di 5 anni!)Sono state massacrate nell'indifferenza generale e con il sostegno degli Stati Uniti e dell'Europa! Centinaia di migliaia di donne e ragazze sono state violentate e mutilate dagli eserciti occupanti. E tutto questo per una ragione principale: cogliere l'eccezionale ricchezza minerale che nasconde la cantina del paese ...

Conosciamo il metodo, amplifichiamo alcune notizie e nascondiamo altri ugualmente orribili. Si parla molto della crisi dei migranti e del Medio Oriente in questo momento, con la lotta al terrorismo (?), La lotta piuttosto preoccupante con l'entrata della Russia , ha chiesto al-Assad, che non sarà in pizzo, bersagliare (tutti?) gli oppositori del presidente siriano. Nel frattempo abbiamo oscura deliberatamente ciò che sta accadendo in Congo, però, anche spostare anime buone rapidi a piangere per la sorte dei migranti poveri hyped dovrebbero tenere qualche lacrima per un genocidio in corso, che non parleremo nei tuoi media preferiti, che sembrano fare in lamenti selettivi.

Un genocidio di cui i nostri leader e la comunità internazionale erano complici

Nel cuore dell'Africa, il Congo è un paese ricco, pieno di materie prime (diamanti, oro, stagno, gas, petrolio, uranio, coltan ...), foreste, acqua, donne e uomini, di una moltitudine di tribù riunite sotto una nazione attratta dai coloni, e che storicamente non corrisponde a molto. Dopo il genocidio in Ruanda, i paesi vicini hanno anche beneficiato della vaghezza politica e istituzionale in Congo (al confine con il Ruanda) per attaccare da ogni parte questo enorme paese pieno di tesori.
E gli occidentali in tutto questo? La colpevolezza dei leader americani ed europei sul genocidio in Ruanda li ha portati a perseguire una politica pro-Ruanda, lasciando i ribelli ruandesi sul lato congolese liberi di fare ciò che volevano, aiutati dagli alleati ugandesi e del Burundi. .
Ma soprattutto, le molte risorse naturali nella RDC sono vitali per le economie occidentali, in particolare per l'industria automobilistica, l'aeronautica, lo spazio, l'alta tecnologia e l'elettronica, i gioielli ... Coltan in particolare (che il Congo ha almeno 60 % delle risorse globali) è essenziale nella produzione di componenti elettronici presenti in TV, computer, smartphone ma anche alcune armi come i missili! Anche la RDC sta subendo una massiccia deforestazione. I principali importatori? USA, Europa, Cina. Non c'è da stupirsi.
Ma dal momento che l'intrusione bellica sembra interna all'Africa, nessuno può accusare gli Stati Uniti e altre potenze occidentali di approfittare delle risorse e della ricchezza del Congo intervenendo direttamente. No, è ancora più conveniente lasciare che la gente scenda tra di loro. Nel frattempo, gli Stati Uniti sostengono le dittature successive in Congo e le milizie ruandesi e ugandesi. Merry.
la povertà sostenuta e le condizioni di vita abiette, lo stupro incessante (e tasso di AIDS raggiungendo il 20% della popolazione nelle province orientali), spostamenti di popolazione, gli insulti, le epidemie ...: strategia di disumanizzazione è a posto rendere le vittime indifese, una situazione terribile in cui non ci sono parole abbastanza dure.
Finché l'opinione pubblica abdica, il congolese rimane il negro? dell'Africa? Baloji, tutto questo non ti renderà il Congo

I leader occidentali hanno così tanta sete di ricchezza da consentire un nuovo genocidio? Sì, al punto da permettere di perpetrare e persino coprire un nuovo genocidio. Con le armi, l'addestramento militare delle nostre élite. Una cosa: quello che succede in Congo, gli affari politici ed economici al genocidio, non è determinato solo dai congolesi, ma anche dai poteri carnivori, affamati di ricchezza e senza considerazione per il popolo.
La situazione in Congo sarà risolta dagli stessi congolesi. Ma la comunità internazionale deve urgentemente smettere di sostenere i ruandesi, gli ugandesi e tutte le milizie che perpetuano questo insopportabile stato di guerra permettendo loro di mettere le mani sulla ricchezza di un paese senza dover rendere conto di nessuno.
6 milioni di morti. La metà dei quali sono bambini piccoli. Il mondo dice? Gratuito? - dobbiamo - imperativamente guardare in faccia qual è la sua? libertà? lascia andare Perché tanta violenza e così poco rumore dai media?
Non è interessante per gli europei? Non è abbastanza sensazionale, questo massacro che conta milioni di persone? È troppo lontano da casa, applica ancora una volta questa odiosa legge di prossimità? Perché nessuna reazione, nessun impatto nell'immaginario collettivo, nessuna indignazione, nessuna rabbia, nessuna emozione?
Il nostro dovere di cittadini del mondo è quindi di trasmettere il messaggio. Fai sapere al mondo. Prima che il mondo si muova. Ci sono colpevoli in Europa come in Africa. Il silenzio dei potenti uccide tanto quanto il suono delle mitragliatrici. Lascia che tutti gli assassini affrontino le loro responsabilità.

Conflitto in Congo: la verità svelata

Rapporto di 26 minuti sulla situazione in Congo. Fai attenzione che questo documentario contiene immagini difficili da sostenere.
Seraphim 
Frequency Light
10:14 31-3-2016